le-ffs-puntano-su-solidita-del-sistema-e-stabilita-finanziaria
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
20 min

CSt, fondi supplementari per il traffico regionale

Treni, autobus, battelli e impianti a fune riceveranno 4,35 miliardi di franchi per il quadriennio 2022-2025
Svizzera
2 ore

Thomas Hefti presidente del Consiglio degli Stati

62enne, di professione avvocato con un proprio studio legale, subentra ad Alex Kuprecht (Udc/Sz)
Svizzera
2 ore

‘Doppia ondata Omicron-Delta porterebbe al collasso’

Parole di Anne Lévy, direttrice Ufsp: ‘Impensabille tenere la variante Omicron fuori dalla Svizzera, ma possiamo almeno frenarne la diffusione’
Svizzera
2 ore

Svizzera, l’inverno si presenta: fino a mezzo metro di neve

Da domenica sera, nelle Alpi centrali e orientali nevica senza interruzione. Nel Canton Glarona, in località Tierfehd, a 800 metri di quota, 49 centimetri
Svizzera
3 ore

Vaccinazione sotto i 30 anni, Ufsp raccomanda Pfizer

Adeguate le raccomandazioni in base ai dati provenienti da analisi internazionali sulle dichiarazioni di miocardite
Svizzera
3 ore

Scrivere alcune parole su Twint può bloccare i pagamenti

A scoprirlo un cliente di un ristorante afghano di Zurigo che aveva scritto ‘Afghanistan’ come causale dell’invio all’amico della propria quota del conto
Svizzera
3 ore

Irène Kälin eletta presidente del Consiglio nazionale

La 34enne argoviese, esponente dei Verdi, ha ottenuto 151 voti su 166 schede valide
Svizzera
4 ore

Argovia, fanno esplodere un bancomat e fuggono con la refurtiva

Il furto ‘col botto’ nella notte presso la filiale Raiffeisen a Vordemwald. Sono una trentina i casi analoghi in mano alla Procura federale
Svizzera
5 ore

In Svizzera il Covid occupa un quarto delle terapie intensive

Nelle ultime 72 ore sono stati registrati quasi 20’000 contagi e 35 decessi
Svizzera
25.11.2021 - 15:020

Le Ffs puntano su solidità del sistema e stabilità finanziaria

Sono questi i cardini della strategia elaborata dalle Ferrovie federali svizzere (Ffs) per l’orizzonte 2030

Solidità del sistema ferroviario e stabilità finanziaria. Sono questi i cardini della strategia elaborata dalle Ferrovie federali svizzere (Ffs) per l’orizzonte 2030. L’azienda intende concentrarsi sui clienti e su concetti base in ambito ferroviario come puntualità, affidabilità e sicurezza.

La situazione non è semplice. La pandemia ha scavato un deficit record di 617 milioni di franchi nel 2020, hanno spiegato oggi i dirigenti dell’azienda in conferenza stampa a Berna. Il Ceo delle Ffs Vincent Ducrot ha evocato colloqui in corso con il Consiglio federale sul finanziamento. Dato che sono in gioco fondi a lungo termine, le valutazioni saranno effettuate in modo approfondito, ha precisato.

Per Ducrot, per prima cosa è dunque necessario garantire la solidità del sistema ferroviario e un finanziamento sostenibile entro il 2025. La puntualità è buona, ma “volatile”, ha rilevato, facendo notare come ciò sia anche dovuto ai 150 cantieri di quest’anno.

Oltre a conseguenze finanziarie, il coronavirus ha portato alla luce anche le nuove esigenze della clientela e la necessità di una maggiore flessibilità, che permetta di non farsi sorprendere da mutamenti nei comportamenti di viaggio.

Secondo le ultime previsioni della Confederazione, la mobilità continuerà ad aumentare, anche grazie a offerte di trasporto sostenibili a livello climatico. La crisi sanitaria ha però anche accelerato i cambiamenti nel modo di lavorare, implementando in particolare il telelavoro. Le Ffs dovranno pertanto adeguarsi anche a questi mutamenti.

Concretamente, l’azienda vuole adattare l’orario per meglio venire incontro a chi viaggia nel tempo libero durante i fine settimana. L’obiettivo è creare collegamenti diretti tra gli agglomerati e le destinazioni turistiche o sportive, ha annunciato Ducrot. In questo contesto, è prevista la realizzazione di più parcheggi per auto e biciclette nelle stazioni.

Fra le priorità sottolineate dal Ceo figura anche una migliore informazione dei clienti in caso di interruzioni. Le Ffs si concentrano pure su un nuovo sistema tariffario, che sia più semplice. Alliance Swiss Pass sta lavorando a una serie di proposte, che dovrebbero essere disponibili entro la fine del 2022.

Secondo la presidente del Consiglio d’amministrazione, Monika Ribar, è il momento giusto per lanciare la nuova strategia. La ferrovia deve uscire dalla modalità di crisi, ha affermato. Nel 2019, anno da record, con una crescita dei passeggeri del 6%, era emerso in modo chiaro che la questione climatica sta diventando sempre più importante per la scelta del mezzo di trasporto.

La strategia si baserà ancora sull’orario cadenzato ed è stata descritta da Ribar come un’evoluzione piuttosto che una rivoluzione. Per raggiungere questo obiettivo, le Ffs stanno digitalizzando il loro core business. Per rendere la manutenzione ancora più efficiente, le ferrovie puntano sulla costruzione del nuovo stabilimento di Castione. L’azienda intende infine essere neutrale a livello climatico entro il 2030, consumare meno energia e favorire l’economia circolare.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved