per-la-posta-nel-2021-un-bilancio-solido
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
9 ore

I due centauri morti sul Bernina erano sposati da un mese

Stavano scendendo dal passo con un maxi scooter quando sono stati travolti da due auto
Svizzera
9 ore

Boom dei costi, i contadini: alzare i prezzi di pane e latte

I produttori di cereali e latte chiedono aumenti di pochi centesimi dei prezzi al dettaglio per compensare il boom milionario dei costi di produzione
Svizzera
9 ore

Svizzeri e viaggi: Edelweiss fa il record di passeggeri

La compagnia svizzera specializzata in voli per vacanzieri ha fatto registrare il più alto numero di passeggeri trasportati in un mese nella sua storia
Svizzera
10 ore

Lieto evento allo zoo di Basilea: nascono tre procavie

Si tratta di un roditore tipico dell’Africa subsahriana. Il parto è stato possibile nonostante due operazioni agli occhi per la madre dei cuccioli
Svizzera
13 ore

Il lupo che doveva essere abbattuto a Uri si è dato alla macchia

Per l’animale era stato autorizzato l’abbattimento dopo oltre dieci predazioni. Verosimilmente non è più nel territorio del cantone
Svizzera
14 ore

Caduta fatale per un escursionista 77enne nel Klöntal

È successo ieri nel canton Glarona. Il corpo è stato trovato a 1’512 metri d’altitudine.
Votazioni federali
14 ore

Avs: modifiche apprezzate soprattutto dagli uomini

Secondo il sondaggio di Tamedia e 20 Minuten si prospetta un ‘sì’ anche per l’iniziativa sull’allevamento. ‘No’ invece per l’imposta preventiva.
Svizzera
15 ore

Vallese, alpinista 64enne muore sul Täschhorn

L’uomo, un olandese, si trovava in compagnia di un altro scalatore. Si trovava a circa 3’910 metri d’altitudine quando è caduto dalla parete rocciosa.
Svizzera
16 ore

Ancora nessun bambino ucraino arrivato per assistenza medica

Il Paese aveva chiesto alla Svizzera di accogliere 155 bimbi malati. Prima dell’arrivo sono necessari però dei chiarimenti.
Svizzera
1 gior

Sommaruga in viaggio per festeggiare i 175 anni delle Ffs

La consigliera federale è partita da Baden su un treno a vapore storico. Cerimonia ufficiale in corso alla stazione principale di Zurigo
10.03.2022 - 09:55
Aggiornamento: 17:39
ANSA, a cura de laRegione

Per la Posta nel 2021 un bilancio solido

Il Gigante giallo ha chiuso l’anno scorso con un utile del gruppo di 457 milioni di franchi, contro i 178 dell’anno precedente

La Posta si è ripresa dalle conseguenze finanziarie della pandemia da coronavirus in modo più rapido del previsto, chiudendo il 2021 con un utile del gruppo di 457 milioni di franchi, contro i 178 dell’anno precedente.

L’utile operativo (EBIT), pari a 515 milioni di franchi, supera di 257 milioni quello dell’anno precedente, indica oggi in una nota il Gigante giallo. Rispetto al 2019, ovvero prima della crisi sanitaria, il risultato d’esercizio è progredito di 65 milioni.

"Sono molto soddisfatto del primo anno del nuovo periodo strategico. Inoltre abbiamo mantenuto la promessa di stabilizzare intorno a 800 il numero di filiali. E per la quinta volta consecutiva siamo stati eletti ‘migliore Posta del mondo’. La strada imboccata è quella giusta", afferma, citato nel comunicato, il direttore generale della Posta Roberto Cirillo. Si è trattato del primo anno del nuovo periodo strategico quadriennale.

"L’economia elvetica ha bisogno di infrastrutture di prim’ordine per continuare a crescere con successo su tutta la linea. Intensificando il processo di digitalizzazione e migliorando il collegamento al commercio online internazionale, la Posta renderà possibile tutto questo", assicura dal canto suo Christian Levrat, presidente del Consiglio di amministrazione dallo scorso dicembre.

Lettere sotto pressione

Nel settore logistico la Posta ha totalizzato nell’anno in esame un risultato stabile, pari a 465 milioni di franchi (-5 milioni rispetto al 2020). Nel 2021 il numero delle lettere è calato di oltre il 3%, mentre il volume dei pacchi è salito di quasi il 10%, complice il boom del commercio in linea e il semiconfinamento di inizio 2021.

La sola crescita dei volumi di pacchi non è ancora sufficiente per compensare la riduzione dei ricavi dovuta al volume di lettere in costante diminuzione, scrive il Gigante giallo. Più pacchi significano, però, anche costi nettamente più elevati a livello di personale e trasporti, e necessità di investimenti cospicui – sono previsti 1,5 miliardi di franchi entro il 2030 – nell’infrastruttura.

PostFinance e AutoPostale

La divisione "Servizi di mobilità", che include AutoPostale e Post Company Cars, ha chiuso l’anno in esame con un risultato di 18 milioni di franchi, cresciuto di 81 milioni rispetto al 2020. Ciò è stato possibile in seguito agli "indennizzi che Confederazione e Cantoni verseranno ad AutoPostale per le perdite registrate nel traffico regionale a causa del Covid e per il contributo positivo che i servizi sostitutivi del trasporto ferroviario hanno avuto sull’andamento dell’azienda", spiega La Posta.

PostFinance, dal canto suo, ha realizzato un risultato d’esercizio di 272 milioni di franchi, 110 milioni in più dell’anno precedente. Nel 2021 il gruppo ha introdotto la nuova PostFinance App e ha lanciato insieme a Swissquote l’app Yuh per il digital banking.

Tuttavia, nonostante l’intensificazione delle attività sul mercato interbancario e il rincaro delle commissioni sull’avere disponibile, PostFinance non è riuscita a compensare interamente la flessione dei proventi da interessi su immobilizzazioni finanziarie, scrive il Gigante giallo, precisando che essi sono in costante calo per via delle condizioni del mercato.

Nonostante il risultato annuale positivo, le sfide nel core business della Posta restano invariate, conclude l’azienda, ribadendo in particolare le difficoltà legate al contesto caratterizzato da tassi d’interesse negativi per PostFinance, al calo delle operazioni allo sportello, a un’ulteriore flessione del volume delle lettere e, parallelamente, a un incremento del volume dei pacchi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
gigante giallo posta
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved