ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
47 min

‘Appalti internazionali, si chieda il certificato anti-mafia’

Con una mozione Ermotti-Lepori e altri deputati invitano il Consiglio di Stato a modificare il regolamento della legge sulle commesse pubbliche
Luganese
49 min

Lugano, crisi in vista: nel 2023 -20% di reddito disponibile

Un rapporto della Statistica urbana prevede tempi duri per i cittadini di Lugano qualora l’attuale crisi perdurasse con la stessa intensità
Luganese
1 ora

Manno, datore di lavoro a processo per omicidio colposo

I fatti riguardano la morte di un suo dipendente nel 2017, caduto da circa 6 metri di altezza mentre lavorava. Secondo la difesa è colpa della vittima
Ticino
1 ora

Certificati Covid in azienda: ‘Una misura che non serve più’

Lo sostiene la commissione sanità e sicurezza sociale, che invita il Gran Consiglio a respingere una mozione dell’Udc Pamini (dell’ottobre 2021) sul tema
Ticino
1 ora

Ffs, aumentano i passeggeri e i treni in transito in Ticino

Roberta Cattaneo: ‘Alle 70mila persone sui Tilo dobbiamo aggiungere le molte che usano Ir e Ic’. Zali: ‘Traffico passeggeri incrementato del 15%’
Ticino
2 ore

‘È una risposta concreta ai bisogni degli anziani’

La commissione parlamentare Sanità e sicurezza sociale firma il rapporto di Lorenzo Jelmini favorevole alla Pianificazione integrata
Luganese
2 ore

Lugano, riciclaggio di denaro: 39enne a processo

L’uomo, domiciliato nel Sopraceneri, avrebbe fatto parte di un ‘giro di truffa carosello’ per l’ammontare di circa 16,4 milioni di franchi
Ticino
2 ore

Malattie trasmissibili: esclusione da centri diurni e colonie

La nuova direttiva del medico cantonale estende il campo di applicazione. Giorgio Merlani: ‘Chiediamo il massimo scrupolo’
Mendrisiotto
3 ore

Oggi il punto di riferimento è l’Ente regionale per lo sport

A un anno dal varo si è già risposto ai bisogni del territorio. A cominciare dalla logistica. Lurati: ‘Il 2023 sarà il vero Anno zero’
Bellinzonese
3 ore

Ospedali di valle, Gina La Mantia nominata presidente

L’attuale presidente del Gran Consiglio è stata eletta al vertice dell’associazione, dopo la scomparsa di Tiziana Mona
10.03.2021 - 12:07

Liceo di Bellinzona, 23 docenti offrono lezioni di recupero

Iniziativa spontanea e gratuita di un gruppo d'insegnanti per dare una mano agli studenti maggiormente in difficoltà

liceo-di-bellinzona-23-docenti-offrono-lezioni-di-recupero
L'iniziativa partirà nei prossimi giorni (Ti-Press)

Una ventina di docenti del Liceo di Bellinzona si è rimboccata le maniche per allestire un progetto di sostegno didattico a favore degli allievi in difficoltà. Si tratta di un’iniziativa personale, volontaria e gratuita che la Direzione appoggia garantendo il supporto logistico. Nel testo inviato nei giorni scorsi al corpo studentesco viene specificato che si tratta di un aiuto “limitato ma concreto” che “pur non potendo offrire alcuna garanzia di successo, consentirà verosimilmente di recuperare fiducia e studiare con maggiore efficacia”. La lodevole iniziativa parte da una constatazione di fondo secondo cui il percorso liceale “non è semplice” specie considerando gli ostacoli supplementari aggiuntisi durante l’ultimo anno: “Da un lato le condizioni del passaggio all’ordine scolastico o alla classe successivi sono state meno restrittive; dall’altro la preparazione tramite la didattica a distanza si è rivelata in generale meno efficace”.

Opinioni a confronto

Al tema, ricordiamo, la scorsa estate la redazione bellinzonese della ‘Regione’ ha dedicato quattro pagine di approfondimento partendo dalle severe critiche espresse da alcuni genitori nei confronti di quei ‘prof’ che durante il lockdown avevano drasticamente ridotto l’insegnamento; critiche cui alcuni docenti hanno replicato evidenziando l’impegno profuso e le difficoltà generali dell’insegnamento in remoto; dibattito cui ha preso parte anche il Sindacato degli studenti che ha sollecitato il Decs affinché avviasse corsi di recupero; pure messo in luce un sondaggio fra studenti sulla qualità dell'insegnamento offerto a distanza.

Il perché della mano tesa

Su questi punti, la riflessione messa ora nero su bianco dagli insegnanti che hanno deciso di attivarsi spontaneamente, è che “potrebbero essere emerse l’impressione di non aver potuto approfittare nel modo giusto delle lezioni in remoto, nonché l’esigenza urgente di rivedere in modo puntuale alcune tematiche affrontate in quel modo inedito”. A queste riflessioni si aggiunge il fatto che le incertezze economiche “pesano su alcune famiglie più che su altre: si pensi per esempio ai nuclei familiari monoreddito, o a genitori che lavorano nei settori maggiormente colpiti dalle misure restrittive di protezione”. Famiglie per le quali “il ricorso alle lezioni private può risultare troppo oneroso”.

Non esclusa la necessità di selezionare

Da qui ha preso vita l’iniziativa di 23 docenti che durante le prossime settimane metteranno a disposizione gratuitamente una novantina di ore (quattro ciascuno) in tutti gli ambiti disciplinari. Gli allievi potranno iscriversi tramite il formulario ottenibile in segreteria; qualora la richiesta fosse oltremodo elevata, sarà fatta una scelta basata sulle priorità dettate dal profitto del singolo allievo a dalla sua capacità di definire le proprie difficoltà.

Leggi anche:

Liceo di Bellinzona, dure critiche al corpo insegnante

Liceo di Bellinzona e lockdown: ora parlano i docenti

Liceo di Bellinzona e lockdown, 'bilancio in chiaro-scuro'

Liceo Bellinzona, gli allievi chiedono un approccio diverso

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved