Scienze

Alpi e mari come ostacoli per la fuga degli uccelli

La presenza di barriere naturali ostacolerebbe il ‘trasloco’ dei volatili verso altri lidi per sfuggire ai cambiamenti climatici

Esodo di massa
(Keystone)
19 giugno 2023
|

Ostacoli geografici come le montagne e i mari rendono difficile per gli uccelli sfuggire ai cambiamenti climatici. Come mostra un nuovo studio con partecipazione elvetica, molti volatili europei non riescono a ‘traslocare’ abbastanza rapidamente verso aree più fresche.

Questa più affinata conoscenza sull'impatto di barriere naturali dovrebbe contribuire alla protezione delle specie, scrive il Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica. I risultati dello studio sono stati recentemente pubblicati sulla rivista specializzata Pnas.

Catene montuose e distese marine influenzano sia le distanze percorse dagli uccelli sia la direzione del loro volo. Alcune specie potrebbero quindi essere minacciate di estinzione.

"Sapevamo già che gli uccelli non si spostano abbastanza velocemente per continuare a rimanere in condizioni climatiche loro confacenti. Ora abbiamo una parte della spiegazione di questo fenomeno", indica, citata nella nota, l'autrice dello studio Laura Bosco, ricercatrice all'università di Helsinki (Finlandia). Negli ultimi 30 anni due terzi delle specie di uccelli europei si sono spostati in aree più fredde. Ora vivono in media 100 chilometri più a nord o a est.

Uccelli alpini svizzeri colpiti

Anche gli uccelli delle Alpi svizzere, come il fringuello alpino, la pernice bianca o lo spioncello, fanno i conti con la barriera delle montagne. Queste specie preferiscono rimanere alle altitudini che sono loro consone. Attraversare una valle a quote più basse può costituire un ostacolo.

Lo studio ha utilizzato i dati degli atlanti europei degli uccelli nidificanti degli anni ottanta (dati raccolti tra il 1981 e il 1989) e degli anni dieci di questo secolo (dati raccolti tra il 2013 e il 2017). Anche la Stazione ornitologica svizzera di Sempach (LU) ha contribuito alla compilazione di questa serie di dati.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE