28.09.2022 - 18:12

Varese, Norman Gobbi passa il testimone a Massimo Sartori

All’assemblea generale Comunità di lavoro Regio Insubrica, la presidenza viene assunta dall’assessore della Regione Lombardia

varese-norman-gobbi-passa-il-testimone-a-massimo-sartori
Regio Insubrica
Il passaggio di testimone alla presidenza

Si è tenuta oggi nella Villa Recalcati di Varese l’assemblea generale Comunità di lavoro Regio Insubrica. Dopo i saluti iniziali del prefetto Salvatore Rosario Pasquariello, del sindaco Davide Galimberti e del vicepresidente della Provincia Alberto Barcaro, il presidente uscente, il consigliere di Stato Norman Gobbi ha introdotto i lavori. Gobbi ha ricordato la centralità del ruolo della Regio Insubrica quale espressione delle esigenze di un territorio altrettanto centrale nell’ambito delle relazioni tra Italia e Svizzera. Ruolo che si è rivelato essenziale nela fase pandemica e non solo. Ricordando il successo dell’operazione Odescalchi e la funzione attiva del Cantone e delle Regioni, per il tramite delle Prefetture, nella gestione delle catastrofi a livello transfrontaliero, il consigliere di Stato ha auspicato una pronta ratifica dell’Accordo sulla fiscalità dei frontalieri una volta entrato in carica il nuovo Parlamento in Italia. Dal canto suo, Massimo Sertori, assessore di Regione Lombardia, ha poi assunto la carica di presidente e nel suo discorso di insediamento ha assicurato che "l’impegno nel rafforzare la cooperazione, in un’ottica sempre più vicina e funzionale alle esigenze dei territori, con un occhio di riguardo alle principali sfide in ambito locale ed europeo: lavorare a una mobilità più efficiente, integrata e sostenibile, promuovere azioni per la salvaguardia ambientale e azioni di rilancio del comparto turistico e culturale come elementi propulsori dell’economia del territorio insubrico dopo due anni di pandemia". Il rapporto sulle attività svolte dalla Regio Insubrica nel 2022 è stato infine presentato dal segretario Francesco Quattrini ed è stato approvato all’unanimità dall’assemblea, che ha dato luce verde anche ai conti preventivi 2022 e al consuntivo 2021.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved