ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
6 ore

Rösti e Herzog sempre favoriti, ma i gruppi non si sbottonano

Ultime audizioni oggi dei candidati al Consiglio federale. Solo i Verdi liberali esprimono una preferenza maggioritaria per la ‘senatrice’ basilese.
consiglio degli stati
7 ore

Sicurezza stradale: ‘Aderire al registro europeo’

‘Entrare nell’Erru’, il sistema elettronico che consente lo scambio di informazioni sulle imprese di trasporto per il rispetto delle norme stradali
Svizzera
10 ore

Il Nazionale vuole introdurre il reato di cyberbullismo

Approvata un’iniziativa parlamentare che modifica il codice penale dato che le protezioni legali attuali non sono sufficienti a proteggere le vittime
Svizzera
13 ore

Verso il condono edilizio dopo 30 anni per i rustici fuori zona

La mozione approvata da entrambe le Camere riguarda, per il Ticino, circa 2’000 costruzioni illegali secondo i numeri forniti dal ‘senatore’ Marco Chiesa
Svizzera
13 ore

Imposta minima Ocse, 75% del gettito va ai Cantoni

Alla Confederazione il restante 25%. Lo ha deciso oggi il Nazionale allineandosi così agli Stati.
Svizzera
20 ore

‘Una dinamica che si esaurisce? Io non sono ancora stanca!’

Governo a maggioranza latina, Giura, agricoltura, socialità: a colloquio con la ‘senatrice’ Elisabeth Baume-Schneider, candidata al Consiglio federale
ginevra
1 gior

Tariq Ramadan sarà processato per stupro e coazione sessuale

La procura aveva aperto un’indagine nel 2018: una donna aveva accusato Tariq Ramadan di averla sequestrata e poi aver abusato di lei nel 2008 in un hotel
cyberpornografia
1 gior

Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate

Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
global tax
1 gior

Imposta minima, divergenze tra i due rami del Parlamento

I punti riguardano le ripartizioni degli introiti: 75% ai cantoni per il Consiglio degli Stati, “solo” il 50% per il Nazionale
02.09.2022 - 10:56
Aggiornamento: 16:25

Primato di impieghi a livello nazionale

L’incremento di posti di lavoro del 3,2% (pari a 4,1 milioni a tempo pieno) rappresenta il balzo in avanti più marcato da inizio statistiche (1991)

Ats, a cura di Red.Web
primato-di-impieghi-a-livello-nazionale
Ti-Press
Importante passo avanti della ristorazione, anche se non ancora ai livelli pre-pandemia

Ulteriore forte aumento dell’occupazione in Svizzera: nel secondo trimestre sono stati contabilizzati 5,3 milioni di posti di lavoro, il 3,2% in più dello stesso periodo del 2021, per un totale di 4,1 milioni di equivalenti a tempo pieno (pure +3,2%).

La progressione di 164’000 impieghi sull’arco di un anno rappresenta l’incremento più forte da quando vengono rilevati questo tipo di dati, cioè dal 1991, osserva l’Ufficio federale di statistica (Ust). La crescita ha interessato sia il settore secondario dell’industria e delle costruzioni (+2,2% +23’000) che quello dei servizi (+3,4%, +140’000). L’occupazione è aumentata anche nel confronto con i primi tre mesi dell’anno: +0,7% al netto degli effetti stagionali.

A livello di singoli settori e tornando alle variazioni su base annua, va sottolineata la forte crescita nel ramo alberghiero e della ristorazione (+17,3%, +37’000); il comparto non ha però ancora raggiunto i livelli pre-pandemici, vi è ancora un ammanco di 11’000 posti rispetto al primo semestre 2019. Dinamismo è stato mostrato anche dai segmenti trasporti e comunicazione (+4,0%), sanità (+3,7%) servizi alle imprese (+2,4%), attività manifatturiere (+2,2%), finanza e assicurazioni (+2,1%), costruzioni (+2,0%) e istruzione (+1,9%). Più contenuta è stata invece la crescita nel commercio (+0,7%).

In Ticino la locomotiva è il terziario

Nell’ottica regionale, dappertutto l’occupazione cresce, con tassi che vanno dal +2,4% della Svizzera nordoccidentale e dell’Espace Mittelland al +4,3% della Svizzera centrale. La Svizzera Orientale, che comprende i Grigioni, mette a referto +3,4%, mentre il Ticino segna +3,5%: a sud delle Alpi va comunque segnalata la dicotomia fra gli andamenti dei settori secondario (-0,6%) e terziario (+4,6%). Concretamente, da Airolo a Chiasso gli impieghi (a tempo pieno e parziale) sono 242’000, di cui 50’000 nell’industria e nella costruzione, nonché 192’000 nei servizi.

Tornando a livello nazionale, nel secondo trimestre si contavano 128’000 posti liberi, 39’000 in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+45,5%). Il tasso rispetto al totale è del 2,3%. Stando all’Ust, le difficoltà nel reclutamento di personale qualificato sono fortemente aumentate rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, in particolare nel ramo delle attività manifatturiere.

Nel suo barometro dell’impiego pubblicato oggi l’Ust getta anche uno sguardo al futuro. Le imprese che intendono mantenere stabili il proprio organico nel trimestre successivo rappresentano il 68,9% dell’occupazione totale (contro il 71,7% del secondo trimestre 2021), quelle che al contrario prevedono di aumentare gli effettivi erano all’origine del 15,9% degli impieghi (12,2% nello stesso periodo dell’anno scorso) e quelle che pensano di ridurli il 2,6% (3,2%). L’indicatore delle prospettive d’impiego calcolato in base a tali dati è salito leggermente rispetto all’anno scorso, a 1,08 punti (+2,3%), superando il valore di 1,00 per tutti i rami e tutte le grandi regioni. Come noto la scala dell’indicatore va da 0,50 (riduzione dell’occupazione) a 1,50 (aumento).

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved