ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
2 ore

‘Una dinamica che si esaurisce? Io non sono ancora stanca!’

Governo a maggioranza latina, Giura, agricoltura, socialità: a colloquio con la ‘senatrice’ Elisabeth Baume-Schneider, candidata al Consiglio federale
ginevra
10 ore

Tariq Ramadan sarà processato per stupro e coazione sessuale

La procura aveva aperto un’indagine nel 2018: una donna aveva accusato Tariq Ramadan di averla sequestrata e poi aver abusato di lei nel 2008 in un hotel
cyberpornografia
11 ore

Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate

Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
global tax
11 ore

Imposta minima, divergenze tra i due rami del Parlamento

I punti riguardano le ripartizioni degli introiti: 75% ai cantoni per il Consiglio degli Stati, “solo” il 50% per il Nazionale
Svizzera
12 ore

‘Solo Sì vuol dire sì’, al Nazionale passa la modifica di legge

Approvato l’inserimento nel Codice penale del principio che qualifica come aggressione sessuale il rapporto senza il consenso esplicito
Svizzera
12 ore

Preventivo 2023, gli Stati più generosi con l’Ucraina

Aumentati i mezzi per la ricostruzione. Più soldi anche per proteggere le greggi dai lupi e per la ricerca scientifica, meno per test Covid e vaccini
Svizzera
14 ore

Credit Suisse: Bin Salman valuta un investimento da 500 milioni

La banca elvetica corre alla Borsa di Zurigo sulle ipotesi che il principe ereditario dell’Arabia Saudita possa prendere parte al progetto di rilancio
Svizzera
17 ore

‘Non ubbidisco ciecamente alla dottrina del partito’

Hans-Ueli Vogt è il candidato outsider alla poltrona di Ueli Maurer. Dice di avere ‘molteplici sfaccettature’ e di aderire appieno ai valori dell’Udc.
Svizzera
17 ore

Sedici scodinzolanti neonati per la Fondazione Barry

Doppio lieto evento a fine novembre a Martigny. E a gennaio è prevista un’altra cucciolata di cani San Bernardo
01.04.2021 - 16:38

Con la pandemia cala il trasporto merci attraverso le Alpi

L'anno scorso attraverso le Alpi svizzere sono state trasportate 34,8 milioni di tonnellate di merci su strada e rotaia, il 5,5% in meno rispetto al 2019

Ats, a cura de laRegione
con-la-pandemia-cala-il-trasporto-merci-attraverso-le-alpi
(Keystone)

A causa della crisi pandemica, nel 2020 si è assistito a un calo della produzione industriale con una conseguente riduzione del traffico merci transalpino rispetto all'anno precedente. Lo ha comunicato oggi l'Ufficio federale dei trasporti (UFT), precisando che il trasporto su rotaia ha registrato una flessione più marcata di quello su strada.

L'anno scorso attraverso le Alpi svizzere sono state trasportate 34,8 milioni di tonnellate di merci su strada e rotaia, pari al 5,5% in meno rispetto al 2019.

Secondo i dati dell'UFT nel comparto ferroviario il volume di trasporto si è ridotto del 6,2%, mentre in quello stradale si sono registrati 863'000 transiti attraverso le Alpi, pari a una diminuzione del 4% rispetto all'anno prima.

Nel secondo semestre, dopo gli allentamenti delle regole Covid -19 entrambi i comparti hanno recuperato terreno. La ripresa è stata più veloce e netta nel trasporto su strada, principalmente a causa delle restrizioni al traffico sulla tratta ferroviaria del Sempione dovute a lavori di manutenzione durante l'estate.

Sull'insieme dell'anno la quota della ferrovia sul traffico merci transalpino (ripartizione modale) è diminuita dello 0,5%, attestandosi al 71,9%.

Oltre ai dati relativi all'anno scorso, l'UFT ha pubblicato i risultati del rilevamento principale del 2019. Condotto ogni cinque anni sulla base di sondaggi e analisi approfondite, questo rilevamento fornisce dati dettagliati sulla struttura del traffico merci transalpino, ad esempio su provenienza, destinazione, carichi e gruppi di merci trasportati.

Da quest'ultimo emerge, tra le altre cose, che il peso di carico medio degli autocarri è diminuito del 6% dal 2014 al 2019. Il calo è riconducibile al fatto che, a causa dell'aumentata concorrenza nel traffico merci su strada internazionale, si mette in conto una quota maggiore di corse a vuoto pur di ottenere un incarico.

Questa circostanza si ripercuote sui dati pubblicati nei rapporti semestrali precedenti: la quota della rotaia sull'insieme del traffico merci transalpino risulta maggiore di quanto supposto negli ultimi anni.

Nell'attuale rapporto semestrale l'UFT ha pertanto provveduto a correggere i valori relativi al 2019. Il Consiglio federale e il Parlamento intendono potenziare ulteriormente il trasferimento del traffico merci transalpino dalla strada alla rotaia mediante diverse misure. Tra queste si annoverano un abbassamento dei prezzi di traccia e uno sconto speciale per i treni merci lunghi, applicato dall'inizio di quest'anno, nonché modifiche alla tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni con effetto da metà 2021.

Iniziativa delle Alpi chiede giro di vite

L'Iniziativa delle Alpi - in un comunicato - ha indicato che solo un intervento deciso può far trasferire le merci dalla strada alla ferrovia. Il settore dell'autotrasporto - precisa - resta in debito con la collettività per 1,5 miliardi di franchi di costi ambientali. Per avere la verità dei costi nel traffico pesante, la futura tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPC) deve rispettare il principio di causalità ed essere fortemente aumentata. Vuole anche impegnarsi per rafforzare i circuiti economici regionali in modo da evitare il più possibile i trasporti insensati.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved