ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
2 ore

Ascona, una conferenza tra fede e denaro

Relatore sarà Markus Krienke, teologo e filosofo
Locarnese
4 ore

‘Le Corti inCanto’: offriamo delicatezza in cambio di passione

Dopo 15 edizioni il Gruppo Centro Storico di Locarno vuole cedere il testimone a chi intenda dare continuità alla manifestazione
Ticino
6 ore

Divertimento, pregiudizi, didattica, ricerca... cos’è il gaming?

Chiacchierata a tutto tondo col ricercatore Supsi Masiar Babazadeh: ‘Non è solo Super Mario, ci sono programmi usati anche dalle aziende per i neoassunti’
Bellinzonese
6 ore

Una Bellinzona più pulita val bene una fredda giornata di vento

Clean Up Day: oltre alle scuole si è attivato anche un gruppo di volontari capitanato dall’amministratrice di un profilo Facebook dedicato alla città
Luganese
14 ore

Orti familiari comunali a Lugano, ‘tutti devono concorrere’

Il bando scade il 14 ottobre. La municipale Cristina Zanini Barzaghi: ‘Gli anziani i più interessati, già passati attraverso altre crisi economiche’
GALLERY
Mendrisiotto
16 ore

Mendrisio, ‘Sagra del Borgo riuscita al 100 per cento’

Nella tre giorni di festa che ha caratterizzato il nucleo storico non ci sono stati interventi per risse o violenze. Sam sollecitato in due occasioni.
Mendrisiotto
17 ore

Chiasso, natura e paesaggio per il ‘nuovo’ Faloppia

Il Municipio presenta al Consiglio comunale la richiesta di un credito di 300mila franchi per elaborare il progetto definitivo di riqualifica
Mendrisiotto
17 ore

‘ProgettoAmore’ e i fondi per l’emergenza in Ucraina

I proventi della manifestazione sono stati donati all’associazione Insieme per la pace che grazie a due volontari ha portato provviste a Nikolaev
Ticino
17 ore

Il governo dice sì al fondo per apprendisti in difficoltà

Accolta la proposta di Fonio ed Ermotti-Lepori. Sarà gestito dal Decs, rifornito da pubblico e privato, e servirà a rifondere le direzioni delle sedi
07.08.2020 - 08:43
Aggiornamento: 18:12

Nei Grigioni tutti a scuola e senza obbligo di mascherina

L'anno 2020/21 inizierà con lezioni in presenza e classi intere; quarantena per chi torna da zone a rischio

nei-grigioni-tutti-a-scuola-e-senza-obbligo-di-mascherina
Ti-Press

Nei Grigioni il nuovo anno scolastico e di tirocinio inizierà regolarmente con l'insegnamento presenziale in tutti gli istituti di formazione. Sulla base di una valutazione della situazione attuale - si legge in un comunicato stampa - il Cantone con l'inizio dell'anno scolastico non introdurrà nessun obbligo di indossare mascherine negli istituti di formazione. In collaborazione con l'Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni e con il medico cantonale è stato definito il modo di procedere riguardo a questioni sanitarie, in particolare per quanto riguarda il contact tracing e il comportamento da tenere dopo un test del coronavirus.

Scuole dell'obbligo

Nell'anno scolastico 2020/21 le lezioni nella scuola dell'obbligo si terranno sotto forma di insegnamento presenziale con classi intere. Le regole di comportamento e le misure igieniche continueranno a essere di importanza fondamentale. Nella scuola dell'obbligo non si dovranno indossare mascherine. A seconda della situazione locale in relazione alla Covid‑19, un ente scolastico potrà introdurre un obbligo di indossare mascherine valido per persone adulte negli spazi comuni della scuola. Gli allievi di qualsiasi età o persone adulte che tornano da una zona definita a rischio dalla Confederazione, dovranno rimanere in quarantena per 10 giorni. Agli allievi verranno assegnate attività e compiti da svolgere a casa.

Grado secondario II e nel settore della formazione terziaria

Le informazioni fornite dal Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente (Deca) nel documento del 26 giugno 2020 "Attuazione delle prescrizioni federali concernenti la Covid‑19 nell'anno scolastico rispettivamente di tirocinio 2020/21" rimangono valide.

All'inizio dell'anno scolastico non verrà introdotto nessun obbligo mascherina negli istituti di formazione post‑obbligatoria del grado secondario II (scuole professionali, centri dei corsi interaziendali, scuole d'arti e mestieri, soluzioni transitorie, scuole medie superiori), del grado terziario (scuole specializzate superiori, scuole universitarie professionali e scuole universitarie) e di perfezionamento professionale.

Questa decisione si basa sull'analisi congiunta della situazione attuale svolta dall'Ufficio dell'igiene pubblica, dal medico cantonale e dal Deca. Se non è possibile rispettare le distanze minime e non possono essere adottati altri provvedimenti di protezione, il Cantone raccomanda di proteggersi indossando una mascherina. Spetta agli istituti di formazione dare attuazione in maniera sistematica alle regole di comportamento e alle misure igieniche dell'Ufsp secondo il proprio piano di protezione, il quale deve essere adeguato su base continua. Gli istituti di formazione possono stabilire provvedimenti che vanno oltre, ad esempio l'obbligo di indossare una mascherina durante le situazioni di insegnamento in cui non è possibile rispettare la distanza minima. La competenza e la responsabilità per l'introduzione di un obbligo di indossare mascherine spettano alla direzione dell'istituto di formazione

Se in un istituto di formazione sussiste un obbligo di indossare mascherine, gli allievi provvedono a portarne una con sé. In conformità alle disposizioni giuridiche, per gli apprendisti è l'azienda di tirocinio a dover mettere a disposizione dispositivi di protezione personale, come ad esempio le mascherine.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved