laRegione
Nuovo abbonamento
(Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
5 ore
Gli svizzeri all'estero: 'L'iniziativa Udc prefigura una catastrofe'
Immigrazione 'moderata', la 'Quinta Svizzera' non ha dubbi: 'Mettere fine all'accordo limiterebbe la mobilità e avrebbe un impatto negativo sulla piazza economica'
Svizzera
7 ore
Bimbo investito sulle strisce a Berna, è grave
Stava attraversando la strada a bordo del suo monopattino. I passanti hanno dovuto sollevare l'auto per liberarlo
Svizzera
8 ore
Annullate le tre note ‘désalpes’ del canton Friburgo
A causa del coronavirus quest'anno non si terranno a fine settembre le famose discese dagli alpeggi
Svizzera
14 ore
Coronavirus, in Svizzera nuovi contagi stabili: 104 ieri
Sono 104 le persone che nelle ultime 24 ore sono risultate positive al test. Sei le persone ricoverate
Svizzera
14 ore
I fautori del 5G cercano il dialogo con la popolazione
Nasce la piattaforma 'Change5G' per rispondere con 'fatti concreti e scientifici' alle preoccupazioni sulla nuova tencologia
Svizzera
16 ore
Vasto incendio nella zona industriale di Laufen
Diversi edifici in fiamme nel canton Basilea Campoagna, le fiamme sono scoppiate dopo le 3 di stanotte
Svizzera
1 gior
Meteo, temperature oltre i 30 gradi un po' in tutta la Svizzera
Record odierno, a Visp, con 32,5 gradi. In Ticino la colonnina di mercurio è salita a 31,2 gradi a Biasca
Svizzera
1 gior
La Confederazione richiama milioni di vecchie mascherine
Rinvenute tracce di funghi su uno stock acquistato nel 2007 e distribuito a istituzioni e cantoni. Una parte del lotto è già stato utilizzato.
Svizzera
12.07.2018 - 09:190

Al volante tra coetani, il pericolo è maggiore

Secondo uno studio dell'UPI, per gli automobilisti giovani e di sesso maschile il rischio di incidente è maggiore se a bordo vi sono passeggeri della stessa età

Per gli automobilisti giovani e maschi il rischio d'incidente è più alto se trasportano dei coetani maschi. Lo conferma uno studio nuovo dell'upi, Ufficio prevenzione infortuni. A seconda dell'età, il trasporto di passeggeri presenta diversi livelli di rischio. Per i conducenti giovani la presenza di adulti di una certa età può avere effetti positivi. In Svizzera, chi è coinvolto in un incidente automobilistico grave, in 3 su 4 casi viaggia da solo. Nel 18 percento degli incidenti, in macchina è seduto anche un passeggero; nell'8 percento dei casi il numero di passeggeri è più alto. Questo è quanto emerge dalle statistiche dal 2011. Se il conducente e i passeggeri interagiscono durante il viaggio, possono sorgere dei pericoli. Lo conferma uno studio nuovo dell'upi sull'influsso dei passeggeri sugli automobilisti (studio disponibile solo in tedesco). Il grado del rischio però varia a seconda dell'età e del sesso dei passeggeri.

Stile di guida rischioso tra i coetanei

Sono specialmente gli automobilisti giovani e maschi a presentare un rischio d'incidente più elevato quando trasportano dei passeggeri, specialmente se anche le altre persone in macchina sono dei maschi giovani. Un motivo per il rischio più alto: in compagnia di coetanei alcuni conducenti giovani tendono a una guida più pericolosa. Il medesimo effetto, anche se un po' meno forte, lo si constata nelle automobiliste giovani quando trasportano delle coetanee. I passeggeri femmina invece esercitano un influsso positivo sui maschi al volante che in tal caso adottano tendenzialmente una guida più prudente. 

Effetto positivo delle persone più anziane

Altrettanto vale se gli automobilisti giovani sono accompagnati da adulti più anziani: questi influenzano in modo positivo il comportamento alla guida dei conducenti giovani. Anche con una maggiore esperienza di guida i conducenti sono meno influenzabili dai passeggeri. Benché gli automobilisti accompagnati da passeggeri si lascino distrarre meno dal cellulare, questi corrono comunque dei rischi dovuti alle conversazioni con i passeggeri. Il tempo di reazione può essere più lungo, la velocità più elevata. Un'altra persona in macchina può però riconoscere delle situazioni critiche e sostenere il conducente interrompendo la conversazione. Un passeggero al telefono invece non può tener conto della situazione stradale. Sono specialmente gli automobilisti giovani a farsi influenzare dai passeggeri, pertanto l'upi raccomanda di parlare di questo argomento nell'istruzione alla guida. Il pericolo che parte dai passeggeri sarà meno presente ai conducenti giovani di quello legato alla distrazione causata da un cellulare.

 

© Regiopress, All rights reserved