Oggi, 19:162017-08-21 19:16:17
@laRegione

Topo d'appartamento in trappola  a Cadorago

È andata male ad un anziano topo di appartamento che sorpreso nella camera da letto dal proprietario della casa presa di mira ha fatto la fine del ... topo in trappola. L...

È andata male ad un anziano topo di appartamento che sorpreso nella camera da letto dal proprietario della casa presa di mira ha fatto la fine del ... topo in trappola. L'uomo, un 54enne comasco, con numerosi precedenti specifici è stato chiuso nella camera da letto sino a quando, un quarto d'ora dopo, sono arrivati i carabinieri che gli hanno fatto scattare le manette ai polsi.

È accaduto sabato pomeriggio in via Monte Bisbino, a Bulgorello, una frazione di Cadorago, ad una dozzina di chilometri dal capoluogo lariano. Da notare che, quando il ladro è entrato in azione, in casa c'era il proprietario. Quest'ultimo si è accorto dell'intruso quando ha sentito i rumori provenire dalla camera da letto

Il ladro, che aveva già razziato gioielli per 5mila euro stamane, è stato processato per direttissima, patteggiando due anni di carcere da scontare, per cui è stato rinchiuso al Bassone. Non ha beneficiato della sospensione condizionale della pena per via dei numerosi precedenti.

Scuola di giornalismo

La Scuola di giornalismo di Bellinzona cerca futuri giornalisti.
Oggi, 19:122017-08-21 19:12:43
@laRegione

Sventato un attentato con una Barbie-bomba in Libano

Quattrocento persone che dovevano essere uccise facendo saltare in aria una bambola Barbie imbottita di esplosivo nascosta nel bagaglio a mano di un kamikaze....

Quattrocento persone che dovevano essere uccise facendo saltare in aria una bambola Barbie imbottita di esplosivo nascosta nel bagaglio a mano di un kamikaze. Era questo, secondo quanto rivelato oggi dal Libano, il piano messo a punto da quattro fratelli australiano-libanesi legati all'Isis per fare esplodere in volo un aereo degli Emirati Arabi Uniti (Eau) in volo da Sydney ad Abu Dhabi.

La strage, ha reso noto il ministro dell'Interno libanese Nouhad al Mashnouq, è stata scongiurata grazie all'apparente inesperienza degli ideatori. La compagnia, infatti, non ha permesso all'attentatore suicida designato di portare a bordo il bagaglio a mano perché eccedeva di diversi chilogrammi il peso consentito. Oltre all'ordigno nascosto nella bambola, infatti, un altro era stato confezionato in un tritacarne e doveva essere azionato nel caso il primo non avesse funzionato. Il bagaglio è stato quindi rispedito all'indirizzo del proprietario, che si è imbarcato senza portare con sé le bombe. Non è chiaro come, successivamente, il piano sia stato scoperto e siano scattati gli arresti.

Mashnouq ha detto che all'aspirante kamikaze, identificato come Amer Khayyat, si è risaliti grazie all'opera di sorveglianza dei servizi segreti libanesi, che avevano messo sotto controllo lui e altri membri della famiglia dopo che un fratello, Tarek, si era trasferito a Raqqa, la 'capitale' dello Stato islamico in Siria ed era diventato una figura di spicco dello Stato islamico. Il ministro dell'Interno libanese ha precisato che due altri fratelli, Khaled e Mahmoud, siano stati arrestati in Australia. Mentre Amer è finito in manette al suo arrivo a Beirut a metà luglio. Mashnouq non ha precisato a quale compagnia aerea appartenesse il velivolo che doveva essere abbattuto, azionando l'esplosivo venti minuti dopo il decollo.

All'inizio di agosto, dando per primo la notizia dell'attentato sventato, il quotidiano britannico Daily Mail aveva scritto che si trattava di un aereo della Etihad, compagnia di bandiera degli Eau, con sede appunto nella capitale Abu Dhabi. Ma la stessa Etihad ha rifiutato di confermare, mentre le autorità australiane che indagano sull'episodio non hanno indicato alcuna compagnia in particolare. Mashnouq ha detto che Amer Khayyat aveva viaggiato spesso tra l'Australia e Beirut negli ultimi tempi, con il pretesto di volersi fidanzare o sposare con una donna libanese.

Il ministro ha aggiunto che l'intenzione dei quattro fratelli era colpire con l'attentato sia l'Australia sia gli Eau per il loro ruolo nella Coalizione internazionale a guida Usa che combatte l'Isis. Ma se il piano degli attentatori avesse avuto successo anche il Libano avrebbe pagato un prezzo pesante, perché a bordo dell'aereo c'erano 120 suoi cittadini.

"Se quattro fratelli libanesi in Australia decidono di fare esplodere un aereo emiratino, significa che il mondo intero deve lavorare insieme per combattere il terrorismo, con un coordinamento 24 ore su 24", ha sottolineato Mashnouq.

La notizia è stata diffusa il giorno dopo che l'esercito libanese ha avviato un'offensiva su vasta scala nelle regioni orientali del Paese, lungo il confine con la Siria, per eliminare centinaia di jihadisti dell'Isis presenti sul suo territorio da anni. Contemporaneamente, sull'altro versante della frontiera, i miliziani dello Stato islamico sono sotto l'attacco delle forze armate di Damasco e delle loro alleate milizie sciite libanesi di Hezbollah.

(di Alberto Zanconato-ANSAmed)

Scuola di giornalismo

La Scuola di giornalismo di Bellinzona cerca futuri giornalisti.
Oggi, 18:512017-08-21 18:51:53
@laRegione

Intervento russo in Siria contro terroristi

"Il governatorato di Aleppo è stato completamente liberato dai terroristi": lo ha dichiarato il capo del dipartimento generale operativo dello Stato maggiore russo,...

"Il governatorato di Aleppo è stato completamente liberato dai terroristi": lo ha dichiarato il capo del dipartimento generale operativo dello Stato maggiore russo, Serghiei Rudskoi. Secondo il generale russo, nell'ultimo mese le truppe governative siriane, col sostegno dell'aviazione russa, hanno inflitto gravi perdite ai terroristi dell'Isis nel centro della Siria. "Sono stati liberati completamente dai miliziani un totale di 50 centri abitati e un'area di oltre 2'700 chilometri quadrati", ha dichiarato Rudskoi.

Gli aerei russi in Siria hanno lanciato 316 missioni negli ultimi cinque giorni per compiere 819 raid contro i terroristi dello Stato Islamico. Così ancora il generale Rudskoi: "Per eliminare i terroristi che cercano di ritirarsi verso Deir ez-Zor, l'intensità dei raid dei jet è stata aumentata a 60-70 sortite al giorno".

(Ansa)

Scuola di giornalismo

La Scuola di giornalismo di Bellinzona cerca futuri giornalisti.
Oggi, 18:342017-08-21 18:34:26
@laRegione

'The Great American Eclipse' è..."

'The Great American Eclipse' è iniziata. Il sole sarà oscurato completamente dalla luna a partire dallo stato dell'Oregon. Nell'arco di un'ora e mezza la luna attraverserà 14 stati Usa fino alla South Carolina. (Ansa)

'The Great American Eclipse' è iniziata. Il sole sarà oscurato completamente dalla luna a partire dallo stato dell'Oregon. Nell'arco di un'ora e mezza la luna attraverserà 14 stati Usa fino alla South Carolina. (Ansa)

Scuola di giornalismo

La Scuola di giornalismo di Bellinzona cerca futuri giornalisti.
Oggi, 17:232017-08-21 17:23:18
@laRegione

Lo scrittore di fantascienza Brian Aldiss è morto

Lo scrittore britannico di fantascienza Brian Aldiss è morto a Oxford, aveva 92 anni. La sua morte è stata resa nota dal suo agente letterario Curtis Brown. Dal...

Lo scrittore britannico di fantascienza Brian Aldiss è morto a Oxford, aveva 92 anni. La sua morte è stata resa nota dal suo agente letterario Curtis Brown. Dal racconto breve di Aldiss 'Supertoys che durano tutta l’estate’ fu tratto il film "A.I. – Intelligenza artificiale" (2001).

Sviluppato da Stanley Kubrick, la storia di un ragazzo simile a un robot fu poi diretta da Steven Spielberg. Tra gli altri suoi romanzi "Greybeard", "Hothouse" e la trilogia "Helliconia", ambientati su un pianeta dove le stagioni durano secoli.

(Ansa)

Oggi, 17:152017-08-21 17:15:39
@laRegione

Sono al momento 25 le persone ...

Sono al momento 25 le persone rimaste ferite nell’incendio, almeno tre sono ricoverate in ospedale con ustioni: lo riferisce la Tass citando fonti sanitarie. Gli edifici coinvolti nell’incendio sarebbero 30.

Sono al momento 25 le persone rimaste ferite nell’incendio, almeno tre sono ricoverate in ospedale con ustioni: lo riferisce la Tass citando fonti sanitarie. Gli edifici coinvolti nell’incendio sarebbero 30.

Oggi, 16:392017-08-21 16:39:26
@laRegione

Il terrorista Abouyaaqoub è st...

Il terrorista Abouyaaqoub è stato arrestato. "La Vanguardia": 'È Younes Abouyaaqoub'.

Il terrorista Abouyaaqoub è stato arrestato. "La Vanguardia": 'È Younes Abouyaaqoub'.

Oggi, 16:252017-08-21 16:25:11
@laRegione

Prime indiscrezioni dalla Casa Bianca: quattromila soldati in più in Afghanistan

Donald Trump dovrebbe annunciare un aumento di truppe, almeno 4000 soldati, quando svelerà stasera alle 21, dalla base militare...

Donald Trump dovrebbe annunciare un aumento di truppe, almeno 4000 soldati, quando svelerà stasera alle 21, dalla base militare di Fort Myer in Virginia, la sua nuova strategia per l'Afghanistan, dove la guerra contro i talebani iniziò poco dopo l'attacco dell'11 settembre.

La Casa Bianca mantiene la consegna del silenzio, ma i media Usa hanno raccolto le prime indiscrezioni, malgrado il presidente degli Stati Uniti, nel 2013 attraverso Twitter, aveva dichiarato che il ritiro delle truppe militari statunitensi fosse auspicabile, affinché si risparmiasse denaro.

Attualmente, Washington conta nel Paese mediorientale 8'400 uomini, sul totale di 13mila militari del contingente internazionale. La nuova strategia, a poche ore dall'annuncio ufficiale di Trump, potrebbe riguardare anche il Pakistan, da anni santuario di protezione delle forze integraliste, compresi i talebani.

(ANSA).

Oggi, 16:222017-08-21 16:22:36
@laRegione

Ulteriori amichevoli per i Ticino Rockets

I Ticino Rockets ricordano le date delle ultime tre amichevoli di preparazione al campionato di Swiss League 2017/18 e la presentazione ufficiale della squadra al pubblico...

I Ticino Rockets ricordano le date delle ultime tre amichevoli di preparazione al campionato di Swiss League 2017/18 e la presentazione ufficiale della squadra al pubblico.

I ticinesi ospiteranno martedì 22 agosto alle ore 20.00 gli austriaci del Bregenzerwald e martedì 5 settembre alle ore 19.45 il Sion. L’ultima amichevole è in programma venerdì 8 settembre alle ore 20.00 contro Coira. Tutte le partite si disputeranno alla Raiffeisen BiascArena. La presentazione ufficiale della squadra al proprio pubblico avverrà nell’ambito della manifestazione Spartyto che si terrà sabato 26 agosto in Piazza Centrale a Biasca. In quell’occasione i giocatori saranno presentati intorno alle ore 22.00.

Oggi, 16:102017-08-21 16:10:39
@laRegione

Cure ambulatoriali: accordo Svizzera-Liechtenstein

Il consigliere federale Alain Berset e il suo omologo ministro della socialità del Liechtenstein Mauro Pedrazzini hanno firmato oggi a Berna un accordo che regola...

Il consigliere federale Alain Berset e il suo omologo ministro della socialità del Liechtenstein Mauro Pedrazzini hanno firmato oggi a Berna un accordo che regola l’assunzione dei costi per le cure ambulatoriali transfrontaliere da parte delle casse malattia.

L’accordo, che prima di entrare in vigore dovrà essere ancora ratificato dai parlamenti dei due Stati, permetterà agli abitanti del Principato e dei cantoni dei Grigioni e di San Gallo di ricevere cure ambulatoriali oltreconfine se sono assoggettati all’assicurazione malattie obbligatoria e se hanno diritto a tali cure anche nel proprio Paese.

Inoltre – indica una nota dell’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) – i fornitori di prestazioni interessati dovranno essere autorizzati a esercitare a carico dell’assicurazione obbligatoria. Determinate limitazioni sono previste per le analisi di laboratorio e per i medicinali forniti da farmacie con vendita per corrispondenza. I costi delle cure verranno assunti dalle casse malattia soltanto fino all’importo che sarebbe coperto nel Paese di residenza.

A determinate condizioni, già oggi nella zona di frontiera Svizzera-Liechtenstein gli assicurati di un Paese possono farsi curare nell’altro a carico della propria assicurazione malattie. La pertinente base legale del 1939 non soddisfa però più le attuali esigenze, scrive l’UFAS.

(Ats)

Oggi, 16:012017-08-21 16:01:39
@laRegione

Openèr Gambarögn, dai Vad Vuc ai Vomitors

Festa, divertimento e tanta buona musica. Queste le premesse che caratterizzano l’ormai affermato Openèr Gambarögn, giunto quest’anno alla settima edizione. L’evento si...

Festa, divertimento e tanta buona musica. Queste le premesse che caratterizzano l’ormai affermato Openèr Gambarögn, giunto quest’anno alla settima edizione. L’evento si svolgerà venerdì 25 e sabato 26 agosto dalle 20 alle 4 al Centro Rivamonte di Quartino. Si parte venerdì 25 agosto con i “Virtual Symmetry” gruppo “progressive metal” al suo primo concerto sul nostro territorio. Seguiranno gli “Alto Voltaggio” con il loro repertorio “hard rock” e i grandi “The Vad Vuc”, gruppo folk ticinese attivo da oltre quindici anni. “The Sunny Boys” concluderanno la serata. Sabato 26 agosto apriranno i “Noxius” (“punk rock”), seguiti dagli “Eleonore Quartet” (“folk rock”) e dai “Firkin”, band “irish punk” conosciuta in tutta Europa. Chiuderanno in grande stile i “Vomitors”. L’entrata sarà di 10 franchi a serata. È già attiva la prevendita presso Nts a Bellinzona, Ostello della gioventù a Locarno e al bagno spiaggia a Magadino. Posteggi e “camping zone” a disposizione, oltre al servizio Nez Rouge. Info: www.openergambarogn.ch e sulla pagina Facebook.

Oggi, 15:462017-08-21 15:46:49
@laRegione

Nessuna traccia di insetticida nelle uova svizzere

Nelle uova svizzere non c’è presenza dell’insetticida Fipronil e possono dunque essere consumate senza rischi. Lo indica in una nota odierna l’Ufficio federale...

Nelle uova svizzere non c’è presenza dell’insetticida Fipronil e possono dunque essere consumate senza rischi. Lo indica in una nota odierna l’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV), sulla base delle analisi di controlli a campione effettuati la scorsa settimana.

Sono state analizzate a campione 48 uova prelevate dai quattro centri di raccolta in Svizzera, si legge nel comunicato. I controlli sono stati effettuati in collaborazione con l’Associazione dei chimici cantonali svizzeri (ACCS). L’analisi, eseguita dall’Ufficio della tutela dei consumatori e di veterinaria del canton Ginevra, è stata effettuata prendendo in considerazione aziende grandi e piccole e diverse forme di produzione (allevamento al suolo, KAG-Freiland e bio) e hanno dato esito negativo.

L’USAV rileva che i detergenti e i disinfettanti in cui è stato mescolato il Fipronil non sono presenti sul mercato svizzero e non vi sono indizi di collegamenti fra l’azienda che lo ha prodotto e altre imprese svizzere. Dal 2014 è proibito l’utilizzo di prodotti contenenti Fipronil nell’agricoltura svizzera. L’USAV sottolinea che non è necessario procedere a nuove prove e analisi poiché non risulta che tale prodotto sia in uso nelle aziende di pollame elvetiche.

Il caso era scoppiato lo scorso 4 agosto, quando in alcune spedizioni di uova provenienti dai Paesi Bassi erano stati riscontrati residui di Fipronil. Anche se le quantità rilevate non erano tali da costituire un pericolo per la salute dei consumatori, i distributori hanno deciso comunque di ritirare la vendita delle uova interessate, scrive l’USAV.

(Ats)

Oggi, 15:452017-08-21 15:45:50
Paolo Ascierto @laRegione

Una vendemmia ottima, ma dal retrogusto amaro

Quella del 2017 sarà una dolce vendemmia. Dolce come i chicci d'uva “con gradazioni zuccherine già oggi elevate” e particolarmente precoce: per chi vinifica bianco la...

Quella del 2017 sarà una dolce vendemmia. Dolce come i chicci d'uva “con gradazioni zuccherine già oggi elevate” e particolarmente precoce: per chi vinifica bianco la raccolta dei frutti comincerà ancora negli ultimi giorni di agosto. Una decina giorni più tardi – e quindi a metà settembre – toccherà invece ai rossi. Insomma, tutto bene per la Federviti che per questo autunno si aspetta una qualità della vendemmia “da buona a ottima” e una quantità sufficiente, anche se “sotto la media decennale di 56mila quintali” d'uva.

Tutto bene o quasi. Il gelo della scorsa primavera e la grandine lasceranno infatti un retrogusto amaro nell'annata 2017. Basti pensare che tra Gordola e Tenero quasi trenta ettari di vite sono stati 'cancellati' dal maltempo di inizio luglio.

Il servizio completo sull'edizione cartacea di domani.

Oggi, 15:382017-08-21 15:38:04
@laRegione

Rissa con coltello, automobilisti oggi a processo

Si è aperto oggi davanti al Tribunale di Losanna il processo di due automobilisti, affrontatisi a coltellate e con bastone da hockey nel giugno 2016, all’uscita...

Si è aperto oggi davanti al Tribunale di Losanna il processo di due automobilisti, affrontatisi a coltellate e con bastone da hockey nel giugno 2016, all’uscita autostradale Losanna-Vennes.

Uno di essi era rimasto gravemente ferito. La rissa era avvenuta verso la mezzanotte, dopo che i due automobilisti si erano provocati vicendevolmente lungo un tratto autostradale, accelerando e frenando. Usciti dall’A1 a Vennes e giunti a un crocevia, il primo – un giovane di 23 anni – si è fermato e ha chiesto al secondo – che gli aveva mostrato il dito medio – di uscire dalla vettura, per poi sputargli il faccia.

"Allora ho capito che ci saremmo affrontati e ho usato il bastone per difendermi", ha indicato oggi il giocatore di hockey, uno svizzero di 27 anni. Il 23enne ha reagito con il coltello che portava con sé, pugnalando l’avversario a cinque riprese.

Accusato principalmente di tentato omicidio, il giovane ha già trascorso 14 mesi in detenzione preventiva. Il 27enne, dal canto suo, è accusato di lesioni personali per i colpi dati con il bastone all’altro protagonista della rissa. La sentenza sarà comunicata nei giorni che seguiranno il processo.

(Ats)

Oggi, 15:372017-08-21 15:37:29
Alfonso Reggiani @laRegione

Lugano, inaugurata l'area per camper in via Tassino

È stata inaugurata stamane la nuova zona di sosta per camper o roulotte in via Tassino a Lugano. Un nuovo spazio, realizzato a beneficio dei camperisti in...

È stata inaugurata stamane la nuova zona di sosta per camper o roulotte in via Tassino a Lugano. Un nuovo spazio, realizzato a beneficio dei camperisti in transito, con otto stalli, dove si può sostare per un massimo di 48 ore, con un’area attrezzata e provvista di acqua potabile e corrente elettrica. Hanno presentato il progetto Marco Borradori, sindaco di Lugano, Roberto Badaracco, capo Dicastero cultura, sport ed eventi e Roberto Battaglioni, presidente dell’Associazione camperisti della Svizzera italiana. L’iniziativa ha richiesto un investimento di 27mila franchi e mira a sostenere il comparto del turismo itinerante, che concorre a richiamare sul territorio visitatori provenienti da diversi Paesi. Il turismo in camper rappresenta oggi una risorsa importante per i Comuni dotati di una struttura ricettiva adeguata: da alcuni studi emerge come i camperisti siano visitatori molto dinamici, attratti dalle offerte culturali e naturalistiche di una particolare destinazione, interessati allo shopping, agli itinerari enogastronomici e ai percorsi legati alle tradizioni locali.

Oggi, 15:142017-08-21 15:14:09
@laRegione

Un crimine contro la persona non basta per revocare la naturalizzazione

Seppur riprovevoli, i reati contro la vita e l’integrità della persona non giustificano la revoca della cittadinanza a un naturalizzato....

Seppur riprovevoli, i reati contro la vita e l’integrità della persona non giustificano la revoca della cittadinanza a un naturalizzato. Una simile disposizione sarebbe sproporzionata, scrive il Consiglio federale in risposta ad una mozione del consigliere nazionale Lorenzo Quadri (Udc/Lega) che raccomanda al plenum di respingere.

Secondo Quadri la prassi attuale per la revoca della cittadinanza è troppo restrittiva: essa trova applicazione al massimo nei casi di terrorismo o di spionaggio. Ma anche nei casi di terrorismo, indica il deputato leghista, la revoca non è imperativa.

Per il consigliere nazionale ticinese, chi si macchia dei crimini più gravi, in particolare quelli contro la vita e l’integrità della persona, non deve mantenere la cittadinanza svizzera nell’interesse della sicurezza e della reputazione della Svizzera.

A detta di Quadri, una maggiore severità contribuirebbe a “dare valore al passaporto elvetico, che premia l’integrazione dello straniero”.

Oggi, 15:052017-08-21 15:05:44
@laRegione

Zurigo, uccise la moglie a coltellate ma non è imputabile. Rimarrà in una clinica psichiatrica

Un uomo di 39 anni che nell’agosto 2015 uccise a coltellate la moglie 31enne ad Hedingen (ZH) rimarrà fino a...

Un uomo di 39 anni che nell’agosto 2015 uccise a coltellate la moglie 31enne ad Hedingen (ZH) rimarrà fino a nuovo avviso in una clinica psichiatrica. Il tribunale distrettuale di Affoltern (ZH) lo ha giudicato oggi non imputabile. Senza tener conto dei suoi gravi disturbi psichiatrici, l’uomo avrebbe potuto essere giudicato colpevole di omicidio intenzionale, ha affermato oggi il presidente della corte presentando la sentenza. Il Tribunale ha ordinato nei confronti del 39enne cittadino americano una misura stazionaria, proprio come chiedeva, in considerazione dell’alto rischio di recidiva, l’autore della perizia psichiatrica.

Il grave fatto di sangue risale alle prime ore del 26 agosto di due anni fa. L’uomo colpì a più riprese con un coltello da cucina la moglie 31enne, una cittadina svizzera che morì a distanza di alcuni giorni in ospedale. Dall’inchiesta è emerso che l’uomo agì in uno stato di psicosi: inferse le coltellate alla moglie, perché credeva che rappresentasse una minaccia per lui. La perizia psichiatrica ha diagnosticato un grave disturbo paranoico-schizofrenico che l’imputato è riuscito per anni a nascondere. Al processo si è appreso che due giorni prima di venire accoltellata, la moglie chiamò i servizi di soccorso perché il marito le appariva completamente confuso. L’uomo fu allora portato in clinica, da dove fu rilasciato il giorno successivo. Non sono tuttavia emersi elementi di rilevanza penale nei confronti del personale della clinica, ha detto all’ats la procuratrice che si è occupata dell’inchiesta. La coppia si era conosciuta negli USA, dove la donna si era recata per un soggiorno linguistico. L’imputato viveva in Svizzera dall’agosto 2013 e aveva trovato un impiego come portinaio. A quanto si è appreso, aveva spesso manie di persecuzione. Si era ad esempio messo in testa che i numeri civici, dei parcheggi o delle targhe delle automobili avessero dei significati segreti e credeva che la CIA lo inseguisse per ucciderlo.

Oggi, 14:542017-08-21 14:54:13
@laRegione

Primo colpo di piccole per l'Aéropôle di Payerne

Dopo vent’anni di trattative, è stato dato oggi il primo colpo di piccone del futuro Aéropôle di Payerne (VD), un complesso aeroportuale destinato ai voli...

Dopo vent’anni di trattative, è stato dato oggi il primo colpo di piccone del futuro Aéropôle di Payerne (VD), un complesso aeroportuale destinato ai voli commerciali. I lavori dovrebbero durare 18 mesi.

Lo stabile ospiterà fra l’altro la compagnia aerea Speedwings, che opererà con una flotta di sette jet. Il suo presidente, l’uomo d’affari Damien Piller, si è rallegrato che il progetto sia ormai entrato nel concreto, grazie alla collaborazione – ha sottolineato – fra il comune di Payerne, i Cantoni Vaud e Friburgo, nonché le autorità militari che hanno aperto la pista al traffico civile.

Per la sindaco di Payerne Christelle Luisier, l’infrastruttura, che ospiterà anche imprese attive nel settore aeronautico, diventerà un “motore di sviluppo” economico per l’intera regione della Broye.

Poco più di un anno fa, nell’aerodromo era stata inaugurata un’area pavimentata di 25’000 mq e un taxiway, una strada lunga 300 metri sulla quale circola l’aereo dopo essere atterrato. Payerne potrà accogliere in futuro fino a 8400 movimenti aerei civili all’anno, contro circa 400 attualmente.

Oggi, 14:442017-08-21 14:44:11
@laRegione

Successione Burkhalter, la direzione Plr lascia libertà di voto

Per la successione del consigliere federale Didier Burkhalter ci sono sempre tre candidati in lizza. Il Comitato direttivo del Plr ha preso atto...

Per la successione del consigliere federale Didier Burkhalter ci sono sempre tre candidati in lizza. Il Comitato direttivo del Plr ha preso atto delle candidature di Ignazio Cassis, Isabelle Moret e Pierre Maudet, ma non dà nessuna raccomandazione di voto.

Il gruppo parlamentare del partito deciderà il prossimo primo settembre a Neuchâtel quanti e quali candidati suggerire all’Assemblea federale all’elezione in Consiglio federale, comunica il comitato direttivo del Ppl in una nota odierna. L’elezione avverrà il 20 settembre.

I tre candidati sono stati nominati dalla loro sezione cantonale del partito per la successione di Burkhalter. Oggi inizieranno una serie di apparizioni pubbliche. Si partirà da Zugo, per andare mercoledì a Basilea e venerdì a Friburgo.