17.12.2021 - 21:29

Covid, anche la Francia va verso il 2G per guariti e vaccinati

Il termine per il richiamo o terza dose sarà abbassato a quattro mesi, come in Svizzera da lunedì prossimo

Ats, a cura de laRegione
covid-anche-la-francia-va-verso-il-2g-per-guariti-e-vaccinati
Keystone
Si adeguano anche i francesi

Parigi – Il primo ministro francese Jean Castex ha annunciato in diretta tv ai francesi che è pronta una legge “per sostituire l’attuale pass sanitario (il green pass francese, ndr) con il pass vaccinale. Soltanto il vaccino conterà per l’ottenimento del pass, non più i tamponi”. Castex, annunciando che è stato battuto oggi il record di vaccinazioni in un solo giorno con 950 mila dosi iniettate, ha spiegato che “non è giusto che pochi milioni di francesi che rifiutano di vaccinarsi mettano in pericolo tutti gli altri”.

“Procederò all’inizio della prossima settimana alla consultazione preliminare su questo progetto, così come su ogni altra disposizione utile per estendere al massimo la vaccinazione. Presumiamo che il vincolo sarà posto sui non vaccinati, perché i reparti di cura critica e di rianimazione dei nostri ospedali sono pieni, per la maggior parte, di persone non vaccinate”, ha spiegato Jean Castex.

Come in Svizzera, il termine per accedere alla vaccinazione di richiamo sarà ridotto a quattro mesi invece di cinque. Il primo ministro ha anche invitato i municipi a rinunciare ai festeggiamenti di Capodanno. E la paga degli straordinari sarà raddoppiata negli ospedali ‘da lunedì’.

La variante Omicron, che “si sta diffondendo rapidamente intorno a noi in Europa”, “si diffonderà molto rapidamente fino a diventare dominante dall’inizio del 2022” in Francia, ha stimato anche Jean Castex

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved