DJOKOVIC N. (SRB)
2
DELLIEN H. (BOL)
0
fine
(6-2 : 6-2)
BENCIC B. (SUI)
0
PEGULA J. (USA)
0
1 set
(2-3)
cure-infermieristiche-i-senatori-puntano-i-piedi
TiPress
Svizzera
30.11.2020 - 18:460

Cure infermieristiche, i ‘senatori’ puntano i piedi

Mantenute due pesanti divergenze con il Nazionale. Marina Carobbio: così difficilmente i promotori ritireranno la loro iniziativa.

Berna – I Cantoni non dovrebbero essere obbligati a concedere aiuti agli infermieri in formazione. Lo ha ribadito oggi il Consiglio degli Stati per 29 voti a 14, mantenendo questa divergenza col Nazionale nel controprogetto indiretto all'iniziativa popolare "Per cure infermieristiche forti". Il dossier ritorna alla Camera del popolo.

Per 23 voti a 18, la camera dei cantoni ha ribadito inoltre l'idea secondo cui possono fatturare determinate prestazioni infermieristiche senza prescrizione o mandato di un medico soltanto gli infermieri, le organizzazioni Spitex e le case di cura che hanno previamente concluso una convenzione con gli assicuratori malattia.

Secondo Marina Carobbio (Ps), difficilmente queste due decisioni indurranno i promotori dell'iniziativa - nel cui comitato siede anche la "senatrice" ticinese - a ritirare la loro proposta. Per quanto attiene alla prima divergenza, secondo Carobbio la pandemia ha dimostrato la dipendenza del nostro sistema sanitario dall'estero e la necessità quindi di un maggior sostegno finanziario da parte dei Cantoni per formare un maggior numero di infermieri e altri professionisti della salute. La formulazione potestativa, ossia i cantoni "possono incoraggiare" e non "incoraggiano", non basta a detta della consigliera agli Stati.

Per quanto attiene alla seconda differenza col Nazionale, la soluzione degli Stati pone a suo avviso ulteriori condizioni che non tengono conto del fatto che i promotori dell'iniziativa domandano proprio un maggior riconoscimento della loro professionalità, senza per forza dover sottoporsi a una convenzione con gli assicuratori.

Il controprogetto riprende le esigenze essenziali dell'iniziativa. Invita i Cantoni e la Confederazione a investire maggiormente nella formazione, a migliorare le condizioni di lavoro e soprattutto a rafforzare le competenze del personale infermieristico.

© Regiopress, All rights reserved