in-volo-verso-l-obiettivo-zero-emissioni-entro-il-2050
Keystone
Un’azione a quattro livelli
Svizzera
01.06.2021 - 16:160
Aggiornamento : 20:14

In volo verso l’obiettivo zero emissioni entro il 2050

L’aviazione svizzera si allinea alla strategia climatica a lungo termine della Confederazione. Tra le misure, l’abbandono graduale del carburante fossile.

Berna – L'aviazione svizzera vuole ridurre le emissioni di gas ad effetto serra a un consumo energetico zero entro il 2050. Lo hanno stabilito in una dichiarazione di intenti congiunta Swiss, Easyjet, gli aeroporti di Ginevra-Cointrin, Zurigo-Kloten e Basilea-Mulhouse nonché l'Associazione svizzera dell'aviazione d'affari (Sbaa).

Come tutti gli altri settori, l'aviazione è chiamata a contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2, si legge in una nota odierna. Stando alla dichiarazioni d'intenti, l'aviazione elvetica si allinea agli obiettivi della strategia climatica 2050 del Consiglio federale e all'Accordo di Parigi sul clima e vuole contribuire al rispetto di questi traguardi.

Quattro pacchetti di misure

L'aviazione svizzera intende attuare i quattro pacchetti di misure seguenti: la sostituzione progressiva del carburante fossile con combustibili biogeni e sintetici, la promozione di aerei più efficienti, un'organizzazione del traffico aereo con minor consumo di carburante a terra e in volo, nonché l'uso di strumenti economici quali la compensazione volontaria del CO2.

Per realizzare questa serie di provvedimenti, il traffico aereo dipende da condizioni quadro politiche e giuridiche appropriate, precisa la nota. La Confederazione è quindi invitata a sostenere attivamente la "Road Map Sustainable Aviation" svizzera. In particolare, le misure di riduzione di emissioni di CO2 nell'aviazione devono essere promosse in modo specifico al fine di sviluppare rapidamente i combustibili sintetici (Saf) e introdurli sul mercato.

Poiché l'aviazione è un'industria mondiale, tutti i provvedimenti devono essere coordinati a livello internazionale nella misura del possibile. La Svizzera deve militare attivamente per questo coordinamento a livello planetario, conclude il comunicato.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved