DJOKOVIC N. (SRB)
2
DELLIEN H. (BOL)
0
fine
(6-2 : 6-2)
BENCIC B. (SUI)
0
PEGULA J. (USA)
0
1 set
(4-3)
in-svizzera-incertezza-su-variante-inglese-ma-la-strada-e-giusta
Patrick Mathys (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Coda di 14 km al portale nord della galleria del San Gottardo

Lo ha comunicato il Tcs su Twitter. Il tempo di attesa è di circa due ore e venti minuti
Svizzera
15 ore

Il Plr: 'I non vaccinati senza sintomi paghino il test Covid'

Secondo i liberali, eventuali restrizioni future dovrebbero essere applicate solo a chi si potrebbe vaccinarsi ma si rifiuta di farlo
Svizzera
17 ore

Proiettile vecchio di cent'anni rimosso dalle rive del Sitter

Era una granata d'acciaio da 7,5 cm proveniente da un antico pezzo di artiglieria: oggi a mezzogiorno è stata portata via da un camion messo in sicurezza
Svizzera
17 ore

Panne all’aereo: Parmelin salta l’incontro con Naruhito

Problemi tecnici al jet del Consiglio federale in volo per Tokyo. Cancellati gli appuntamenti con l’imperatore e il ministro degli esteri giapponesi.
Svizzera
18 ore

Vaccini e effetti collaterali: non gravi quasi 2/3 dei casi

Delle 4'319 notifiche di effetti indesiderati, 2'782 (64,4%) sono classificate come 'non serie'. L'età media delle persone colpite è di 60,2 anni
Svizzera
18 ore

La grandine ha causato più danni delle inondazioni in Svizzera

Ammontano a centinaia di milioni di franchi i danni causati dalla grandine, secondo i dati delle assicurazioni
Svizzera
19 ore

Marijuana in coltura di canapa legale: mille piante sequestrate

In una serra di Rothenturm (Sz): il 60enne responsabile dell'impianto ha ammesso che quanto coltivato contiene stupefacente
Svizzera
19 ore

Vaccinato con due dosi il 46,1% della popolazione svizzera

La media delle vaccinazioni è di 45'536 al giorno. Il ritmo è diminuito del 17% rispetto alla settimana scorsa
Svizzera
20 ore

Quest'anno le pere e le mele si faranno attendere

La fioritura in Svizzera è avvenuta 17 giorni dopo rispetto al 2020, i frutti potranno essere raccolti con tre settimane di ritardo rispetto all'anno scorso
Svizzera
20 ore

In Svizzera calano (di poco) i contagi, 2 decessi

Il tasso di positività scende di oltre un punto percentuale. La situazione ospedaliera resta stabile a livelli bassi circa i letti occupati da pazienti Covid
Svizzera
21 ore

Due ex islamisti condannati dal Tribunale penale federale

Condanne a 30 mesi di reclusione, parzialmente sospesi, e 22 mesi sospesi per due residenti a Ginevra. Entrambi si sono distanziati dall'Islam radicale
Svizzera
16.02.2021 - 15:240
Aggiornamento : 21:30

In Svizzera incertezza su variante inglese, ma la strada è giusta

La task-force federale mostra un prudente ottimismo, ma la flessione è meno netta del dovuto. Al momento non c'è il previsto raddoppio dei casi da variante

I dati su infezioni, ricoveri e decessi continuano a calare, ma non si può escludere un incremento delle infezioni nelle prossime settimane a causa soprattutto delle varianti del Covid-19.

Lo ha dichiarato oggi ai media Patrick Mathys dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), sostenendo che i dati sulla variante inglese, quella più temuta, sono ancora incompleti. Insomma, è difficile fare previsioni al momento, regna molta "incertezza".

In generale, le cifre comunicate oggi ci inducono a un prudente ottimismo, anche se avremmo voluto una flessione più netta dei casi di nuove infezioni, ha spiegato Mathys. Il tasso riproduzione oscilla tra lo 0,88 e l'1. Si va nella giusta direzione, ma la diminuzione non è abbastanza veloce, secondo Mathys.

Incertezza su variante inglese

In merito alle pressioni che giungono soprattutto dal mondo economico, ma anche dai partiti, affinché il Consiglio federale allenti le misure protettive, Mathys ha diplomaticamente glissato su alcune domande poste a tale proposito. Il Consiglio federale si trova senz'altro di fronte a una "decisione difficile", ha affermato, aggiungendo che gli esperti possono solo esprimere raccomandazioni sulla base delle informazioni a disposizione.

Gli ultimi dati pubblicati dal Politecnico federale di Zurigo, ha spiegato l'alto funzionario dell'UFSP, non indicano chiaramente il raddoppio ogni 10 giorni del numero di infezioni dovuti alla variante inglese come previsto all'inizio.

I dati provenienti da Ginevra, ha asserito, lasciano pensare che di tutti i casi confermati, il 50% potrebbe essere dovuto alla variante britannica. Tuttavia, queste informazioni non possono essere estese a tutto il Paese, ha precisato. Attualmente, le varianti dovrebbero essere il 26-27%, se non superiori, del totale dei casi di infezione da Covid registrati.

Nelle settimane scorse, lo stesso Mathys aveva parlato di un raddoppio dei casi ogni settimana per la variante inglese e del pericolo che essa prenda il sopravvento. Ad ogni modo, Mathys ha precisato che entro la fine di questa settimana, si avranno dati più precisi che dovrebbero portare maggiore chiarezza al riguardo.

Vaccinazioni, prosegue campagna

Sul fronte della vaccinazioni, Virginie Masserey dell'UFSP, dove si occupa del controllo delle epidemia, ha dichiarato che le operazioni proseguono, anche se bisogna tuttavia fare i conti con problemi nelle forniture. Al momento, quasi 550 mila persone sono state vaccinate e 100 mila hanno ricevuto la seconda dose di uno dei due vaccini autorizzati finora, ossia quello di Moderna e di Pfizer/BioNtech.

In un raffronto con gli altri Paesi occidentali, ha aggiunto la funzionaria, con 6,3 dosi ogni 100 mila abitanti la Svizzera occupa una buon posizione, preceduta in Europa solo dalla Gran Bretagna e dalla Danimarca.

Stando a Masserey, nonostante le difficoltà di procurarsi i vaccini, entro la fine di aprile tutte le persone a rischio in Svizzera dovrebbero aver ricevuto almeno una dose di vaccino. Da maggio, il preparato potrà essere inoculato al resto della popolazione. Entro l'estate, come annunciato anche dal Consiglio federale, tutte le persone che lo desiderano dovrebbero essere immunizzate contro il Covid-19.

127'533 dosi vaccino somministrate la scorsa settimana

Sono state 127'533 le dosi del vaccino anti-coronavirus somministrate in Svizzera la settimana scorsa. Secondo i dati dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) pubblicati oggi, che arrivano fino a domenica compresa, il ritmo delle inoculazioni ha subito un'accelerata.

La media parla infatti di 18'219 somministrazioni quotidiane. Rispetto ai sette giorni precedenti, si tratta di un aumento del 29%.

In totale, le punture effettuate dall'inizio della campagna sono 541'231, il che significa 6,26 dosi ogni 100 abitanti. Da ricordare che una persona deve riceverne due per essere protetta al meglio contro il Covid.

I vaccini consegnati globalmente sono invece 782'675, ovvero 9,05 dosi per 100 abitanti. Ciò significa che sono 241'444 i preparati non ancora usati. Inoltre, ulteriori 23'350 dosi sono stoccate dalla Confederazione.

© Regiopress, All rights reserved