ULTIME NOTIZIE Estero
caro-energia
4 ore

L’Opec taglia la produzione di petrolio: schiaffo agli Usa

Diminuzione di due milioni di barili al giorno proprio mentre Washington cercava di contenere i prezzi
tensioni in asia
5 ore

Gli Usa rispondono a Kim, ma il missile si schianta al suolo

Il vettore di Seul fuori controllo ha creato terrore e panico tra gli abitanti di una tranquilla cittadina sulla costa orientale della Corea del Sud
diritti civili
5 ore

Slovenia: il Parlamento approva il matrimonio gay e l’adozione

Si tratta del primo Paese dell’ex area comunista a farlo. Attuata un’indicazione dell’Alta Corte
la guerra in ucraina
6 ore

Putin: ‘Ci riprenderemo tutti i territori persi’

Lo zar promuove Kadyrov e annette anche la centrale nucleare, ma Kiev avanza ancora
Estero
8 ore

Servizi americani: ‘Kiev dietro l’omicidio Dugina, Usa estranei’

Secondo fonti dell’intelligence citate dal Nyt, i servizi di Washington non erano a conoscenza dell’attentato contro la figlia dell’ideologo di Putin
Confine
8 ore

Trenord, disagi previsti nel weekend a causa di uno sciopero

Sabato 8 in caso di ripercussioni saranno disponibili autobus sostitutivi tra Milano Cadorna e l’aeroporto T1 di Malpensa e tra Stabio e il T1.
Confine
8 ore

Como, tra le province con i dati più bassi di criminalità

I furti in abitazione e la piaga dell’usura indicano qualche segnale di allarme, ma inferiore rispetto a Milano che si trova in cima alla graduatoria.
Estero
10 ore

Getta in terra sculture ai Musei Vaticani, fermato un turista

L’uomo ha danneggiato gravemente due antichi busti nella galleria Chiaramonti. È apparso agitato e ha detto di voler parlare col papa
13.01.2022 - 21:27

Prof francesi contro la stretta Covid fermano la scuola

Lo sciopero per contestare la linea del presidente Macron a tre mesi dal voto per l’Eliseo

prof-francesi-contro-la-stretta-covid-fermano-la-scuola
La protesta della scuola a Marsiglia (Keystone)

Un primo severo avvertimento per Emmanuel Macron a tre mesi dalle elezioni presidenziali del 2022. Gli insegnanti di Francia hanno massicciamente aderito allo sciopero indetto per oggi dai sindacati per protestare contro la complessità e le innumerevoli modifiche dei protocolli sanitari anti-Covid nelle scuole. Sostenuta da molti presidi e associazioni di genitori, lo sciopero ha fermato, secondo il sindacato scolastico SNUIpp-FSU, circa il 75% dei maestri del sistema primario, con una scuola chiusa su due. Un dato diverso da quello del governo, secondo cui l’adesione è stata del 38,5%. Alle medie e al liceo, si sono invece mobilitati il 62% degli insegnanti, secondo il sindacato delle superiori Snes-FSU. Molto più bassa, al 23,7%, la percentuale fornita dall’esecutivo.

Convocati i sindacati

“Questa mobilitazione di portata storica negli ultimi venti anni non è uno ‘sciopero contro il virus’ ma illustra la crescente esasperazione nelle scuole“, deplora in una nota Snuipp-Fsu, denunciando “condizioni di lavoro che peggiorano” e le "bugie permanenti del ministro dell’Istruzione”, Jean-Michel Blanquer. Bersagliato dalle critiche, quest’ultimo aveva recentemente ammonito che "non si sciopera contro il virus". Intervenendo in parlamento, Blanquer ha anche tentato di difendersi spiegando che "il protocollo è cambiato perché c’è una situazione nuova legata alla variante Omicron che pone problemi specifici. La Francia - ha continuato - può essere fiera di aver mantenuto le scuole aperte”.

Per tentare di venirne a capo, il premier Jean Castex ha deciso di convocare i sindacati assieme allo stesso Blanquer. Mentre il ministro della Salute, Olivier Véran, attualmente positivo al Covid e dunque costretto in isolamento, parteciperà in videoconferenza. Nei giorni scorsi, Macron aveva detto di comprendere “la stanchezza” di insegnanti e genitori per le innumerevoli norme sanitarie ma ha invocato la necessaria “pazienza”, difendendo la scelta di lasciare le scuole in presenza nonostante la nuova ondata della variante Omicron.

I sondaggi

A novanta giorni dal voto, lo sciopero è stato anche l’occasione per le opposizioni di destra e di sinistra di attaccare duramente l’attuale amministrazione a trazione En Marche. Secondo un sondaggio realizzato dall’istituto OpinionWay-Kéa Partners per Les Echos e Radio Classique, Macron continua a risultare in testa alle intenzioni di voto, con il 25% delle preferenze al primo turno del 10 aprile, davanti alla candidata del Rassemblement National, Marine Le Pen (18%) e quella dei Républicains, Valérie Pécresse (17%). Intanto, il Senato dominato dall’opposizione di destra ha approvato nella notte in prima lettura il progetto di legge sul pass vaccinale - equivalente transalpino del super green pass - modificandolo fortemente rispetto al progetto iniziale. Deputati e senatori devono riunirsi in commissione mista paritaria per tentare di raggiungere un compromesso in vista di una definitiva adozione entro metà gennaio come promesso dal governo.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved