per-la-posta-un-inizio-di-2021-convincente
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Economia
Economia
1 gior

Lastminute.com, risultati positivi per il primo trimestre

Non si è però tornati ai livelli pre-pandemia. L’azienda afferma che né la guerra in Ucraina né l’inflazione hanno avuto finora un impatto significativo
Economia
3 gior

Pensioni, anche nei momenti difficili conviene pensare al futuro

I fondi Etf sono dei buoni strumenti per costruire un capitale previdenziale 3a nel lungo periodo. L’esperto di VZ: ‘Proteggono anche dall’inflazione’
Economia
4 gior

Completata la direzione generale di Pkb Privatbank

Monica Malnati è la responsabile della Divisione risorse umane del gruppo con il grado di condirettrice
Economia
4 gior

Crisi alimentare, colmare il vuoto dell’Ucraina

La Fao chiede ai ministri dell’Agricoltura al G7 di Stoccarda di sostenere la produzione di cereali per evitare l’esplosione dei prezzi
Economia
4 gior

L’importanza di essere imprenditori e politici di milizia

L’assemblea dell’Associazione imprese familiari Ticino ha ribadito l’importanza dell’impegno pubblico
Economia
4 gior

KD Pharma Group pensa alla Borsa di Zurigo

La società, detenuta da un fondo d’investimento tedesco, ha sede a Bioggio e vorrebbe quotarsi
Economia
4 gior

World Economic Forum, a Davos si parlerà di Ucraina

Il 23 maggio Volodymyr terrà un discorso online, mentre nei Grigioni è atteso il sindaco di Kiev Vitaly Klitschko
Economia
5 gior

Il Senato Usa conferma Jerome Powell alla guida della Fed

Nei prossimi mesi la banca centrale americana procederà a nuovi rialzi del costo del denaro per contenere un’inflazione schizzata in aprile all’8,3%
20.05.2021 - 12:19

Per la Posta un inizio di 2021 convincente

Nel primo trimestre dell'anno il Gigante Giallo segnala un aumento di 7 milioni dell'utile rispetto allo stesso periodo de l2020, sale anche il fatturato

Ats, a cura de laRegione

Utile in aumento, fatturato in leggero rialzo e risultato d'esercizio in calo. Questo in sintesi il primo trimestre della Posta, che parla di un 2021 iniziato col piede giusto. L'azienda è anche soddisfatta di come ha avviato la sua nuova strategia, grazie a una struttura modificata.

Nei primi tre mesi dell'anno la Posta, riferisce un comunicato odierno, ha conseguito un utile di 91 milioni di franchi, vale a dire 7 milioni in più rispetto allo stesso periodo del 2020. Il fatturato è salito di 84 milioni a quota 1829 milioni, mentre il risultato d'esercizio (Ebit) è stato pari a 89 milioni di franchi (-26 mio.).

"A livello operativo la Posta ha iniziato bene il nuovo anno", afferma, citato nella nota, il responsabile Finanze Alex Glanzmann. Nel settore delle lettere, i volumi hanno registrato una diminuzione del 5,1%. Al contrario, continua la crescita dei pacchi: i dipendenti del gigante giallo ne hanno trattato il 34,2% in più.

Nell'ambito della rinnovata organizzazione interna, partita il 1° gennaio, la lavorazione di pacchi e lettere è stata accorpata nella stessa unità. L'unione delle forze nel campo della logistica rafforza l'attività centrale dell'azienda, scrive la Posta, sottolineando che la transizione è avvenuta senza problemi.

"Nella nuova organizzazione, che ci consente maggiore flessibilità, siamo riusciti a trattare gli elevati volumi di pacchi in modo affidabile", commenta infatti ancora Glanzmann. Per quanto riguarda gli altri comparti, positivo anche lo sviluppo di RetePostale, dei Servizi di mobilità con AutoPostale e di Swiss Post Solutions, mentre l'unità Servizi di comunicazione (digitali) ha messo a segno un risultato inferiore.

Presso PostFinance, i depositi dei clienti sono aumentati in confronto al primo trimestre 2020. Queste misure si sono tuttavia tradotte in uno spostamento su investimenti in fondi e titoli. L'andamento del patrimonio ammontava a -1,8 miliardi di franchi nel periodo in rassegna.

PostFinance ha risentito inoltre delle ripercussioni della pandemia di coronavirus, che ha portato le persone a viaggiare di meno. Sono pertanto diminuiti i ricavi da conversioni legate a prelievi di contanti in valuta estera ai bancomat, nonché quelli legati all'impiego di carte di credito.

Da gennaio, il gigante giallo si è dotato di una nuova struttura, che rientra nel quadro della strategia "Posta di domani". Quest'ultima si basa su quattro pilastri (investimenti, crescita, incrementi dell'efficienza e misure tariffarie) e ha l'obiettivo di garantire la solidità del servizio pubblico, puntando allo stesso tempo a semplificare la vita quotidiana delle persone. È invece prematuro definire gli effetti della riorganizzazione sull'esercizio in corso, precisa la società.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
alex glanzmann posta svizzera postfinance
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved