ULTIME NOTIZIE Svizzera
udc
2 ore

Anche Rickli si tira fuori per il dopo-Maurer

La consigliera di Stato zurighese non si candida alla successione. Finora nessuna candidatura ufficiale
energia
2 ore

Gas: anche la Svizzera vuole impianti di stoccaggio

La richiesta è dell’Associazione svizzera dell’industria del gas (Asig). Il tema verrà trattato dal Consiglio federale
Svizzera
9 ore

Migros: in arrivo ‘Teo’, il negozio senza personale

Vi si potrà accedere mediante carta di credito oppure un codice QR Cumulus. La casse automatiche accetteranno anche il pagamento con twint
Svizzera
11 ore

Impressum chiede aumenti salariali nei media

Sollecitato l’adeguamento delle retribuzioni in funzione dell’inflazione. ‘Non concederlo equivarrebbe a una riduzione dello stipendio’
Svizzera
12 ore

‘Io, adolescente e con la fedina penale già macchiata’

Fra i reati più commessi dai giovanissimi ci sono il taccheggio e il porto abusivo di armi, lo indica un’indagine internazionale
Svizzera
13 ore

Crescono i pernottamenti in Svizzera. Ma non in Ticino

In controtendenza rispetto a quella nazionale, nel nostro cantone in agosto la flessione è stata del 16%. Ma nel 2021 cifre ‘dopate’
Svizzera
14 ore

Covid, da lunedì quarta dose in tutta la Svizzera

Come a livello cantonale, la vaccinazione è consigliata soprattutto alle persone a rischio sopra i 65 anni e al personale sanitario
Svizzera
14 ore

Addio ai ‘gioielli di famiglia’ per Credit Suisse

L’istituto di credito ha avviato il processo di vendita dell’albergo di lusso Savoy, ultimo grande immobile ancora di proprietà della banca
Svizzera
14 ore

Sedicenne gravemente ustionato da un arco elettrico

Il giovane, che si trovava accanto a un treno merci fermo alla stazione di Rafz, nel canton Zurigo, è stato elitrasportato all’ospedale
Svizzera
16 ore

Successione di Maurer, anche Rickli e Stamm Hurter si defilano

L’ex consigliera nazionale di Winterthur, tra i favoriti per il posto vacante in governo, non sarà della corsa. Così come l’ex vicepresidente dell’Udc
28.04.2021 - 20:40
Aggiornamento: 21:17

Un piano di misure per acqua più pulita in Svizzera

Il Consiglio federale concretizza l’alternativa alle iniziative popolari ‘eccessive e penalizzanti’ in votazione il 13 giugno.

un-piano-di-misure-per-acqua-piu-pulita-in-svizzera
Keystone
Ancora troppe tracce di pesticidi nelle acque svizzere

Berna – Il Consiglio federale vuole proteggere meglio le risorse idriche della Svizzera. Con questa idea in testa oggi ha avviato, fino al prossimo 18 agosto, la consultazione sul cosiddetto "Piano di misure Acqua pulita", che contiene un pacchetto di ordinanze agricole in relazione all'iniziativa parlamentare "Ridurre i rischi associati all'uso di pesticidi".

Durante la recente sessione primaverile, il Parlamento ha concluso il dibattito sull'iniziativa, depositata dalla Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio degli Stati. Con le nuove disposizioni di legge viene potenziata la protezione dell'ambiente e delle acque dagli effetti negativi correlati all'uso di prodotti fitosanitari e biocidi, nonché dalle eccedenze di sostanze nutritive. "L'acqua potabile in Svizzera è di eccellente qualità e va assolutamente preservata", ha affermato davanti ai media a Berna, al termine della seduta dell'esecutivo, il consigliere federale Guy Parmelin.

Iniziative popolari "eccessive"

La legislazione costituisce una risposta più concreta, ha proseguito, rispetto a quella proposta dai testi sugli stessi argomenti che saranno sottoposti al popolo nella votazione del 13 giugno. Essi sono stati etichettati dal ministro dell'economia come "eccessivi e penalizzanti".

L'iniziativa parlamentare, che al contrario secondo Parmelin è una soluzione che giova a tutti gli attori coinvolti, concerne la legge sull'agricoltura, la legge sulla protezione delle acque e quella sui prodotti chimici. I suoi contenuti devono essere concretizzati a livello di ordinanza.

In una prima fase sono stati messi a punto i provvedimenti che riguardano il diritto agricolo al fine di attuare gran parte delle disposizioni della Politica agricola a partire dal 2022 (PA22+), "che come sapete è stata temporaneamente sospesa", ha ricordato il vodese. Il Parlamento ha poi deciso misure di ampia portata ed esteso il campo di applicazione oltre l'agricoltura.

Dimezzare rischi prodotti fitosanitari

L'obiettivo è di proteggere meglio le acque superficiali dei biotopi, quelle sotterranee e l'acqua potabile dalla contaminazione da prodotti fitosanitari. Uno dei traguardi principali a cui si ambisce è dimezzare, entro il 2027, i rischi associati all'uso di tali preparati, ha precisato Parmelin.

Se le aziende agricole intendono continuare a beneficiare dei pagamenti diretti, non potranno più, ad esempio, utilizzare principi attivi a elevato potenziale di rischio, quali gli erbicidi come il dimetacloro. I gestori dovranno attuare misure per ridurre il dilavamento e la deriva dei prodotti fitosanitari al di fuori delle particelle trattate e lasciare più spazio tra la particella e le griglie per l'evacuazione delle acque durante i trattamenti.

Sostanze nutritive

Per quanto concerne la protezione delle acque dalle eccedenze di sostanze nutritive, l'agricoltura dovrà fare in modo di generarne meno, così da ridurre le percentuali di azoto e di fosforo che si riscontrano nel suolo. In questo caso, l'obiettivo è diminuire le perdite di queste sostanze di almeno il 20% entro il 2030.

Il Consiglio federale propone anche di abolire il margine d'errore del 10% nel calcolo del bilancio di concimazione. Sarà invece sempre possibile trasferire le eccedenze in altre aziende in grado di valorizzare tali concimi, consentendo così di sostituire quelli sintetici.

L'ordinanza sui pagamenti diretti, quella sui sistemi d'informazione nel campo dell'agricoltura e quella concernente l'analisi della sostenibilità in agricoltura fanno parte di questo primo pacchetto. Un altro pacchetto sarà inviato in consultazione in un secondo momento.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved