CHI Blackhawks
3
Detroit Red Wings
6
fine
(1-1 : 1-4 : 1-1)
VEGAS Knights
NY Islanders
04:00
 
chiusura-di-un-mese-per-ristorazione-tempo-libero-e-cultura
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
7 ore

Canton Svitto, 43enne perde la vita in montagna

Il cadavere dell’uomo, deceduto dopo essere precipitato per 70 metri, è stato trovato oggi da due escursionisti
Svizzera
10 ore

Violenza a Zurigo: due giovani accoltellati

Hanno 18 e 19 anni le vittime delle due risse scoppiate ieri nel Canton Zurigo. In manette ci sono finiti 10 ragazzi, di età compresa fra 14 e 23 anni
Svizzera
11 ore

Zurigo, la polizia interrompe un raduno illegale d’auto truccate

Le autorità hanno controllato 160 veicoli a Dübendorf. Dodici le persone denunciate per modifiche non autorizzate alle proprie vetture
Svizzera
13 ore

Terza dose: ‘Swissmedic è tutt’altro che lenta’

Raimund Bruhin, direttore di Swissmedic, risponde alle accuse: ‘Sono i produttori di vaccini che decidono quando e dove presentare le domande, non noi’
Svizzera
15 ore

Cifre in rosso per gli ospedali svizzeri

Il 72% delle strutture per cure acute non è riuscito a chiudere il 2020 in pareggio per la pandemia. Danni finanziari stimati a 1,5 milioni di franchi
Svizzera
16 ore

Il settore del turismo dice ‘sì’ alla Legge Covid-19

Per il presidente della Federazione svizzera del turismo, la fine del certificato Covid, che garantisce la libertà di viaggio, ‘sarebbe fatale’
Svizzera
16 ore

Nez Rouge: quest’anno attive solo 10 sezioni, Ticino compreso

La pandemia e le misure sanitarie hanno indotto circa la metà delle sezioni regionali a rinunciare all’attività per le festività natalizie
Svizzera
18 ore

‘Nel 2022 potremmo dover tornare al lavoro ridotto’

A dirlo è il presidente della Confederazione Guy Parmelin. A preoccuparlo non il Covid ma la difficoltà d’approvvigionamento di materiali per le aziende
Svizzera
1 gior

A Berna grande corteo di oppositori alle restrizioni Covid

La manifestazione è autorizzata. Finora non ci sono stati incidenti degni di nota
Svizzera
1 gior

Esercito, ammessi errori nei costi per l’informatica

Le stime per le spese sono arrivate “troppo tardi”, quando il budget era già stato fissato
Svizzera
1 gior

A Basilea apre oggi la 550esima Fiera d’autunno

Per due settimane, sette diverse piazze del centro città e un padiglione fieristico si riempiranno di stand e giostre
Svizzera
1 gior

UDC: “no” a iniziative cure infermieristiche e giustizia

Così hanno deciso i delegati democentristi riuniti oggi in assemblea a Montricher
Svizzera
2 gior

Migliaia di persone in piazza per il clima

Circa 3’500 a Berna, 2’000 a Ginevra, a una settimana dalla Conferenza mondiale di Glasgow
Svizzera
2 gior

Tentò di uccidere l’ex, condannato a 4 anni e mezzo

A Neuchâtel l’uomo strangolò la vittima e la accoltellò al torace, lei si salvò per miracolo
Svizzera
2 gior

Rilanciata in Parlamento l’uccisione preventiva del lupo

Nuovo tentativo su iniziativa della commissione degli Stati. L’idea: replicare il modello della regolazione degli effettivi degli stambecchi
Svizzera
2 gior

Mantenere gli obiettivi anche dopo il no alla legge sul CO2

La Commissione ambiente del Consiglio degli Stati si allinea al Consiglio nazionale
Svizzera
2 gior

Freddo e grandine, pessimo raccolto di frutta quest’anno

Rispetto agli ultimi cinque anni, raccolto solo il 35% di albicocche, il 40% di prugne e il 72% di ciliegie
Svizzera
2 gior

Il Museo dello sport ha venduto le sue collezioni

Migliaia di oggetti storici acquistati da 66 musei e organizzazioni in Svizzera e all’estero. La vendita ha fruttato quasi un milione di franchi
Svizzera
2 gior

Roger Federer ha il suo tram, anzi il suo ‘Drämmli’

Glielo ha dedicato l’azienda dei trasporti basilese Bvb. Speciali sedili ricordano la panchina dei campi da tennis
Svizzera
2 gior

La Svizzera concede la libera circolazione alla Croazia dal 2022

Lo ha dichiarato la Segreteria di Stato per la migrazione (Sem) non avendo constatato alcuno squilibrio “degno di nota” sul mercato del lavoro elvetico
Svizzera
2 gior

In Svizzera 1’288 contagi, risale il tasso di riproduzione

Scende l’occupazione Covid in cure intense. Registrati 36 ricoveri e 3 decessi
Svizzera
2 gior

Asilo, il Taf sblocca i rinvii in Italia di famiglie con minori

Il Taf ha stabilito che le condizioni di accoglienza in Italia dei soggetti vulnerabili siano migliorate dopo la revoca dei ‘decreti sicurezza’ di Salvini
Svizzera
2 gior

Mancano pezzi, lavoro ridotto per l’industria dell’auto svizzera

Diverse ditte svizzere sono ricorse alla misura in seguito alla difficoltà di reperire pezzi chip e componenti elettronici e altre ci stanno pensando
Svizzera
2 gior

Sondaggio SSR: sì a cure infermieristiche e legge Covid-19

Secondo la rilevazione, la legge Covid-19 a inizio ottobre era accreditata del 61% dei SI, che sono il 78% per l’iniziativa sulle cure infermieristiche
Svizzera
3 gior

Fermato in dogana con armi, moto e carne non dichiarate

Un 59enne francese con famiglia a Bure (Ju) con 4 fucili, una pistola e relative munizioni, una moto d’epoca non sdoganata e 4,7 kg di carne nel furgone
Svizzera
3 gior

Settimana di vaccinazione, ultima possibilità prima dell’inverno

Per Lukas Engelberger, presidente dei direttori cantonali della sanità, ‘i vaccini funzionano, è la pandemia a dividere’
Svizzera
18.12.2020 - 15:170
Aggiornamento : 19:04

Chiusura di un mese per ristorazione, tempo libero e cultura

Le misure scatteranno dal 22 dicembre e saranno valide fino al 22 gennaio. Esteso anche l'uso dei test rapidi. Deroghe con i cantoni con tasso Rt sotto 1

E alla fine si chiude, almeno per quanto riguarda  i bar e ristoranti e le strutture  per la cultura, il tempo libero e lo sport. Dal 22 Dicembre al 22 gennaio serrande abbassate dunque per bar, club, discoteche e sale da ballo per quanto riguarda la ristorazione e i locali pubblici. Chiude anche la cultura: stop ai musei, i cinema, le biblioteche, le case da gioco, i giardini botanici e gli zoo e altre strutture culturali e per il tempo libero. Restano inoltre le restrizioni agli orari di apertura, con i negozi che dovranno chiudere alle 19, la domenica, nonchè il 25 e 26 dicembre e l'1 gennaio.  Possibili deroghe per i cantoni in cui l'indice di riproduzione del virus si mantiene sotto l'1,00 per una settimana, così come l'incidenza. Il Consiglio federale ha inoltre esteso  l’impiego dei test rapidi per riuscire a testare un numero ancora maggiore di persone consentendoli anche alle persone asintomatiche.

'Prendiamoci cura gli uni degli altri'

La consigliera federale Simonetta Sommaruga ha lanciato un appello alla solidarietà reciproca, in vista delle feste che a causa delle misure porteranno molte persone a restare da sole. «Vorrei che ci guardassimo l'un l'altro, che fossimo lì l'uno per l'altro, che ci prendessimo cura l'uno dell'altro» ha dichiarato, aggiungendo che la Svizzera è forte «quando siamo solidali, quando tutti si impegnano e agiscono insieme»

'Aumento esponenziale dei casi'

Alain Berset ha ricordato che l'aumento dei casi in modo esponenziale, considerato il livello di contagi alto, è molto preoccupante, per cui l'obiettivo è di ridurre l'indice di riproduzione sotto l'1. «Non siamo al punto dove avremmo auspicato di essere» ha ripetuto Berset. «Gli ospedali da settimane sono al limite delle capacità e il personale è sotto pressione da mesi»

'Comprensori sciistici grossa responsabilità per i cantoni'

Nonostante la competenza per l'apertura delle stazioni sciistiche sia dei cantoni, Berset ha ricordato il rischio di dover far fronte a livello ospedaliero agli infortuni sugli scii, esortando dunque i cantoni ad attuare un comportamento responsabile. Berset ha inoltre precisato che anche i ristoranti nei comprensori sciistici saranno chiusi, così come i negozi.

'Le misure decise vanno molto in là'

Rispetto all'osservazione che da più parti, soprattutto dal mondo sanitario, è giunto l'appello a mettere in atto misure drastiche, Simonetta Sommaruga ha rivendicato il fatto che queste misure siano già molto incisive, ribadendo anche il fatto che è comunque il Consiglio Federale come organo politico a prendere le decisioni. Concetto ribadito anche da Alain Berset, che ha sottolineato come il sistema "a semaforo" con i tre livelli di rischio è di difficile applicazione in quanto prevede degli automatismi non sempre attuabili. Il Consiglio Federale ha comunque dei criteri per prendere delle decisioni politiche di cui si assume la responsabilità. 

Le misure in dettaglio

Chiusura dei ristoranti 

Le strutture della ristorazione devono chiudere. Non sono previste deroghe durante le  festività. Possono rimanere aperte soltanto le mense aziendali, le mense scolastiche della  scuola dell’obbligo e le strutture della ristorazione degli alberghi riservate ai propri ospiti.  Restano inoltre consentite la vendita di cibi e bevande da asporto e i servizi di consegna. 

Chiusura degli impianti sportivi 

Vengono chiuse le strutture sportive, segnatamente centri sportivi e palestre, piste di pattinaggio e piscine. La pratica dello sport all’aperto è consentita in gruppi di  non più di cinque persone. Le squadre delle leghe professionistiche possono disputare  partite, ma senza spettatori. Sono ammesse le attività sportive, ad eccezione delle competizioni, e culturali di bambini e ragazzi che non hanno ancora compiuti i 16 anni. 

Chiusura delle strutture per la cultura e il tempo libero 

I musei, i cinema, le biblioteche, le case da gioco, i giardini botanici e gli zoo e altre strutture  culturali e per il tempo libero devono chiudere. È possibile svolgere attività culturali in piccoli  gruppi. Restano per contro vietate le manifestazioni con pubblico. Sono però ammesse  forme di manifestazioni alternative, per esempio quelle trasmesse on-line.

Ulteriore riduzione della capienza nei negozi 

L’afflusso di clienti nei negozi viene ulteriormente limitato. Il numero massimo di persone  consentito dipende dalla superficie di vendita liberamente accessibile. I negozi devono  applicare severi piani di protezione. Sono mantenute le restrizioni degli orari di apertura: i  negozi devono rimanere chiusi tra le 19 e le 6, così come la domenica e nei giorni festivi.  

Allentamenti possibili in singoli Cantoni 

I Cantoni che presentano un’evoluzione epidemiologica favorevole possono prevedere  allentamenti e decidere, per esempio, di aprire i ristoranti e gli impianti sportivi. I criteri per  poterlo fare sono, in particolare, il numero di riproduzione, che deve essere inferiore a 1, e  l’incidenza su sette giorni, che deve situarsi sotto la media svizzera.  

Raccomandazione: restare a casa 

La popolazione è invitata a restare a casa, a ridurre il più possibile i contatti sociali e a  rinunciare a viaggi e spostamenti non strettamente necessari.  

Il Consiglio federale vuole poter reagire rapidamente se nelle prossime settimane la  situazione dovesse continuare a peggiorare. Per questo motivo segue da vicino l’evoluzione.  Il 30 dicembre procederà a una valutazione intermedia e all’inizio di gennaio traccerà un  bilancio. 

La responsabilità delle stazioni sciistiche resta dei Cantoni 

I comprensori sciistici restano di competenza dei Cantoni. Il loro esercizio è però soggetto a  condizioni severe: la situazione epidemiologica deve permetterlo e devono essere garantite  sufficienti capacità negli ospedali, per il tracciamento dei contatti e per i test. Devono inoltre  essere elaborati severi piani di protezione la cui attuazione deve essere garantita. Se queste condizioni non sono adempiute non può essere rilasciata un’autorizzazione all’esercizio.  

I provvedimenti in sintesi:

Il Consiglio federale estende l’impiego dei test rapidi 

Per permettere alla popolazione di farsi testare ancora più facilmente, il Consiglio federale  estende l’impiego dei test rapidi. Allo scopo ha deciso una modifica dell’ordinanza 3 COVID 19 che entra in vigore il 21 dicembre.  

Attualmente sono riconosciuti soltanto i test antigenici rapidi eseguiti a partire da un tampone  nasofaringeo. In futuro nelle farmacie, negli ospedali, negli studi medici e nei centri di test  potranno essere eseguiti tutti i tipi di test rapido che soddisfano i criteri dell’Ufficio federale  della sanità pubblica (UFSP). 

Test rapidi anche in assenza di sintomi 

I test rapidi potranno inoltre essere eseguiti anche su persone senza sintomi riconoscibili che  non soddisfano i vigenti criteri di test dell’UFSP. Potranno essere per esempio integrati quale  protezione supplementare nei piani di protezione delle case per anziani, degli alberghi o sul  posto di lavoro. Un risultato negativo è riferibile soltanto al giorno del test. Finora i test rapidi  erano consentiti soltanto a persone con sintomi, a persone che avevano ricevuto una  segnalazione dall’app SwissCovid o nel quadro di indagini sui focolai disposte dalle autorità  competenti. 

Persone o istituzioni che svolgono test rapidi al di fuori dei criteri di test devono sostenerne i  costi. Chi risulta positivo, dovrebbe sottoporsi immediatamente a un test PCR di conferma. Il  motivo risiede nella maggior probabilità dei test rapidi di produrre risultati falsi positivi. I costi  del test PCR di conferma sono assunti dalla Confederazione. 

I test rapidi non sono un’alternativa alle regole d’igiene e di comportamento I test rapidi non sostituiscono le regole d’igiene e di comportamento dell’UFSP. Lavarsi le  mani, tenersi a distanza, portare la mascherina e ridurre i contatti sociali restano misure  fondamentali per proteggersi dal contagio e combattere l’epidemia.

Prorogato il lavoro ridotto

A causa della situazione epidemiologica tesa e delle ulteriori restrizioni imposte alle attività economiche, il Consiglio federale ha deciso oggi di prorogare nuovamente, fino al 31 marzo 2021, le misure in materia di indennità per lavoro ridotto (ILR). Le relative modifiche dell'ordinanza COVID-19 entreranno in vigore il 1° gennaio 2021.

 

 

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved