Ajoie
Lugano
19:45
 
Zugo
Bienne
19:45
 
Ginevra
Losanna
19:45
 
Friborgo
Berna
19:45
 
Langnau
Lakers
19:45
 
Zurigo
Davos
19:45
 
Langenthal
Olten
19:46
 
spara-col-fucile-per-gioco-e-uccide-l-amico-di-5-anni
Vendita di armi sempre più sotto accusa in America (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
12 min

L’Oms: la pandemia non è finita, probabili nuove varianti

Il direttore generale: ‘Omicron può essere in media meno grave ma la narrativa che si tratti di una malattia lieve è fuorviante’
Germania
7 ore

Covid-19, nuovo picco di incidenza in Germania

In 24 ore registrate 74’405 nuove infezioni. E i dati reali potrebbero essere ancora più elevati: i laboratori di analisi sono al limite
Europa
8 ore

È Roberta Metsola la nuova presidente del Parlamento europeo

L’eurodeputata maltese è stata eletta al primo turno con 458 preferenze (su un totale di 690 votanti)
Confine
9 ore

Trasporto pubblico, chieste le dimissioni dell’assessore

I comitati pendolari della Lombardia scrivono al presidente Attilio Fontana e denunciano il decadimento del trasporto, in particolare quello su ferro
Emirati Arabi Uniti
10 ore

Oltre dieci milioni di visite per Expo Dubai

Il traguardo è stato superato lo scorso weekend. E online i contatti sono già oltre 65 milioni. ‘È un risultato eccezionale’
Oceano Pacifico
11 ore

Tonga, la cenere sull’aeroporto ritarda gli aiuti

Si lavora per liberare la pista coperta dall’eruzione del vulcano. Salgono a tre le vittime finora confermate
Estero
22 ore

I Paperoni del mondo due volte più ricchi

Raddoppiati i patrimoni mentre aumenta la povertà nel mondo. Per Jeff Bezos (Amazon) 81,5 miliardi di dollari in più
francia
22 ore

Zemmour condannato per incitamento all’odio

Diecimila euro di multa per alcune sue frasi razziste, Ma il leader dell’estrema destra continua la sua campagna elettorale
Estero
23 ore

Crollano le nascite in Cina, mai così poche da 70 anni

Crollate per il quinto anno di fila, scivolando nel 2021 ai minimi dalla fondazione della Repubblica popolare nel 1949
medio oriente
23 ore

Gli Huthi attaccano coi droni il petrolio degli Emirati

Raid ad Abu Dhabi degli insorti yemeniti filo-iraniani. Riad condanna
Estero
23 ore

Morta Elena Curti, l’ultima figlia di Mussolini

Aveva quasi 100 anni. Scrisse un libro di memorie e fu testimone della cattura di Dongo
stati uniti
28.11.2021 - 20:390
Aggiornamento : 21:04

Spara col fucile per gioco e uccide l’amico di 5 anni

A premere il grilletto un ragazzino di appena 13 anni, portato in carcere dalla polizia. Aumentano le vendite di armi negli Usa

Morire a cinque anni per un colpo di fucile esploso accidentalmente in casa durante un gioco tra ragazzini. A sparare un tredicenne, mentre i genitori festeggiavano il Thanksgiving nella sala da pranzo. Teatro dell’ennesima tragedia delle armi da fuoco in America è una cittadina del Minnesota, Brooklyn Park, nei sobborghi di Minneapolis. Il gruppetto di bambini, cinque o sei, dopo il pranzo tra parenti e amici stava giocando nel garage dell’abitazione e girando alcuni video da postare sui social media, mostrando il loro trofeo: un fucile - secondo una prima ricostruzione - lasciato incustodito con tanto di proiettili in canna. Non è chiaro come sia partito il colpo che ha preso in pieno il più piccolo del gruppo per il quale non c’è stato nulla da fare, nonostante gli immediati soccorsi. È morto sul posto tra lo shock generale dei presenti.

Un dramma reso ancor più amaro dalla decisione della polizia di arrestare il tredicenne ora rinchiuso in un carcere minorile in attesa dello sviluppo delle indagini, col rischio che venga accusato di omicidio colposo. Pazienza se, come in decine di altri casi, a causare l’incidente sia stata l’incoscienza degli adulti, incapaci di tenere un oggetto così pericoloso in sicurezza e di custodirlo in un posto inaccessibile per dei bambini. Ma sullo sfondo c’è la realtà di un Paese che ha il più alto numero al mondo di armi da fuoco in circolazione, oltre 395 milioni, vale a dire il 46% di quelle detenute da civili nell’intero pianeta. In pratica, secondo gli ultimi dati ufficiali, ci sono più armi che americani (120 ogni 100 cittadini), col il 44% degli adulti che vive in una famiglia che possiede, legalmente o illegalmente, pistole o fucili. Molti di questi ultimi i micidiali modelli semiautomatici protagonisti di tante stragi.


Un’armeria statunitense (Keystone)

Una vera e propria epidemia, insomma, come l’ha definita in passato lo stesso presidente Joe Biden, incapace finora di portare a casa una stretta ostacolata dal Congresso, su cui la potente lobby della Nra continua ad avere un’influenza bipartisan. Eppure, dati statistici alla mano, l’America è afflitta da una piaga che si porta dietro tante terribili conseguenze, regalando al Paese il triste primato anche negli omicidi, nei suicidi e nelle sparatorie di massa.

Numeri in crescita

Secondo i numeri dell’Fbi, se nel 2018 i produttori di armi negli Stati Uniti ne hanno messe sul mercato oltre 9 milioni, più del doppio di dieci anni prima, a causa della pandemia si sta verificando un nuovo boom. Nel 2021 infatti si registra un aumento del 20% sull’anno precedente delle richieste di background check, i controlli effettuati dai rivenditori su chi acquista armi per verificare se l’acquirente ha precedenti penali o soffra di disturbi mentali. Tali richieste non erano così numerose da circa dieci anni.

Più armi in circolazione vuol dire più violenza. Così, secondo i dati dell’organizzazione no profit Gun Violence Archive, nel 2019 in America ci sono stati 4 omicidi causati da armi da fuoco ogni 100 mila persone, 18 volte di più della media dei Paesi sviluppati. Le città più violente Chicago, New York, Atlanta, Louisville, ma anche la “città dell’amore fraterno”, Philadelphia. Gli Stati Uniti detengono anche un altro triste primato: il 44% dei suicidi globali effettuati con un’arma da fuoco, oltre 23.000 nel 2019, dato che non tiene ancora conto del periodo della pandemia. E poi le sparatorie di massa, quelle che statisticamente coinvolgono più di quattro persone: in America nel corso di vent’anni hanno causato oltre 2.000 tra morti e feriti. Nel 2019 sono state 417, nel 2021 se ne contano già 641.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved