Roma
1
Cagliari
0
2. tempo
(1-0)
Atalanta
Inter
20:45
 
Lugano
2
Bienne
3
fine
(1-0 : 1-1 : 0-2)
WAS Capitals
VAN Canucks
20:00
 
chiusura-di-un-mese-per-ristorazione-tempo-libero-e-cultura
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
2 ore

Appesero lo striscione ‘Kill Erdogan’, da martedì a processo

I quattro imputati, chiamati a presentarsi davanti alla giustizia bernese, nel 2017 protestarono durante una manifestazione per la democrazia in Turchia
Svizzera
2 ore

Grigioni, sciatore 23enne muore a Grüsch

Il giovane si era avventurato con un amico in una zona ripida e boscosa attorno alle 22.30 di sabato. È stato trovato senza vita nel Pendlatobel
Svizzera
3 ore

Appenzello Esterno: si addormenta in auto e finisce sui binari

Il giovane, un 22enne, era ubriaco. Nessuno è rimasto ferito ma i danni sono ingenti, ha comunicato oggi la polizia cantonale
Svizzera
6 ore

Grigioni, automobilista ubriaco causa incidente

Il fatto è successo stamattina a Coira. Un allievo conducente ha perso il controllo del suo veicolo uscendo da una rotatoria
Svizzera
7 ore

Sostegno ai media, diverse personalità si attivano per il ‘sì’

Sono oltre 100 i personaggi che hanno accolto ‘l’Appello urgente’ per una democrazia non fatta solo di opinioni, ma anche di conoscenze
Svizzera
8 ore

Cassis a Berlino per incontrare Scholz, Baerbock e Steinmeier

Il presidente della Confederazione giovedì sarà in Germania per dialogare con i vertici del Governo tedesco
Svizzera
10 ore

Gli esperti: ‘Un registro anche per i casi di long-Covid’

Più aumenta il numero di contagi in Svizzera e maggiore è il rischio di danni a lungo termine, si legge sulla stampa domenicale
Svizzera
10 ore

L’onda d’urto dell’eruzione del Tonga arriva anche in Svizzera

Dai grafici dell’Ufficio federale di meteorologia e climatologia si vede una variazione netta e molto breve della pressione tra le 19.00 e le 21.00.
Svizzera
1 gior

Verdi: più collaborazione con l’Europa per il clima

Il presidente ecologista Glättli ha inoltre chiesto un nuovo patto verse: ‘Un Green New Deal, che protegga il clima producendo energia in modo diverso’
Svizzera
1 gior

L’Alleanza di Centro chiede soluzioni pragmatiche con l’Ue

Il partito di Pfister vuole un approccio che preservi la competitività dell’economia elvetica e che tenga conto della sua sovranità
Svizzera
1 gior

Grigioni: dipendente della funivia gravemente ferito

L’incidente è avvenuto mentre l’uomo stava effettuando dei lavori di servizio su un pilone della funivia che porta all’Alp Trida Sattel
Svizzera
1 gior

Marco Chiesa critica la politica energetica svizzera

Durante l‘assemblea dei delegati, il presidente dell’Udc ha messo nuovamente in guardia da una ’catastrofe energetica’
Svizzera
1 gior

Per Denner il 2021 è stato un anno da record

L’azienda ha realizzato un giro d’affari di 3,8 miliardi di franchi e ha aumentato la massa salariale dell’1%, portando il salario minimo a 4’200 franchi
Svizzera
2 gior

Vaccini: effetti indesiderati, non serio il 62,7% dei casi

Secondo Swissmedic i casi totali di sospette reazioni avverse sono 11’467 su un totale di 14,5 milioni di dosi
Svizzera
2 gior

Commissione Sanità: frenare l’aumento dei premi di cassa malati

La Commissione sicurezza sociale e sanità del Nazionale entra in materia su due controprogetti indiretti del Governo ad altrettante iniziative popolari
Svizzera
2 gior

Attacchi a Vienna, l’Mpc abbandona procedimento contro svizzero

Non ci sono prove che un islamista di Winterthur sia coinvolto negli attentati dell’autunno 2020. Rimane aperto il fascicolo riguardante un secondo uomo.
Svizzera
2 gior

Gli ospedali pronti ad aumentare i letti per pazienti Covid

In vista di un possibile aumento dei ricoveri, le strutture sanitarie si stanno attrezzando. Berset: ‘Quarantena più breve non esenta dalla prudenza’
Svizzera
2 gior

In Svizzera meno persone in isolamento o quarantena in 24 ore

Scende, dopo diversi giorni, il tasso di riproduzione che resta però superiore a 1. L’occupazione dei pazienti Covid in cure intense resta sotto il 30%
Svizzera
2 gior

Presunti danni da vaccino, chiesti (e respinti) 100 indennizzi

Nessun caso rispettava i requisiti stabiliti dalla Legge sulle Epidemie. Inoltrati reclami anche per disturbi banali come forte sudorazione e stanchezza
Svizzera
2 gior

Vendemmia in Vallese, nel 2021 la più bassa di sempre

Si tratta del raccolto meno vasto da quando sono iniziate le statistiche nel 1966. Ma vigneti ceduti al prezzo simbolico di 1 franco qualcosa dicono...
Svizzera
2 gior

Meno domanda di carta da giornali, cala il valore della cartiera

Il gruppo industriale CPH, che controlla l’ultima cartiera ancora esistente in Svizzera a Perlen (LU), costretto a rivalutare al ribasso gli impianti
Svizzera
3 gior

Svitto, chiesti 13 anni per il padre che accoltellò la figlia

Secondo l’accusa, l’uomo ebbe rapporti sessuali incestuosi e voleva ucciderla per vendetta. La difesa sostiene che agì in stato di alterazione
Svizzera
3 gior

Clinica di cardiochirurgia di Zurigo, direttore sotto inchiesta

Il procedimento penale contro Paul Vogt riguarda un’operazione al cuore, risalente al 2020, nella quale un paziente è morto
Svizzera
3 gior

L’imposta minima del 15% piace agli ambienti economici

La decisione di Berna di attuare una modifica costituzionale per le grandi multinazionali garantisce la sicurezza giuridica, secondo Economiesuisse
Svizzera
3 gior

Abolizione dell’imposta preventiva, referendum lanciato

Il comitato con Ps, Verdi e sindacati ritiene che il progetto sia un incoraggiamento alla ‘criminalità economica’
Svizzera
3 gior

Parco eolico nel Giura vodese, via libera dal Tribunale federale

Respinto il ricorso di Helvetia Nostra e di diversi privati cittadini contro il progetto di parco eolico di Sur Grati
18.12.2020 - 15:170
Aggiornamento : 19:04

Chiusura di un mese per ristorazione, tempo libero e cultura

Le misure scatteranno dal 22 dicembre e saranno valide fino al 22 gennaio. Esteso anche l'uso dei test rapidi. Deroghe con i cantoni con tasso Rt sotto 1

a cura de laRegione

E alla fine si chiude, almeno per quanto riguarda  i bar e ristoranti e le strutture  per la cultura, il tempo libero e lo sport. Dal 22 Dicembre al 22 gennaio serrande abbassate dunque per bar, club, discoteche e sale da ballo per quanto riguarda la ristorazione e i locali pubblici. Chiude anche la cultura: stop ai musei, i cinema, le biblioteche, le case da gioco, i giardini botanici e gli zoo e altre strutture culturali e per il tempo libero. Restano inoltre le restrizioni agli orari di apertura, con i negozi che dovranno chiudere alle 19, la domenica, nonchè il 25 e 26 dicembre e l'1 gennaio.  Possibili deroghe per i cantoni in cui l'indice di riproduzione del virus si mantiene sotto l'1,00 per una settimana, così come l'incidenza. Il Consiglio federale ha inoltre esteso  l’impiego dei test rapidi per riuscire a testare un numero ancora maggiore di persone consentendoli anche alle persone asintomatiche.

'Prendiamoci cura gli uni degli altri'

La consigliera federale Simonetta Sommaruga ha lanciato un appello alla solidarietà reciproca, in vista delle feste che a causa delle misure porteranno molte persone a restare da sole. «Vorrei che ci guardassimo l'un l'altro, che fossimo lì l'uno per l'altro, che ci prendessimo cura l'uno dell'altro» ha dichiarato, aggiungendo che la Svizzera è forte «quando siamo solidali, quando tutti si impegnano e agiscono insieme»

'Aumento esponenziale dei casi'

Alain Berset ha ricordato che l'aumento dei casi in modo esponenziale, considerato il livello di contagi alto, è molto preoccupante, per cui l'obiettivo è di ridurre l'indice di riproduzione sotto l'1. «Non siamo al punto dove avremmo auspicato di essere» ha ripetuto Berset. «Gli ospedali da settimane sono al limite delle capacità e il personale è sotto pressione da mesi»

'Comprensori sciistici grossa responsabilità per i cantoni'

Nonostante la competenza per l'apertura delle stazioni sciistiche sia dei cantoni, Berset ha ricordato il rischio di dover far fronte a livello ospedaliero agli infortuni sugli scii, esortando dunque i cantoni ad attuare un comportamento responsabile. Berset ha inoltre precisato che anche i ristoranti nei comprensori sciistici saranno chiusi, così come i negozi.

'Le misure decise vanno molto in là'

Rispetto all'osservazione che da più parti, soprattutto dal mondo sanitario, è giunto l'appello a mettere in atto misure drastiche, Simonetta Sommaruga ha rivendicato il fatto che queste misure siano già molto incisive, ribadendo anche il fatto che è comunque il Consiglio Federale come organo politico a prendere le decisioni. Concetto ribadito anche da Alain Berset, che ha sottolineato come il sistema "a semaforo" con i tre livelli di rischio è di difficile applicazione in quanto prevede degli automatismi non sempre attuabili. Il Consiglio Federale ha comunque dei criteri per prendere delle decisioni politiche di cui si assume la responsabilità. 

Le misure in dettaglio

Chiusura dei ristoranti 

Le strutture della ristorazione devono chiudere. Non sono previste deroghe durante le  festività. Possono rimanere aperte soltanto le mense aziendali, le mense scolastiche della  scuola dell’obbligo e le strutture della ristorazione degli alberghi riservate ai propri ospiti.  Restano inoltre consentite la vendita di cibi e bevande da asporto e i servizi di consegna. 

Chiusura degli impianti sportivi 

Vengono chiuse le strutture sportive, segnatamente centri sportivi e palestre, piste di pattinaggio e piscine. La pratica dello sport all’aperto è consentita in gruppi di  non più di cinque persone. Le squadre delle leghe professionistiche possono disputare  partite, ma senza spettatori. Sono ammesse le attività sportive, ad eccezione delle competizioni, e culturali di bambini e ragazzi che non hanno ancora compiuti i 16 anni. 

Chiusura delle strutture per la cultura e il tempo libero 

I musei, i cinema, le biblioteche, le case da gioco, i giardini botanici e gli zoo e altre strutture  culturali e per il tempo libero devono chiudere. È possibile svolgere attività culturali in piccoli  gruppi. Restano per contro vietate le manifestazioni con pubblico. Sono però ammesse  forme di manifestazioni alternative, per esempio quelle trasmesse on-line.

Ulteriore riduzione della capienza nei negozi 

L’afflusso di clienti nei negozi viene ulteriormente limitato. Il numero massimo di persone  consentito dipende dalla superficie di vendita liberamente accessibile. I negozi devono  applicare severi piani di protezione. Sono mantenute le restrizioni degli orari di apertura: i  negozi devono rimanere chiusi tra le 19 e le 6, così come la domenica e nei giorni festivi.  

Allentamenti possibili in singoli Cantoni 

I Cantoni che presentano un’evoluzione epidemiologica favorevole possono prevedere  allentamenti e decidere, per esempio, di aprire i ristoranti e gli impianti sportivi. I criteri per  poterlo fare sono, in particolare, il numero di riproduzione, che deve essere inferiore a 1, e  l’incidenza su sette giorni, che deve situarsi sotto la media svizzera.  

Raccomandazione: restare a casa 

La popolazione è invitata a restare a casa, a ridurre il più possibile i contatti sociali e a  rinunciare a viaggi e spostamenti non strettamente necessari.  

Il Consiglio federale vuole poter reagire rapidamente se nelle prossime settimane la  situazione dovesse continuare a peggiorare. Per questo motivo segue da vicino l’evoluzione.  Il 30 dicembre procederà a una valutazione intermedia e all’inizio di gennaio traccerà un  bilancio. 

La responsabilità delle stazioni sciistiche resta dei Cantoni 

I comprensori sciistici restano di competenza dei Cantoni. Il loro esercizio è però soggetto a  condizioni severe: la situazione epidemiologica deve permetterlo e devono essere garantite  sufficienti capacità negli ospedali, per il tracciamento dei contatti e per i test. Devono inoltre  essere elaborati severi piani di protezione la cui attuazione deve essere garantita. Se queste condizioni non sono adempiute non può essere rilasciata un’autorizzazione all’esercizio.  

I provvedimenti in sintesi:

Il Consiglio federale estende l’impiego dei test rapidi 

Per permettere alla popolazione di farsi testare ancora più facilmente, il Consiglio federale  estende l’impiego dei test rapidi. Allo scopo ha deciso una modifica dell’ordinanza 3 COVID 19 che entra in vigore il 21 dicembre.  

Attualmente sono riconosciuti soltanto i test antigenici rapidi eseguiti a partire da un tampone  nasofaringeo. In futuro nelle farmacie, negli ospedali, negli studi medici e nei centri di test  potranno essere eseguiti tutti i tipi di test rapido che soddisfano i criteri dell’Ufficio federale  della sanità pubblica (UFSP). 

Test rapidi anche in assenza di sintomi 

I test rapidi potranno inoltre essere eseguiti anche su persone senza sintomi riconoscibili che  non soddisfano i vigenti criteri di test dell’UFSP. Potranno essere per esempio integrati quale  protezione supplementare nei piani di protezione delle case per anziani, degli alberghi o sul  posto di lavoro. Un risultato negativo è riferibile soltanto al giorno del test. Finora i test rapidi  erano consentiti soltanto a persone con sintomi, a persone che avevano ricevuto una  segnalazione dall’app SwissCovid o nel quadro di indagini sui focolai disposte dalle autorità  competenti. 

Persone o istituzioni che svolgono test rapidi al di fuori dei criteri di test devono sostenerne i  costi. Chi risulta positivo, dovrebbe sottoporsi immediatamente a un test PCR di conferma. Il  motivo risiede nella maggior probabilità dei test rapidi di produrre risultati falsi positivi. I costi  del test PCR di conferma sono assunti dalla Confederazione. 

I test rapidi non sono un’alternativa alle regole d’igiene e di comportamento I test rapidi non sostituiscono le regole d’igiene e di comportamento dell’UFSP. Lavarsi le  mani, tenersi a distanza, portare la mascherina e ridurre i contatti sociali restano misure  fondamentali per proteggersi dal contagio e combattere l’epidemia.

Prorogato il lavoro ridotto

A causa della situazione epidemiologica tesa e delle ulteriori restrizioni imposte alle attività economiche, il Consiglio federale ha deciso oggi di prorogare nuovamente, fino al 31 marzo 2021, le misure in materia di indennità per lavoro ridotto (ILR). Le relative modifiche dell'ordinanza COVID-19 entreranno in vigore il 1° gennaio 2021.

 

 

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved