15.04.2022 - 15:43
Aggiornamento: 18:08

Torna la voglia di viaggiare, grande affluenza negli aeroporti

Rispetto ai livelli pre-pandemia i passeggeri sono rispettivamente il 70 e l’85 per cento negli scali di Zurigo e Ginevra per il periodo pasquale

Ats, a cura de laRegione
torna-la-voglia-di-viaggiare-grande-affluenza-negli-aeroporti
Keystone

Per i quattro giorni del weekend di Pasqua gli aeroporti di Ginevra e Zurigo si attendono una forte affluenza. Sulle sponde del Lemano ci si aspettano circa 187mila passeggeri, una cifra che corrisponde all’85% dello stesso periodo 2019, anno pre-pandemia.

"Le persone hanno di nuovo voglia di viaggiare, di vedere famiglia o amici. La ripresa è iniziata lo scorso autunno", ha detto oggi a Keystone-ATS Ignace Jeannerat, portavoce dello scalo. Nel dettaglio, sono previsti 46mila passeggeri oggi, circa 50mila domani e domenica e ancora 41mila lunedì.

Ultimamente le destinazioni più amate sono Londra, Lisbona, Porto e Madrid, secondo il portavoce. Sono comunque ancora attesi voli in arrivo con sciatori, in maggioranza britannici.

Considerando l’affluenza elevata e la situazione sanitaria in certi Paesi, l’aeroporto consiglia ai passeggeri di arrivare almeno tre ore in anticipo. È poi importante verificare le condizioni di entrata in ogni destinazione. "Raccomandiamo di tenere in tasca una mascherina. Non è obbligatoria all’aeroporto di Ginevra, ma certe compagnie aeree la chiedono", ha detto sottolineato Jeannerat.

Zurigo: 70mila persone al giorno

A Zurigo le previsioni sono di circa 70mila persone al giorno, una cifra che equivale grosso modo al 70% del periodo pre-pandemia, ha spiegato la portavoce Jasmin Bodmer. Il progresso è comunque notevole: basti pensare che l’anno scorso a Pasqua lo scalo aveva registrato una media di 13’200 passeggeri al giorno.

Dall’hub zurighese sono particolarmente apprezzate mete come Londra, Amsterdam, Palma di Maiorca e Dublino. In totale, una sessantina di compagnie volano verso circa 190 destinazioni diverse.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved