per-la-posta-un-inizio-di-2021-convincente
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Economia
Economia
5 ore

Fallimenti aziendali in forte aumento in Svizzera

Il Ticino è fra i cantoni con meno casi di insolvenza. Lo rileva la Dun & Bradstreet
Economia
2 gior

Gli esperti dell’Ubs escludono un rapido calo dell’inflazione

Il rialzo dei prezzi proseguirà anche nel secondo semestre: il tasso annuale dovrebbe attestarsi al 3,1%. Raiffeisen rivede al ribasso le previsioni 2022
Economia
4 gior

Smartphone: crollano le spedizioni in Europa

‘Molti Paesi si stano avvicinando alla recessione, con maggiori tensioni politiche’, scrive Counterpoint Research che si attende una ripresa lunga e lenta
Economia
6 gior

Credit Suisse, Fitch abbassa il rating a ‘BBB’ da ‘BBB+’

Il declassamento a causa dell’annuncio di una ulteriore revisione della strategia della grande banca e dei suoi deboli risultati nel secondo trimestre
Economia
6 gior

Migliaia di impieghi a rischio a Credit Suisse

L’agenzia Bloomberg riferisce di un piano per attuare una drastica cura dimagrante nei prossimi anni. La banca non commenta
Economia
1 sett

Glencore decuplica l’utile grazie ai prezzi alle stelle

Il colosso delle materie prime ha beneficiato dei prezzi record del carbone e del trading di prodotti energetici, che ha ottenuto risultati eccezionali
Economia
1 sett

Swiss torna in attivo nel primo semestre

Il fatturato è più che raddoppiato e il numero di passeggeri è quintuplicato. Nel 2020 e 2021 aveva registrato grandi perdite a causa della pandemia
Economia
1 sett

Boom di Airbnb: oltre 100 milioni di notti prenotate in 3 mesi

La piattaforma segna il record di prenotazioni per l’estate, che sarà la più redditizia di sempre. Ricavi in crescita del 58%
20.05.2021 - 12:19
Ats, a cura de laRegione

Per la Posta un inizio di 2021 convincente

Nel primo trimestre dell'anno il Gigante Giallo segnala un aumento di 7 milioni dell'utile rispetto allo stesso periodo de l2020, sale anche il fatturato

Utile in aumento, fatturato in leggero rialzo e risultato d'esercizio in calo. Questo in sintesi il primo trimestre della Posta, che parla di un 2021 iniziato col piede giusto. L'azienda è anche soddisfatta di come ha avviato la sua nuova strategia, grazie a una struttura modificata.

Nei primi tre mesi dell'anno la Posta, riferisce un comunicato odierno, ha conseguito un utile di 91 milioni di franchi, vale a dire 7 milioni in più rispetto allo stesso periodo del 2020. Il fatturato è salito di 84 milioni a quota 1829 milioni, mentre il risultato d'esercizio (Ebit) è stato pari a 89 milioni di franchi (-26 mio.).

"A livello operativo la Posta ha iniziato bene il nuovo anno", afferma, citato nella nota, il responsabile Finanze Alex Glanzmann. Nel settore delle lettere, i volumi hanno registrato una diminuzione del 5,1%. Al contrario, continua la crescita dei pacchi: i dipendenti del gigante giallo ne hanno trattato il 34,2% in più.

Nell'ambito della rinnovata organizzazione interna, partita il 1° gennaio, la lavorazione di pacchi e lettere è stata accorpata nella stessa unità. L'unione delle forze nel campo della logistica rafforza l'attività centrale dell'azienda, scrive la Posta, sottolineando che la transizione è avvenuta senza problemi.

"Nella nuova organizzazione, che ci consente maggiore flessibilità, siamo riusciti a trattare gli elevati volumi di pacchi in modo affidabile", commenta infatti ancora Glanzmann. Per quanto riguarda gli altri comparti, positivo anche lo sviluppo di RetePostale, dei Servizi di mobilità con AutoPostale e di Swiss Post Solutions, mentre l'unità Servizi di comunicazione (digitali) ha messo a segno un risultato inferiore.

Presso PostFinance, i depositi dei clienti sono aumentati in confronto al primo trimestre 2020. Queste misure si sono tuttavia tradotte in uno spostamento su investimenti in fondi e titoli. L'andamento del patrimonio ammontava a -1,8 miliardi di franchi nel periodo in rassegna.

PostFinance ha risentito inoltre delle ripercussioni della pandemia di coronavirus, che ha portato le persone a viaggiare di meno. Sono pertanto diminuiti i ricavi da conversioni legate a prelievi di contanti in valuta estera ai bancomat, nonché quelli legati all'impiego di carte di credito.

Da gennaio, il gigante giallo si è dotato di una nuova struttura, che rientra nel quadro della strategia "Posta di domani". Quest'ultima si basa su quattro pilastri (investimenti, crescita, incrementi dell'efficienza e misure tariffarie) e ha l'obiettivo di garantire la solidità del servizio pubblico, puntando allo stesso tempo a semplificare la vita quotidiana delle persone. È invece prematuro definire gli effetti della riorganizzazione sull'esercizio in corso, precisa la società.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
alex glanzmann posta svizzera postfinance
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved