la-variante-inglese-potrebbe-far-esplodere-i-casi
Ti-Press
Il medico cantonale Giorgio Merlani
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
4 ore

Valle Muggio, progetti in 4 punti: dai formaggini al ‘macello’

Creati i gruppi di lavoro all’assemblea dell’associazione per i prodotti Muggio e Val Mara. La bozza già accettata dall’Ufficio federale agricoltura
Ticino
4 ore

Blättler: nella lotta alla mafia dobbiamo fare di più

Il nuovo procuratore generale della Confederazione: il fenomeno esiste, ora dobbiamo trasformare gli elementi che raccogliamo in atti di accusa
Ticino
7 ore

Edilizia, gli aumenti delle materie prime offuscano l’orizzonte

Gli impresari costruttori in assemblea a Mendrisio hanno toccato anche il tema delle infiltrazioni mafiose in Svizzera
Luganese
8 ore

Morcote, al via la stagione estiva per la famiglia

Il primo appuntamento è per domenica 22 a Parco Scherrer, quando andrà in scena lo spettacolo gratuito ‘Aspettando CartaSìa’
Mendrisiotto
8 ore

Sagra della castagna 2022, aperte le iscrizioni

Gli artigiani interessati si devono annunciare entro l’11 giugno. La manifestazione si terrà a Morbio Superiore
Luganese
8 ore

Rovio, verranno sostituiti i tre ippocastani abbattuti

Ha suscitato qualche polemica il taglio degli alberi in piazza. La decisione era stata presa dall’esecutivo in carica fino all’aggregazione
Ticino
8 ore

Imposte di circolazione, i dubbi di Plr e Ps restano

Le due iniziative popolari del Ppd continuano a non convincere del tutto. Speziali: ‘È finanziariamente sostenibile?’. Passalia: ‘Basta, si vada al voto’
Luganese
9 ore

Costi, qualità di vita, moltiplicatore: perché si lascia Lugano

Sebbene il trend demografico si sia invertito, uno studio evidenzia che il saldo migratorio nei confronti dei comuni ticinesi è ancora negativo
Mendrisiotto
9 ore

Si allarga il gremio dell’Ente regionale per lo sport

L’assemblea accoglie Vacallo. In vista anche l’ingresso di Balerna e Brusino Arsizio. Vistati regolamento e statuti
Covid-19
laR
 
20.01.2021 - 19:03

‘La variante inglese potrebbe far esplodere i casi’

Il dottor Giorgio Merlani, medico cantonale, sulla futura incidenza della versione britannica sull’epidemiologia di coronavirus

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

Dottor Merlani, perché preoccupano così tanto queste variazioni del virus? Si legge spesso che quella britannica è sì più contagiosa, ma non più pericolosa del coronavirus che causa il Covid-19.

Partiamo dal presupposto che la variante inglese non è meno pericolosa. Semplicemente non ci sono evidenze che lo sia di più. I dati che abbiamo per adesso sostanzialmente confermano che il decorso è lo stesso della ‘versione classica’. In Inghilterra si sono viste un po’ meno ospedalizzazione perché è circolato più tra i giovani, ma anche in Ticino la dinamica, con numeri più piccoli, è simile. Purtroppo, abbiamo già l'esperienza di persone a rischio per il coronavirus, ricoverate con la variante inglese, il cui decorso è stato come quello classico. Quindi in una situazione di pari virulenza, di pari complicazioni e letalità, avere una versione più contagiosa rischia di peggiorare rapidamente l’andamento epidemiologico e la situazione di affollamento negli ospedali che abbiamo conosciuto.

In questo momento la situazione epidemiologica sembra arretrare. Secondo l’Ufficio federale della sanità i casi di variante inglese sta raddoppiando di settimana in settimana. Addirittura, secondo un recente studio dello Chuv di Losanna, le variazioni del virus circolerebbero già dallo scorso ottobre. Come siamo messi in Ticino da questo punto di vista?

Lo studio ha preso in esame dei sequenziamenti del virus isolato e circa lo 0,5% di questi presentavano delle varianti 'preoccupanti’. In Inghilterra si è visto che da una quasi assenza della variante, in solo otto settimane si è arrivati al 30% dei casi individuati di Covid. Una sorta di evoluzione della specie e quella più contagiosa prende il sopravvento sulla prima.

Questa ipotese potrebbe mettere a rischio il piano vaccinale attualmente in corso?

Non si sa ancora, dipende. Diciamo che la risposta deve essere duplice. Dal punto vista logistico può essere un rischio perché se dovessimo avere tantissimi casi di persone malate, la distribuzione del vaccino verrebbe resa più difficile perché il personale sanitario che dobbiamo dedicare ai centri di vaccinazione dovrà essere messo di nuovo a disposizione del sistema sanitario.

E da quello dell’efficacia dei vaccini?

Per quello che riguarda l’efficacia della vaccinazione, allo stato attuale, tutti i dati che abbiamo mostrano che la vaccinazione copre anche le nuove varianti. Questo non vuol dire che sarà così in assoluto con eventuali altre varianti. Per ora non è dato di sapere cosa succederà.

Quindi dobbiamo attenderci una possibile esplosione di casi anche in Ticino?

In Inghilterra, con misure più restrittive di quelle che avevamo in Svizzera, c’è stato un aumento di casi con questa nuova variante che ha fatto aumentare il tasso di replicazione Rt di 0,4 punti percentuali. Se oggi abbiamo un Rt di 0,8, andremmo sopra l’1,2%. Invece di diminuire, i casi tornerebbero ad aumentare.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
coronavirus covid-19 variante inglese
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved