19.07.2022 - 05:30

Vedeggio-Cassarate, 10 anni e una rivoluzione parziale

Su LaRegione oggi: bilancio sulla galleria e idee per il traffico; l’idea Plr sul fotovoltaico; Storie Mondiali, anno 1954; dal Ticino a Swiss Athletics

vedeggio-cassarate-10-anni-e-una-rivoluzione-parziale

La galleria Vedeggio-Cassarte compie dieci anni, e la rivoluzione del traffico è stata finora parziale: se da un lato sono stati raggiunti gli obiettivi di sgravare gli accessi alla città, dall’altro non sono state ancora concretizzate le misure di accompagnamento che avrebbero reso più efficace l’opera. E nel decimo anniversario emerge un’altra idea: utilizzare l’autostrada A2 come circonvallazione della città, prolungando le tre corsie dalla galleria di Gentilino all’uscita Lugano nord. Lo chiedono a Berna Cantone e Commissione regionale dei trasporti del luganese.

Dal traffico all’energia, quella fotovoltaica in particolare: una mozione del Plr, con primo firmatario il deputato Paolo Ortelli, chiede al Consiglio di Stato un piano per promuovere un rapido sviluppo della produzione sfruttando i tetti degli stabili comunali, entro i prossimi quattro anni, anche con un fondo apposito.

Prosegue la nostra serie Storie Mondiali, che oggi arriva in casa nostra, alla Coppa del Mondo del 1954. Il protagonista in questo caso è un arbitro, il brasiliano Mario Vianna, che ai Mondiali giocati nel nostro Paese riuscì indiscutibilmente a lasciare curiose tracce del suo passaggio.

Oltre che in pista, ai Mondiali di atletica leggera in corso a Eugene, in Oregon, c’è un pezzo di Ticino anche dietro le quinte: abbiamo raggiunto Romina Breda, fisioterapista di Massagno al seguito di Swiss Athletics.

Leggi anche:

Vedeggio-Cassarate, una rivoluzione parziale

Vedeggio-Cassarate ‘promossa’ e PoLuMe fino a Lugano Nord

Il Plr: ‘Pannelli solari sopra tutti gli edifici pubblici’

Mario Vianna, l’arbitro che venne espulso

Romina Breda, dal Ticino all’Oregon

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved