visions-du-reel-marco-bellocchio-ospite-d-onore
A Locarno nel 2015 (Keystone)
Cinema
17.01.2022 - 17:26
Aggiornamento : 17:46

Visions du Réel, Marco Bellocchio ospite d’onore

L’omaggio di Nyon al regista, sceneggiatore e produttore italiano prevede una retrospettiva e la presentazione di un nuovo documentario.

Ats, a cura de laRegione

Il regista, sceneggiatore e produttore italiano Marco Bellocchio riceverà il premio d’onore al festival Visions du Réel previsto dal 7 al 17 aprile a Nyon (Vd). L’omaggio prevede una retrospettiva e la presentazione di un nuovo documentario. In occasione della 53esima edizione del festival, il pubblico potrà ammirare una decina di opere cinematografiche di Bellocchio, una selezione che permetterà di scoprire i film del regista, ma anche documentari raramente diffusi, oltre che l’ultimo lavoro ‘Marx può aspettare’.

Bellocchio, impegnato antifascista, non ha mai smesso d’indagare sulla violenza delle istituzioni, che fossero la Chiesa (‘Nel nome del padre’, 1972; ‘L’ora di religione’, 2002), l’Esercito (‘Marcia trionfale’, 1976) o la sanità (col documentario ‘Matti da slegare’, 1975). L’autore ama esplorare la storia italiana, ad esempio con ‘Buongiorno, notte’ (2003), che parla del sequestro di Aldo Moro, o ancora ‘Vincere’ (2009), che si occupa dell’amante segreta di Benito Mussolini.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
marco bellocchio nyon retrospettiva sceneggiatore visions du réel
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved