25.08.2022 - 15:55

Una banca sostenibile? Non prima di un’analisi approfondita

È il parere del Consiglio federale, che raccomanda di respingere in blocco le cinque mozioni sull’argomento

Ats, a cura di Red.Web
una-banca-sostenibile-non-prima-di-un-analisi-approfondita
Ti-Press
Meglio prima chiarire vari aspetti

Il Consiglio federale è contrario all’istituzione di una banca che promuova investimenti sostenibili. A suo modo di vedere, prima di prendere una decisione su un progetto di tale portata, è necessaria un’analisi approfondita.

Il concetto, sostenuto anche dalla fabbrica di idee sulla politica estera foraus, è promosso in cinque mozioni identiche di consiglieri nazionali di Verdi, Ps, Alleanza del Centro, Verdi liberali (Pvl) e Plr.

Secondo i suoi sostenitori, una Green Investment Bank (Gib, banca d’investimento sostenibile) dovrebbe contribuire a ridurre rischi e incertezze in investimenti nei settori delle energie rinnovabili, della tutela della biodiversità e delle tecnologie a emissioni negative. In questo modo dovrebbe essere più facile, per tali iniziative, trovare capitali privati. Concretamente, la banca potrebbe ad esempio coprire i rischi economici, politici o legati ai progetti, oppure attenuare le fluttuazioni valutarie.

Nella sua seduta di ieri, il Consiglio federale ha deciso di raccomandare la bocciatura delle mozioni, si legge nella presa di posizione pubblicata oggi. "Elaborare un modello per un progetto della portata di 10 miliardi di franchi senza prima chiarire le numerose questioni di fondo ancora in sospeso e, soprattutto, le possibili modalità di finanziamento della Gib, sarebbe una mossa affrettata e irresponsabile dal punto di vista dell’economicità".

Affidarsi alle istituzioni esistenti

Di per sé, il governo è favorevole a una maggiore mobilitazione di capitali privati, soprattutto per i progetti sul clima e sulla biodiversità nei Paesi in via di sviluppo. Fa notare che oggi esistono già diversi canali di finanziamento, come le banche multilaterali di sviluppo.

Questi strumenti non sono sufficienti per i sostenitori di una banca d’investimento sostenibile svizzera. A loro avviso, sono necessari ulteriori sforzi per raggiungere gli obiettivi climatici di Parigi, come investimenti in progetti su larga scala a beneficio della transizione energetica e della protezione degli habitat.

Banche d’investimento verdi esistono già in altri Paesi, come Germania, Scozia e Stati Uniti. Hanno un’attività essenzialmente nazionale.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved