12.09.2022 - 18:33

Voto ai 16enni: progetto posto in consultazione

Lo chiedeva un’iniziativa parlamentare depositata dalla consigliera nazionale basilese del gruppo dei Verdi Sibel Arslan

Ats, a cura di Red.Web
voto-ai-16enni-progetto-posto-in-consultazione
Ti-Press
Giovani e politica

I giovani devono poter votare già a partire dai 16 anni. Dando seguito a un’iniziativa parlamentare in tal senso, la Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale ha posto in consultazione un progetto di modifica della Costituzione. L’iniziativa parlamentare, depositata dalla consigliera nazionale basilese Sibel Arslan (Verdi), chiede che a livello federale il diritto di voto e di elezione venga concesso ai cittadini svizzeri già a partire dal sedicesimo anno di età.

Visto che negli ultimi tempi l’impegno dei giovani è aumentato sensibilmente, la commissione, si legge in una nota dei servizi del parlamento, ritiene opportuno consentire loro di prendere parte il prima possibile alla vita politica. Il progetto preliminare è stato quindi approvato per 13 voti contro 7 (tre astensioni). La consultazione si concluderà il prossimo 16 dicembre. L’abbassamento da 18 a 16 anni può anche dare un impulso all’educazione civica, dato che si anticiperebbe il momento in cui allievi e studenti possono mettere in pratica quanto appreso a scuola, fa notare la commissione. L’età minima a partire dalla quale è possibile essere eletti a cariche politiche deve invece essere mantenuta a 18 anni.

Invece, secondo la minoranza commissionale e i membri che si sono astenuti, questo abbassamento non è giustificato se si considerano gli altri diritti e doveri in ambito civile e penale che gli svizzeri detengono solo una volta maggiorenni. Inoltre, a loro avviso non è opportuno fissare due limiti d’età diversi per il voto attivo e per quello passivo, perché in questo modo i sedicenni e i diciassettenni diverrebbero di fatto elettori di seconda classe. Per di più, ricordano gli scettici, negli ultimi tempi quanto proposto nell’iniziativa parlamentare è stato respinto in diversi Cantoni, in alcuni casi ripetutamente. È quello che è successo a Neuchâtel, Giura e Berna. La possibilità di votare a 16 anni è al momento concessa dal solo Glarona. A livello numerico, l’abbassamento dell’età di voto interesserebbe poco meno di 130’000 giovani. La percentuale degli aventi diritto domiciliati in Svizzera aumenterebbe di circa il 2,4%.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved