ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
14 min

Al Campus Supsi a Mendrisio si parla di zanzare e altro

In programma per venerdì una conferenza della Società entomologica della Svizzera italiana
Ticino
1 ora

‘I detenuti con misure terapeutiche vanno adeguatamente seguiti’

La richiesta al governo delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’ è ora nero su bianco. La mozione firmata da tutti i gruppi parlamentari
Ticino
2 ore

‘Avanti’, la porta è aperta a tutti

Presentato il nuovo movimento fondato da Mirante e Roncelli dopo le dimissioni dal Partito socialista. ‘Una forza di centro sinistra, moderna e aperta’
Luganese
3 ore

Pura, condannata a 4 anni la donna che accoltellò l’ex marito

La Corte ha accolto integralmente le richieste di pubblica accusa e accusatore privato, sostenendo che l’imputato abbia mentito per costruirsi un alibi
Ticino
3 ore

Primo incontro fra partiti sul dopo Carobbio agli Stati

Domani rendez-vous tra i vertici cantonali delle forze politiche rappresentate a Berna. Per scongiurare un ‘bel pasticcio’, Farinelli dixit
Ticino
3 ore

Tirocinio, ‘i contratti sciolti non allungano la formazione’

Lo fa sapere il Dipartimento dell’educazione cultura e sport (Decs), che ha anche aperto il concorso per la nomina dei docenti per il prossimo anno
Grigioni
4 ore

Val Calanca, strada forse riaperta prima del weekend

Nella migliore delle ipotesi i lavori di sgombero inizieranno domani. Anche oggi il meteo ha ostacolato la valutazione dei rischi di nuovi scoscendimenti
Luganese
4 ore

Il Convento del Bigorio apre le sue porte per una giornata

L’8 dicembre sarà possibile visitare gli spazi di un monumento cantonale protetto, dal coro dei frati alla cappella Botta
Luganese
4 ore

Sottrasse mezzo milione a un conoscente, ma non fu riciclaggio

Appropriazione indebita: inflitti 15 mesi di carcere, sospesi con la condizionale, a un 39enne comparso di fronte alle Assise criminali di Lugano
Bellinzonese
5 ore

Corsi di potatura secca di alberi da frutta

Sabato 10 dicembre dalle 9.30 alle 12.30 a Malvaglia e sabato 17 dicembre dalle 9.30 alle 12.30 a Stabio
Bellinzonese
5 ore

Ultima tappa per completare la fibra ottica nel Bellinzonese

Amb e Swisscom comunicano che l’anno prossimo saranno connessi anche a Pianezzo, Paudo, Claro, Gudo, Moleno e Preonzo
Locarnese
5 ore

Museo e atelier Remo Rossi, è ‘BIANCA’ l’idea vincente

Lo studio Buzzi Architetti ha vinto il concorso a inviti per la progettazione di complesso e spazio espositivo dedicati allo scultore morto 40 anni fa
Bellinzonese
5 ore

‘Via Roggia dei Mulini rimarrà sicura anche con le palazzine’

Il Municipio di Bellinzona risponde all’interpellanza di Boscolo e Sansossio, confermando che il comparto rientra nella mobilità sostenibile
Bellinzonese
5 ore

Patriziato di Carasso in assemblea

Giovedì 15 dicembre alle 20.15 nella sala patriziale sarà, fra l’altro, discusso il preventivo 2023 che prevede un avanzo d’esercizio di 260mila franchi
28.02.2022 - 16:32
Aggiornamento: 01.03.2022 - 16:58

Basso Mendrisiotto, anche Novazzano allo studio preliminare

Il Comune ha dato la sua adesione e messo nero su bianco alcuni punti. Tra questi la volontà di tenere aperta una porta anche verso Mendrisio

basso-mendrisiotto-anche-novazzano-allo-studio-preliminare
archivio Ti-Press
Una veduta su Novazzano

Novazzano alla fine ha detto sì. Ci sarà anche il Comune guidato da Sergio Bernasconi nello studio preliminare d’opportunità su un’ipotesi aggregativa nel Basso Mendrisiotto. La decisione è stata formalizzata in una lettera inviata nel fine settimana al Municipio di Vacallo, Comune che prima delle festività natalizie aveva a sua volta inviato una missiva a tutti i Comuni del Distretto per sondare il loro interesse, e quindi la loro eventuale adesione, a questo studio. Ai blocchi di partenza si sono annunciati Balerna, Breggia, Chiasso, Morbio Inferiore, Vacallo e, come detto, Novazzano. Tutti gli altri Comuni del Distretto non hanno invece aderito all’iniziativa. Prima di chinarsi sul tema, Novazzano ha voluto archiviare il referendum per l’edificazione del complesso residenziale destinato agli anziani autosufficienti. «Non volevamo che, con una decisione o l’altra, vi fossero delle speculazioni di vario tipo», spiega raggiunto da ‘laRegione’ il sindaco Sergio Bernasconi.

‘Vogliamo avere tutti gli scenari’

Oltre alla conferma sulla sua partecipazione allo studio intermedio, nella sua comunicazione il Municipio di Novazzano ha voluto mettere nero su bianco alcuni punti. «Abbiamo dato il consenso – conferma il sindaco –, ma senza nessun impegno a continuare. Abbiamo inoltre chiesto di guardare e analizzare tutte le criticità e abbiamo pure deciso di tenere aperta la porta anche verso Mendrisio, visto che il sindaco ha dichiarato che entro fine anno sarebbero stati ricontattati i Comuni confinanti». Il messaggio è chiaro. «Non vogliamo restare incollati unicamente al Basso Mendrisiotto – aggiunge Bernasconi –. Infine non capiamo la fretta con cui si vuole procedere». Quella presa dall’esecutivo è stata «una decisione anche sofferta: c’è chi è convinto e chi lo è un po’ meno». A creare unione è stata in particolare «l’idea di avere la possibilità su Mendrisio». Considerata la sua posizione, Novazzano ha una caratteristica che lo differenzia dagli altri Comuni che hanno aderito allo studio. «Novazzano gravita su entrambi i poli: per questo non vogliamo essere vincolati – precisa ancora il sindaco –. Se un domani volessimo organizzare un sondaggio tra la nostra popolazione, è giusto poter fornire tutti gli scenari su cui potersi esprimere».

‘Comune unico come soluzione migliore’

Sergio Bernasconi non lo ha mai nascosto. «Per me il Comune unico resta la soluzione migliore. Non competeremo mai con Lugano, ma se si vuole arrivare ad avere un polo con una certa attrattività, con un Comune unico si riuscirebbe a rivendicare meglio i nostri diritti». Pensando alla situazione attuale, e in particolare alle discussioni in corso sulla terza corsia dinamica e sulla corsia dei Tir, «siamo anche un po’ abbandonati e non abbiamo un grande appoggio – conclude Sergio Bernasconi –. Dobbiamo combattere: non mi sembra ci si renda conto di quella che è la nostra realtà. Questo dà fastidio ed è un peccato perché siamo già in una situazione critica».

I prossimi passi

Nelle scorse settimane il Municipio di Vacallo ha già spiegato quelli che saranno i prossimi passi. Durante il primo incontro del 21 ottobre dell’anno scorso, alla presenza del capo della Sezione degli enti locali Marzio Della Santa, è stato sottolineato che tra i presenti non c’era alcun Comune nella necessità di aggregarsi per ragioni finanziarie o organizzative e che la discussione doveva essere impostata al fine di definire le opportunità di crescita. Della Santa, ricorda il Municipio di Vacallo in un comunicato, "ha accettato la sfida di effettuare una procedura differente dal solito, dichiarandosi pronto a creare uno strumento per mostrare cosa porterebbe il nuovo Comune". Con il beneplacito della direzione del Dipartimento delle istituzioni, nell’incontro del 2 dicembre scorso – presenti anche rappresentanti dei Comuni di Castel San Pietro e Coldrerio – il capo della Sel ha precisato le modalità per svolgere uno studio preliminare. "Al tavolo di lavoro, che dovrebbe impegnare i partecipanti per circa 3-4 mesi, saranno chiamati rappresentanti delle istituzioni e della società civile dei Comuni aderenti". Preso atto delle risposte ottenute dai Municipi interpellati, "Vacallo ha pertanto invitato la Sezione enti locali a proseguire con l’organizzazione dello studio".

Leggi anche:

Il Basso Mendrisiotto guarda oltre i suoi confini

A Novazzano non si progetteranno gli alloggi per anziani

Aggregazione, il Distretto prende due strade parallele

Aggregazione del Basso Mendrisiotto, atto primo

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved