Svizzera
14.08.2018 - 11:390
Aggiornamento : 12:13

I trasporti pubblici in Svizzera non sono troppo cari

Lo sostiene uno studio di Litra e ch-direct, stando al quale ad essere sopra la media sono i biglietti singoli e i viaggi tra città. Sondaggio

"I viaggi in treno, bus o battello in Svizzera sono cari". Non è raro sentire questa frase da parte di cittadini elvetici e anche turisti stranieri, anche se spesso si tratta di pregiudizi. È quanto emerge dal terzo studio di confronto dei prezzi presentato oggi dal Servizio d'informazione per i trasporti pubblici Litra e dal Servizio diretto svizzero ch-direct.

Stando ai risultati, "il sistema di trasporto pubblico svizzero offre un ottimo rapporto qualità-prezzo". Le associazioni ritengono che in un confronto a livello europeo, la Confederazione ha come punti di forza "l'elevata densità della sua rete e della sua offerta", nonché una "straordinaria puntualità". I prezzi si situano nella media.

Biglietti singoli molto cari

Per realizzare lo studio, l'istituto di ricerca Infras ha comparato le tariffe in Italia, Germania, Francia, Austria, Paesi Bassi, Gran Bretagna e Svizzera. In generale, tra il 2016 e il 2018, i prezzi sono aumentati leggermente quasi ovunque. Vi sono tuttavia importanti differenze a seconda dell'offerta: le tariffe nella Confederazione, in particolare per quanto riguarda i biglietti singoli e i viaggi tra due città, rimangono al di sopra della media rispetto al resto dell'Europa.

Invece per chi sottoscrive un abbonamento in Svizzera, i prezzi sono molto vantaggiosi. La ricerca sostiene anche che le tariffe sono a buon mercato per quanto riguarda il traffico intra-urbano e per i viaggi dalle città alla campagna.

Nuove offerte

Secondo Jeannine Pilloud, presidente di ch-direct, il settore sta lavorando per migliorare ulteriormente il rapporto prezzo-prestazioni nell'ambito del trasporto pubblico. Le tariffe per i viaggiatori occasionali e alcuni gruppi di clienti dovrebbero venir abbassate, così come gli ostacoli per la nuova clientela.

Pilloud, ex collaboratrice delle Ffs, vorrebbe concentrarsi in particolare sulla differenziazione dei prezzi: i biglietti risparmio e gli sconti per le prenotazioni in largo anticipo introdotti negli ultimi anni hanno avuto un rapido successo e un impatto positivo sulla percezione dei prezzi. Tuttavia, vi è ancora margine per migliorare, sostiene la presidente di ch-direct.

Nuove offerte e sconti fedeltà permetterebbero di aumentare la quota di clienti che scelgono i trasporti pubblici anche nel tempo libero. Secondo lo studio, deve proseguire anche la standardizzazione delle offerte di prodotti e servizi.

Viaggiare in Svizzera costa troppo?

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.
Potrebbe interessarti anche
Tags
prezzi
svizzera
trasporti pubblici
studio
biglietti
tariffe
ch-direct
trasporti
viaggi
biglietti singoli
© Regiopress, All rights reserved