tessa-prati-le-parole-di-schonenberger-hanno-conseguenze
Iscriviti alla newsletter
Ogni giorno la redazione seleziona le notizie che compongono la nostra newsletters.
Per riceverla tramite email, iscriviti, l'invio è gratuito
ULTIME NOTIZIE Newsletter
Newsletter
1 gior

Sui grandi predatori, c’è chi chiede più soldi e chi meno lupi

Su laRegione oggi: chiesto un credito per misure contro il predatore; viaggio nelle piscine del Sottoceneri; Tommasi e la Fatal Verona; Storie mondiali
Newsletter
2 gior

E se Cenerentola avesse avuto un’app?

Oggi su laRegione: il rilancio di Chiasso, la superficie insidiosa di Wimbledon, il primo romanzo storico di Mattia Bertoldi e il commento di Aldo Sofia
Newsletter
4 gior

Venticinque anni fa, morsi alle orecchie e magie a Hogwarts

Su laRegione oggi: Speziali sulle imposte di circolazione; la scissione M5S; Monteceneri e risparmio idrico; Tyson vs. Holyfield; 25 anni di Harry Potter
Newsletter
5 gior

Ma che caldo farà, in Svizzera? Tanto, e sempre di più

Su laRegione oggi: scenari climatici ‘roventi’ per il futuro; violenza giovanile a Locarno, il punto; Nolan Quinn premiato a Jazz Ascona
Newsletter
6 gior

Permessi di soggiorno: la polizia mette il naso nei cassetti

I 50 di Zidane, la lontana parità salariale per le calciatrici svizzere, un concorso per un grado di polizia non previsto, fini e mezzi della politica
Newsletter
1 sett

La guerra del whisky, senza feriti e senza morti

Su LaRegione: chiusa la contesa territoriale fra Canada e Danimarca; PolCom Locarno, ipotesi interim; l’Ungheria e il calcio d’oggi; Wimbledon e potere
Newsletter
1 sett

Il menu dei ristoranti sarà presto più ‘pesante’ per il borsello

Su laRegione oggi: rincari in vista per la ristorazione; Unia chiede salari più alti; a Montagnola ancora aperta la vicenda del maestro; M5S allo sbando
Newsletter
1 sett

Nel Mendrisiotto il traffico diventa... anche un sondaggio

Il rumore e l’inquinamento quanto impattano sulla qualità della vita? Oggi su laRegione pure il percorso per cani a Bellinzona e novità per Ronco s/Ascona
12.05.2022 - 05:30

Tessa Prati: le parole di Schönenberger ‘hanno conseguenze’

Revisione del Codice di procedura civile, il giorno dopo con Roberto Porta. E ancora: a quattr’occhi col presidente dei Verdi Jürg Grossen

Le parole espresse da Nicola Schönenberger sul Partito socialista di Lugano e in particolare sulla sua municipale Cristina Zanini Barzaghi sono «estremamente pesanti e ineleganti». La replica all’ex capogruppo dei Verdi arriva da Tessa Prati, copresidente della sezione luganese del Ps: «Dichiarazioni che hanno conseguenze sui rapporti futuri fra i due partiti», afferma, aggiungendo che l’intenzione sembrerebbe quella di «impedire una possibile coalizione rossoverde» alle elezioni cantonali.

‘La fragilizzazione viene da destra’. Inizia così la riflessione di Roberto Porta, presidente dell’Associazione dei giornalisti ticinesi in merito alla decisione adottata martedì dal Consiglio nazionale di approvare la revisione del Codice di procedura civile per consentire a un giudice di bloccare in modo urgente e cautelare la pubblicazione o messa in onda di un servizio giornalistico o di una parte di esso nel caso in cui possa causare un ‘pregiudizio grave’ al soggetto in questione, e non più ‘particolarmente grave’ come prevede la legge vigente, e questo prima di sentire le ragioni dei giornalisti.

Nell’edizione odierna, Stefano Guerra propone un’intervista a 360 gradi a Jürg Grossen, presidente dei Verdi svizzeri, un partito, per dirla con le parole del suo timoniere ‘ottimista, paziente, tenace e preparato alla maratona’. E, ancora, un partito che ‘offre risposte differenziate’.

Giulia Lami, docente di Storia contemporanea d’Europa fra Est e Ovest e Storia dell’Europa orientale all’Università degli Studi di Milano, ospite di Chiassoletteraria, dal canto suo dalle pagine di culture e società apre una finestra sull’Ucraina e sul conflitto innescato dalla Russia, cercando di giustificarlo con la presunta liberazione dal nazismo.

Franco Zantonelli nel commento odierno punta invece i riflettori sulla figura di Hansjörg Wyss, sorta di antitesi di Christoph Blocher nonché miliardario balzato agli onori delle cronache recenti per aver messo gli occhi sul Chelsea di Roman Abramovich. Ed è proprio sulle sue dissonanze con il partito di Blocher che si sofferma la penna del commentatore.

Buona lettura!

Leggi anche:

Lugano, Schönenberger: ‘Zanini Barzaghi non è all’altezza’

Schönenberger, Prati: ‘Parole pesanti’. Alleanza a rischio?

‘La destra sta fragilizzando sempre più il giornalismo’

‘Ottimisti, tenaci, pazienti, preparati alla maratona’

Ucraina: Giulia Lami parla, Moni Ovadia straparla

Hansjörg Wyss, l’anti-Blocher che si prese il Chelsea

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
franco zantonelli giulia lami jürg grossen nicola schönenberger roberto porta
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved