NJ Devils
PHI Flyers
01:00
 
CHI Blackhawks
SJ Sharks
01:00
 
BOS Bruins
VAN Canucks
01:00
 
a-un-anno-dalla-pandemia-dimezzato-l-uso-dei-mezzi-pubblici
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
consiglio di stato
6 ore

Friburgo: la destra mantiene la maggioranza

Dopo un primo turno favorevole a socialisti e Verdi, con quattro candidati tra i primi sette, alla fine il risultato è stato ribaltato
votazioni cantonali
6 ore

A Zurigo legge sull’energia pulita, in Vallese stop ai predatori

A Ginevra si potranno destituire i consiglieri di Stato, eredità del caso Maudet. A Basilea Campagna nuovo piano di integrazione per gli stranieri
Svizzera
8 ore

Sì a Legge Covid e cure infermieristiche. Giustizia, secco No

La modifica della Legge Covid passa con il 62%; 61% e maggioranza dei cantoni per le cure infermieristiche. No al 68,1% per il sorteggio dei giudici
Svizzera
11 ore

Nasce ‘Aufrecht Schweiz’, il movimento politico corona-scettico

Gli oppositori alle misure anti-Covid, fra cui gli ‘Amici della Costituzione’, si uniscono in un movimento con l’obiettivo di entrare nelle istituzioni
Svizzera
12 ore

Verso il Sì alla Legge Covid-19. Segui i risultati in diretta

Secondo le prime tendente, si profila un Sì per Legge Covid-19 e cure infermieristiche, No al sorteggio dei giudici federali
Svizzera
13 ore

Votazioni, polizia erige protezioni attorno a Palazzo federale

Nei giorni scorsi i contrari alle misure anti-Covid avevano lanciato sulle reti sociali appelli per una manifestazione davanti al Parlamento
Svizzera
14 ore

‘La nuova variante si diffonderà anche in Svizzera’

A dirlo è la presidente della task force Covid-19 del Consiglio federale Tanja Stadler
Svizzera
14 ore

Giornata di votazioni federali e cantonali

A livello svizzero gli oggetti in votazione sono la Legge Covid-19, l’iniziativa ‘Per cure infermieristiche forti’ e l’iniziativa sulla giustizia
Svizzera
26.10.2021 - 09:050
Aggiornamento : 14:29

A un anno dalla pandemia dimezzato l’uso dei mezzi pubblici

Secondo i dati del microcensimento mobilità e trasporti, a inizio 2021 è stato percorso il 31% di km in meno rispetto all’anno precedente

a cura de laRegione

Il Covid-19 ha ridotto di quasi un terzo la mobilità in Svizzera. L’uso dei mezzi pubblici di trasporto pubblici è addirittura dimezzato.

Nel traffico individuale motorizzato, la distanza media giornaliera percorsa è diminuita del 27%. Con una media di 3,6 km al giorno, le distanze percorse sui mezzi pubblici sono invece scese del 52% rispetto all’inizio del 2020 (7,5 km). Le distanze percorse a piedi e in bicicletta sono rimaste praticamente costanti.

I dati pubblicati oggi sono il risultato del Microcensimento mobilità e trasporti (MCMT) realizzato dall’Ufficio federale di statistica (UST) e dall’Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE). Il confronto prende in considerazione le otto settimane tra il 10 gennaio e il 6 marzo 2021 - che corrisponde all’incirca al periodo del “secondo confinamento” - e lo stesso periodo dell’anno precedente.

Dallo studio emerge che, prendendo in considerazione solo i percorsi all’interno della Svizzera, le persone intervistate all’inizio del 2021 hanno percorso in media 21,8 km al giorno. La distanza media giornaliera per persona è diminuita quindi di 9,8 km o del 31% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (31,6 km).

Il calo maggiore, pari al 39% (o 17 km in meno), si riferisce alle distanze giornaliere percorse dei giovani dai 18 ai 24 anni. Secondo l’UST, ciò sarebbe riconducibile all’introduzione dell’insegnamento a distanza nelle scuole universitarie e alla chiusura delle strutture per il tempo libero.

Mobilità degli acquisti costante

Durante il “secondo lockdown” sono aumentate le attività non sportive all’aperto: le distanze percorse per le passeggiate sono aumentate di oltre la metà. Nel complesso, le distanze percorse nel tempo libero sono tuttavia diminuite del 34%. Ed anche se questo calo è stato maggiore rispetto ai viaggi di lavoro (scesi del 27%), il tempo libero è rimasto il motivo più importante per gli spostamenti (38%).

Secondo l’UST, colpisce inoltre il fatto che, nonostante le chiusure parziali dei negozi e il boom degli acquisti online, le distanze percorse per fare acquisti non sono diminuite significativamente durante la pandemia.

Gli effetti dell’home office

Dalla metà di gennaio 2021, in Svizzera è stato introdotto l’obbligo parziale di lavorare da casa. In questo periodo il 50% delle persone intervistate ha avuto la possibilità di lavorare almeno in parte da casa. Un anno prima questo tasso era del 38%.

Per le persone che hanno fatto ricorso all’home office, la distanza percorsa quotidianamente per recarsi al lavoro si è dimezzata, passando da 18,3 a 9,5 km. Per le altre persone occupate, la distanza percorsa per andare al lavoro non ha invece subito variazioni significative.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved