ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
1 ora

Per l’ente turistico un ‘Preventivo 2023 prudente’

Molte incertezze date dalla situazione internazionale. Previsto un disavanzo di oltre 60mila franchi. Circa i pernottamenti il 2022 si prospetta positivo.
Grigioni
1 ora

Grono mira a rendere meno cara la vita ai suoi cittadini

Popolazione preoccupata in particolare dall’aumento della bolletta elettrica. Moltiplicatore: il Municipio propone di ridurlo al 90%
Luganese
1 ora

Lugano, carovita al 2,5% per i dipendenti della Città

Il Municipio adegua le scale salariali del personale e il presidente della Commissione Fabio Schnellmann esprime soddisfazione
Mendrisiotto
1 ora

Valichi secondari, ‘di notte bisogna chiuderli’

Lorenzo Quadri (Lega) presenta una mozione al Consiglio federale, dopo l’insuccesso di una analoga presentata nel 2014 dalla collega di partito Pantani
Bellinzonese
2 ore

Esplode la spesa ‘perché il Municipio non ha fatto i compiti’

Preventivo ’23 di Bellinzona: la maggioranza Plr, Sinistra e Centro della Gestione giudica troppo blanda la spending review e teme misure drastiche
Locarnese
2 ore

Il Museo di Val Verzasca nominato all’EMYA 2023

Tra i sette istituti culturali svizzeri iscritti per il prestigioso riconoscimento europeo vi è anche la struttura con sede a Sonogno
Locarnese
5 ore

Sull’argine di Losone correre è tutta un’altra cosa

Grazie all’apposito fondo di rivestimento e alle demarcazioni podistiche è possibile svolgere allenamenti specifici in mezzo alla natura
Ticino
6 ore

Un appello per l’Ucraina (e contro Putin)

È quello reso pubblico da Verdi, Ps, Mps e altre formazioni progressiste in previsione della Giornata mondiale dei diritti umani
Locarnese
6 ore

Hangar 1, il Cantone risponde alle Città

Sul futuro dell’aviorimessa all’Aeroporto di Locarno, il CdS ha raggiunto un’intesa con la Aelo Maintenance, che si occuperà della ricostruzione
24.09.2021 - 18:14
Aggiornamento: 19:03

Vaccino, in Ticino non cresce il numero di dosi somministrate

Il Cantone è in controtendenza rispetto alla media svizzera, ma Zanini spiega il motivo: ‘Abbiamo già un alto tasso di persone immunizzate’

vaccino-in-ticino-non-cresce-il-numero-di-dosi-somministrate
Ti–Press
Il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini

In Svizzera il numero di vaccinazioni giornaliere è cresciuto rispetto all’estate, si legge nel comunicato della Confederazione. In Ticino invece no. Meno interesse per il farmaco a sud delle Alpi? Secondo il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini la differenza si spiega in un altro modo: «Noi, rispetto ad altri cantoni, abbiamo una parte importante della popolazione che si è già vaccinata». L’incremento che si registra in Svizzera è dunque dovuto alle grandi richieste in regioni con un tasso di adesione molto inferiore. Per esempio, in Appenzello Interno la percentuale di popolazione che ha ricevuto almeno una dose è inferiore di circa 13 punti rispetto al Ticino.

«In alcuni cantoni, come l’Obvaldo, sono stati presi d’assalto». Cosa che non è successa alle nostre latitudini. O quasi. A seguito dell’annuncio del Consiglio federale dell’estensione dell’obbligo del Covid pass, «abbiamo avuto una fiammata – ricorda Zanini –, ma è durata solo quattro giorni. Tra l’8 e l’11 settembre le intenzioni di vaccinarsi (tenendo conto delle iscrizioni online, il walk-in a Giubiasco e l’affluenza nel bus itinerante) sono triplicate. Poi sono scese, per tornare ora ai livelli precedenti la decisione federale». Quest’ultima ha avuto un effetto sui test di depistaggio? «Sì, nelle ultime settimane ne sono stati effettuati circa il 50 per cento in più», indica il farmacista cantonale che snocciola i dati: durante l’ultima settimana di luglio le farmacie hanno effettuato circa 16mila test rapidi, la settimana scorsa 22mila.

Cantoni impreparati

«Alcuni cantoni, come l’Obvaldo, hanno avuto un vero e proprio boom di richieste. Non erano preparati a una tale affluenza», dice Zanini. «Anche noi abbiamo avuto qualche problema di gestione a Giubiasco, ma solo l’8 settembre. Molte persone quel giorno hanno usufruito della possibilità di presentarsi senza appuntamento».

In arrivo Johnson&Johnson

Per coloro che non possono vaccinarsi con Pfizer o Moderna l’attesa per l’immunizzazione si fa più corta. Il farmacista cantonale, ai microfoni della Rsi, stima che in poco tempo saranno disponibili in Ticino cinque o seimila dosi del preparato Johnson&Johnson. La priorità sarà data proprio a chi non tollera i farmaci già disponibili in Svizzera e alle persone che, costrette al domicilio, non ne hanno potuto beneficiare a causa dei problemi di conservazione.

Leggi anche:

Test gratuiti per tutti fino al 10 ottobre

Certificato Covid per i luoghi al chiuso dal 13 settembre

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved