noe-ponti-pazzesca-medaglia-di-bronzo-nei-100-delfino
+5
31.07.2021 - 03:51
Aggiornamento: 11:00

Noè Ponti, pazzesca medaglia di bronzo nei 100 delfino

Ticino nell'Olimpo grazie al terzo posto del ticinese in una finale nuotata in 50''74, record svizzero e crono straordinario. Titolo a Dressel, argento a Milak

Folle, straordinario Noè Ponti, medaglia di bronzo nei 100 delfino, alle spalle solo dei mostri sacri della disciplina, lo statunitense Caeleb Dressel (oro con il record del mondo abbassato a 49''45)) e l'ungherese Kritof Milak (argento in 49''68). 50''74 il crono del 20enne ticinese, recod svizzero di due centesimi inferiore al 50''76 della già storica semifinale

«Pazzesco, stento a crederci - ha detto Noè a caldo ai microfoni Rsi -, ho fatto una medaglia alle Olimpiadi. Dopo la semifinale volevo piangere, ma mi sono imposto di resistere ancora un giorno. Mai vista una finale così veloce, i primi due 49'', altri due sotto i 51''... Pazzesco. Fino a una settimana manco pensavo di centrarla, la finale. Ho mancato la medaglia agli Europei, ho mancato la finale nei 200, ma è arrivata questa medaglia. Avevo visualizzato la mia gara già prima, mi vedevo nuotare, mi vedevo arrivare terzo, ma poi dovevo spegnere le immagini perché subentravano le emozioni».

Tornato a parlare dopo la premiazione, Noè ha confessato di essersi «un po' smarrito, in quanto non avvezzo a una premiazione del genere. Seguivo gli altri per capire dove andare. Sul podio... un sogno che si avvera, non ho parole. Ringrazio tutti quelli che mi hanno sostenuto e accompagnato in questa avventura, grazie a tutti quelli che si sono fatti sentire. Con questo risultato mi auguro di aver stimolato un po' i giovani ticinesi affinché possano abbracciare il nuoto».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
100 delfino noè ponti tokyo 2020
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved