laRegione
dagli-stati-si-al-matrimonio-per-tutti
(Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
2 ore

Valanghe, sei morti in tre giorni in Svizzera

Le vittime stavano sciando fuori pista. Il pericolo resta ‘marcato’ in diverse zone del Paese.
Svizzera
2 ore

Direttori scolastici latini: 'Non chiudere scuole dell'obbligo'

La Conferenza latina dei responsabili degli istituti della scuola dell'obbligo (CLACESO) si allinea alla posizione della Svizzera tedesca
Svizzera
5 ore

Da Credit Suisse a Ubs, in Svizzera tutti al lavoro da casa

L'obbligo del telelavoro scattato oggi ha aumentato la percentuale dei dipendenti attivi da casa. Meno colonne sulle strade anche nelle ore di punta
Svizzera
6 ore

Gestione conflitti e violenza nei centri asilanti da migliorare

La Commissione nazionale per la prevenzione della tortura chiede di formare meglio gli addetti alla sicurezza, che spesso agiscono in modo sproporzionato
Svizzera
7 ore

Coronavirus, in Svizzera 4'703 casi nel weekend

Il tasso di positività si mantiene sostanzialmente stabile sotto il 10%. La cifra dei decessi totali supera quota 8'000
Svizzera
8 ore

Scuola reclute a distanza, si inizia con un problema tecnico

Impossibile per molti connettersi al sistema per un problema tecnico. Lo conferma Stefan Hofer, portavoce dell'esercito
Svizzera
8 ore

Vaccino, possibile risarcimento per effetti collaterali gravi

Per i vaccini anti-Covid valide le disposizioni in vigore sulle responsabilità del fabbricante, dei sanitari o, a titolo sussidiario, della Confederazione
Svizzera
9 ore

Trapianti, la pandemia non ferma le donazioni di organi

Solo 11 donazioni di organi in meno nel 2020 rispetto all'anno precedente. Lo comunica Swisstransplant. Lo scorso anno morte 72 persone in lista d'attesa
Svizzera
9 ore

Il digitale nell'amministrazione: per gli svizzeri è un 'nì'

Meno soddisfatti rispetto al 2018. Dice uno studio biennale: 'Svizzera non al passo col cambiamento'. Critiche in merito al rinnovo della carta d'identità
Svizzera
13 ore

St. Moritz, focolaio della nuova variante di Covid

Le autorità del Canton Grigioni hanno messo in quarantena due alberghi e chiuso le scuole. Ferme anche quelle di sci
Svizzera
01.12.2020 - 12:370
Aggiornamento : 16:21

Dagli Stati, 'sì' al matrimonio per tutti

Approvata con 22 voti contro 15 e 7 astenuti la revisione del Codice civile che estende il matrimonio anche alle coppie omosessuali. La parola al Nazionale

Anche le coppie omosessuali devono potersi unire in matrimonio. Ne è convinto il Consiglio degli Stati che ha approvato, con 22 voti contro 15 e 7 astenuti, una revisione del Codice civile. Le discussioni oggi si sono essenzialmente incentrate sulla necessità o meno di modificare la Costituzione per aprire il matrimonio alle coppie dello stesso sesso.

La nozione di matrimonio contenuta nella Costituzione federale viene ancora oggi intesa nella società quale unione tra un uomo e una donna, ha sottolineato Martin Schmid (PLR/GR). Per questo motivo l'introduzione del matrimonio per le coppie omosessuali deve poggiare su una solida base costituzionale, ha aggiunto.

Una questione così rilevante dal profilo politico-sociale, ha affermato Beat Rieder (PPD/VS), deve essere sottoposta al Popolo e ai Cantoni non solo per considerazioni di costituzionalità ma anche per motivi politico-democratici. Una semplice modifica legislativa indebolirebbe la legittimità del progetto, ha sostenuto.

Per la maggioranza del plenum il progetto rappresenta la realizzazione di un lungo percorso (l'iniziativa parlamentare risale al 2013 ndr.), irto di ostacoli, per la piena uguaglianza di tutti davanti alla legge, tenuto conto dell'evoluzione delle mentalità in seno alla società non più disposta a tollerare discriminazioni basate sull'orientamento sessuale. La Costituzione federale garantisce il diritto al matrimonio e alla famiglia, senza definire il sesso, ha ricordato l'ecologista ginevrina Lisa Mazzone (l'articolo 14 della Costituzione afferma "Il diritto al matrimonio e alla famiglia è garantito", ndr).

Da una prospettiva storica, ha sostenuto il relatore commissionale Carlo Sommaruga (PS/GE), il diritto al matrimonio sancito dalla Costituzione federale è nato come un diritto volto a tutelare da impedimenti al matrimonio di natura religiosa o economica previsti nelle legislazioni cantonali. Ciò non impedisce dunque al legislatore di modificare le caratteristiche del matrimonio sancite dal Codice civile per aprire alle coppie dello stesso sesso.

Per quanto riguarda l'accesso alla donazione di sperma per le coppie lesbiche, i "senatori" hanno introdotto una divergenza con il Nazionale esprimendosi a favore di una regolamentazione più precisa e differenziata, che tenga meglio conto del diritto del bambino di conoscere la sua ascendenza.

La proposta di Benedikt Würth (PPD/SG) di rinviare la questione a un momento successivo, nell'attesa di chiarimenti giuridici, è stata respinta con 20 voti contro 15 e 3 astenuti.

Il Consiglio degli Stati vuole che la moglie della madre venga registrata anch'essa come madre del bambino solo in caso di donazione di sperma. Inoltre, la moglie della madre del bambino non dovrebbe poter contestare la maternità dopo una donazione di sperma alla partner.

Il progetto in breve

Le grandi linee del disegno di legge sono note: le disposizioni che attualmente disciplinano il matrimonio si applicherebbero in futuro anche a quelli fra persone dello stesso sesso. Di conseguenza, non sarà più possibile costituire nuove unioni domestiche registrate.

I partner che hanno contratto un'unione domestica registrata, qualora questa revisione dovesse entrare in vigore, potranno comunque continuare a restare vincolati da tale istituto giuridico. Allo stesso tempo, chi lo desidera potrà convertire l'unione domestica registrata in matrimonio senza inutili ostacoli burocratici.

Il progetto prevede inoltre adeguamenti alle disposizioni del diritto internazionale privato. Attualmente, infatti, il matrimonio celebrato all'estero da una coppia omosessuale è riconosciuto in Svizzera quale unione domestica registrata.

L'oggetto va al Nazionale per l'esame delle divergenze.

© Regiopress, All rights reserved