Lazio
0
Atalanta
0
1. tempo
(0-0)
Zugo
4
Langnau
2
2. tempo
(3-0 : 1-2)
Ambrì
2
Davos
2
2. tempo
(2-1 : 0-1)
Friborgo
2
Lakers
2
3. tempo
(0-1 : 2-0 : 0-1)
Ginevra
1
Bienne
2
2. tempo
(1-0 : 0-2)
Lugano
1
Berna
2
2. tempo
(0-1 : 1-1)
Visp
4
Ticino Rockets
3
fine
(0-0 : 2-1 : 1-2 : 1-0)
La Chaux de Fonds
4
Zugo Academy
1
3. tempo
(2-0 : 0-0 : 2-1)
Kloten
5
Sierre
0
2. tempo
(1-0 : 4-0)
BUF Sabres
6
PHI Flyers
2
3. tempo
(4-2 : 1-0 : 1-0)
BOS Bruins
0
WIN Jets
1
1. tempo
(0-1)
l-anno-della-pandemia-e-delle-truffe-digitali
Ti-press
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
4 ore

Zurigo: rilevata la temuta malattia di Newcastle

Diverse galline ovaiole di un’azienda zurighese sono state infettate dal virus altamente contagioso
Svizzera
5 ore

Berna: ancora proteste contro le misure Covid

La dimostrazione, non autorizzata, ha coinvolto circa 2’000 persone, e si è tenuta alla presenza di un nutrito contingente di poliziotti
Svizzera
6 ore

Segue il navigatore e guida contromano per 12 km sulla A2

La conducente, una 64enne, stava percorrendo la galleria del Seelisberg alle due di notte quando, su indicazione del Gps, ha fatto inversione di marcia
Svizzera
8 ore

Il Long Covid causa 1’800 richieste pendenti all’AI

Le persone interessate denunciano sintomi quali estrema stanchezza, mancanza del respiro, difficoltà di concentrazione
Svizzera
11 ore

Sommaruga: ‘situazione energetica tesa, ci stiamo preparando’

Il governo dovrebbe obbligare dal prossimo inverno le aziende del settore a prevedere riserve d’emergenza di energia idroelettrica
Svizzera
11 ore

Berset vede la fine del certificato Covid

Secondo il ministro della sanità ‘il periodo del certificato sembra arrivare alla fine’
Svizzera
15 ore

Un divieto tra etica e bisogni della scienza

Il 13 febbraio ennesima votazione sul tema della sperimentazione animale. Una questione controversa. Le opinioni di una favorevole e di un contrario
Svizzera
1 gior

Impressum per il ‘sì’ all’aiuto ai media

I delegati della più grossa associazione di giornalisti si esprimono all’unanimità
Svizzera
1 gior

Svizzeri ben disposti a cambiare lavoro

Dallo scoppio della pandemia ha cambiato occupazione una persona su quattro, in cerca di un migliore equilibrio tra attività professionale e vita privata
Svizzera
1 gior

Il World Economic Forum sarà a Davos dal 22 al 26 maggio

Il tema del Wef, inizialmente previsto in gennaio, sarà “Lavorare insieme, ripristinare la fiducia” (Working Together, Restoring Trust)
Svizzera
22.03.2021 - 10:250
Aggiornamento : 12:16

L'anno della pandemia e delle truffe digitali

Oltre 24mila: interessati acquisti on line, immobiliari e finte relazioni amorose. Ecco la statistica criminale

Nel 2020, caratterizzato dalla pandemia di Covid-19, in Svizzera le varie polizie hanno registrato 24'398 reati digitali, quali per esempio truffe legate agli acquisti online, agli annunci immobiliari o alla simulazione di una relazione amorosa. È quanto emerge dai primi risultati ottenuti dalla statistica criminale di polizia (SCP) dell'Ufficio federale di statistica (UST). Sono invece calati i furti con scasso e con introduzione clandestina.

Dei quasi 24'400 reati di criminalità digitale commessi lo scorso anno, l'84,2% riguardava la "cibercriminalità economica", il 10,7% i "ciberdelitti sessuali" e il 5,1% le "ciberlesioni della reputazione e pratiche sleali", indica l'UST in una nota odierna, in cui si precisa che tali reati sono presi in considerazione per la prima volta nella statistica.

Reati "tipicamente digitali"

Per quanto attiene ai reati "tipicamente digitali", dalla SCP risulta che l'82,7% concerneva il danneggiamento di dati, l'81,3% la pornografia, il 79,3% il riciclaggio di denaro e il 70,4% la truffa (70,4%).

Le persone danneggiate per queste infrazioni digitali ammontavano a 15'714 e si suddividevano in particolare in 8'056 uomini (58%), 5'822 donne (42%) e 1'834 persone giuridiche. In generale, quando si interpretano queste cifre occorre tener presente che si sta parlando solo di quelli noti alla polizia, precisa ancora l'UST.

Furti con scasso in calo

Per quanto riguarda le altre categorie di reati, nel 2020, in tutta la Svizzera sono stati denunciati 32'819 furti con scasso e con introduzione clandestina. Si tratta del 9,9% in meno rispetto al 2019 e viene così confermato il costante calo dal 2012.

"La popolazione era maggiormente presente in casa a causa del telelavoro", ha spiegato il presidente della Conferenza dei comandanti delle polizie cantonali, Mark Burkhard, citato in una nota.

Se la maggior parte dei furti è diminuita, come quelli "non altrimenti specificati" (-14,6%) e quelli "con borseggio" (-28,7%), i furti di veicoli o quelli "con scasso di veicolo" sono invece aumentati rispettivamente del 15,4% e del 7,4%. Anche il numero di furti di biciclette elettriche denunciati alla polizia, che ammonta a 6'082 reati, è fortemente progredito nell'anno pandemico rispetto a quello precedente (+37,5%).

Stabile il numero di omicidi

Nel 2020 la polizia ha inoltre registrato 47 omicidi (46 nel 2019), 28 dei quali commessi in situazioni di violenza domestica (29 nel 2019). Per quanto riguarda le vittime, risulta che 11 di loro sono donne uccise dal partner o dall'ex-partner, mentre 9 sono bambini uccisi da uno dei genitori.

I reati di violenza grave denunciati nel 2020 sono stati 1'668, ovvero 137 in più (+8,9%) rispetto al 2019, quando ammontavano a 1'531. Tale incremento riguarda in particolar modo i tentati omicidi (+45 reati), le violenze carnali (+34) e le lesioni gravi (+32).

Stando alla task force "Violenza domestica e Covid-19" della Confederazione, durante la pandemia si è assistito a un numero crescente di conflitti famigliari in tutte le regioni del Paese.

Altri reati complessivamente in calo

La SCP ha infine esaminato i reati ai sensi del Codice penale (CP), della legge sugli stupefacenti (LStup) e della legge sugli stranieri e la loro integrazione (LStrI) registrati dalla polizia.

Per queste tre leggi, tra il 2019 e il 2020 sono state osservate delle diminuzioni dell'ordine rispettivamente del 2,4%, 9,4% e 11,5%. Per quanto riguardato le infrazioni al CP, si tratta dell'ottavo calo consecutivo e non è quindi imputabile unicamente alla situazione straordinaria legata all'epidemia di coronavirus.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved