laRegione
Nuovo abbonamento
mascherine-a-scuola-cantone-che-vai-soluzione-che-trovi
Obbligo o non obbligo, è questo il dilemma (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
11 ore

Sommaruga informerà l'Ue sull'esito della votazione

Il Consiglio federale non si esprime sulle prospettive del negoziato per l'accordo quadro
Svizzera
15 ore

Coronavirus, in Svizzera 782 nuovi casi in tre giorni

Dall'inizio della pandemia il totale delle persone infette sale a 52'646. Durante il fine settimana si sono verificati altri due decessi e 26 ricoveri
Svizzera
15 ore

Jet da combattimento, le donne lo avrebbero abbattuto

Il 55% delle votanti ha infatti ieri deposto un "no" nell'urna, stando a un sondaggio di Tamedia. Esattamente opposta è stata invece la posizione degli uomini
Svizzera
17 ore

Incidente della circolazione con esito letale a Liestal

Morto un motociclista diciassettenne scontratosi frontalmente con un automobilista diciannovenne
Svizzera
17 ore

Deraglia un treno a Echallens: nessun ferito ma notevoli disagi

Fuori dai binari un convoglio regionale della linea Losanna-Echallens-Bercher. Ancora ignote le cause del sinistro
Svizzera
17 ore

Votazioni, uno schiaffo per i democentristi

All'indomani delle votazioni federali, la stampa svizzerotedesca e romanda usa toni forti per sottolineare la débâcle dell'Udc
Svizzera
1 gior

Sciaffusa, avanzano gli ecologisti alle cantonali

Hanno guadagnato un seggio anche gli evangelici del PEV mentre ne hanno perso uno ciascuno UDC, PS e PLR
Svizzera
1 gior

Dopo il voto sulla caccia è valzer di reazioni

Se Gysin (Verdi) è 'molto soddisfatta' e spera 'in un cambio di paradigma', Regazzi (Ppd) è 'preoccupato'. E dice: ‘Spero che non ci arrivi una fattura salata'
Svizzera
1 gior

Aerei da combattimento, il sì prevale per 10mila voti

I sondaggi della vigilia davano ampiamente vincente il credito da sei miliardi. Alla fine solo il 50,2% lo ha accettato
Svizzera
1 gior

Bocciata a fil di lana la legge sulla caccia

Il 51,93% dei votati ha respinto il testo in votazione che permetteva, a determinate condizioni, l'abbattimento dei grandi predatori tra cui il lupo
Svizzera
1 gior

Votazioni, risultati finali: sì solo a jet e congedo paternità

Bocciata l'iniziativa dell'Udc sulla fine della libera circolazione con l'Ue. No anche alla modifica della legge sulla caccia e alle deduzioni fiscali
Svizzera
07.08.2020 - 16:330

Mascherine a scuola: cantone che vai, soluzione che trovi

Nei cantoni latini sarà obbligatorio per i livelli post obbligatori, nella Svizzera tedesca non c'è un'unità di intenti. E in Ticino... lo scopriremo lunedì

In Svizzera, in vista del ritorno sui banchi di scuola, le soluzioni divergono circa l'impiego delle mascherine in aula. Nei cantoni latini sarà obbligatorio per i livelli post obbligatori. Nella Svizzera tedesca non c'è un'unità di intenti.

L'insegnamento potrà svolgersi in classi al completo a condizione che le misure sanitarie vengano rispettate, indica una nota odierna della Conferenza intercantonale dell'istruzione pubblica della Svizzera romanda e del Ticino (CIIP). Il ritorno a scuola deve avvenire nel modo più normale possibile, viene precisato.

Per la scuola post obbligatoria dovranno disinfettarsi le mani e portare la mascherina se la distanza di 1,5 metri non potrà essere rispettata insegnanti e altre persone impiegate negli istituti scolastici come pure gli studenti. Un insegnamento a distanza potrà essere preso in considerazione.

Anche per la scuola dell'obbligo dovranno essere rispettate le regole sanitarie. L'uso delle mascherine è invece imposto dalle autorità soltanto per gli insegnanti che non potranno rispettare la distanza di sicurezza di 1,5 metri dagli allievi o da altri adulti. In ogni caso, gli allievi a partire dai 12 anni devono portare una mascherina nei trasporti pubblici in conformità alle direttive federali.

A Neuchâtel, il ritorno a scuola si farà normalmente con tutti gli allievi. Se un istituto scolastico è interessato da un caso di quarantena, una soluzione con mezze classi combinata con un insegnamento a distanza potrà essere presa in considerazione, ha dichiarato all'agenzia Keystone-ATS Jean-Claude Marguet, capo del servizio neocastellano dell'insegnamento per la scuola dell'obbligo.

Ulteriori decisioni dipenderanno dagli sviluppi della situazione sanitaria e da nuove misure o raccomandazioni del Consiglio federale, ha aggiunto dal canto suo il Dipartimento vallesano dell'istruzione.

Soluzioni modulabili

In Svizzera tedesca le soluzioni sono diverse a dipendenza dei cantoni. A Lucerna, Argovia, Basilea Campagna e Sciaffusa l'uso delle mascherine è obbligatorio nei licei e nelle scuole professionali se la distanza minima di 1,5 metri non può essere rispettata. Argovia impone persino uno spazio minimo di 2,25 metri quadrati per ciascun allievo.

Nel canton Berna, le mascherine non saranno obbligatorie alla scuola dell'obbligo ma in quella post obbligatoria sì. Sempre a livello di medie superiori, gli allievi bernesi avranno lezione sempre nella loro aula, all'interno della quale dovranno anche sempre sedersi allo stesso posto. Inoltre, per prevenire la propagazione del coronavirus, nei licei e nelle scuole professionali le lezioni cominceranno e si concluderanno, se possibile, in modo scaglionato, così come le pause. Il canton invita infine i giovani e gli insegnanti a utilizzare l'applicazione SwissCovid.

I cantoni di Zurigo, Basilea Città, San Gallo, Grigioni Turgovia, Zugo, Obvaldo e Appenzello esterno rinunciano per il momento all'obbligatorietà delle mascherine per la scuola post obbligatoria. Nel canton Svitto, "l'uso delle mascherine non è una soluzione sostenibile nella pratica", hanno indicato le autorità a Keystone-ATS. L'insegnamento in aula sarebbe notevolmente complicato, e persino impossibile in determinati casi.

Nei cantoni di Basilea Città, Grigioni e della Svizzera orientale, un istituto scolastico può introdurre l'obbligo di indossare mascherine per persone adulte negli spazi comuni della scuola se la distanza sanitaria non può essere mantenuta. Soletta invece preconizza l'uso delle mascherine nelle scuole professionali se la distanza non può essere rispettata "su un lungo periodo".

Per offrire spazio a sufficienza agli allievi, le scuole basilesi hanno ristrutturato le loro aule affinché vi sia un solo allievo per banco. I mobili non necessari sono stati rimossi. A Lucerna, le mascherine saranno obbligatorie anche nei cortili delle scuole.

© Regiopress, All rights reserved