discesa-libera-verso-il-lockdown
Iscriviti alla newsletter
Ogni giorno la redazione seleziona le notizie che compongono la nostra newsletters.
Per riceverla tramite email, iscriviti, l'invio è gratuito
ULTIME NOTIZIE Newsletter
Newsletter
16 ore

Dadò e Aldi chiedono una ‘Corte dei conti’ anche in Ticino

Su laRegione oggi: annunci di lavoro per una babysitter formato Wonder Woman; il nuovo porto di Riva San Vitale; Gaetano Berardi e Sean Ardoin
Newsletter
2 gior

Sui grandi predatori, c’è chi chiede più soldi e chi meno lupi

Su laRegione oggi: chiesto un credito per misure contro il predatore; viaggio nelle piscine del Sottoceneri; Tommasi e la Fatal Verona; Storie mondiali
Newsletter
3 gior

E se Cenerentola avesse avuto un’app?

Oggi su laRegione: il rilancio di Chiasso, la superficie insidiosa di Wimbledon, il primo romanzo storico di Mattia Bertoldi e il commento di Aldo Sofia
Newsletter
5 gior

Venticinque anni fa, morsi alle orecchie e magie a Hogwarts

Su laRegione oggi: Speziali sulle imposte di circolazione; la scissione M5S; Monteceneri e risparmio idrico; Tyson vs. Holyfield; 25 anni di Harry Potter
Newsletter
6 gior

Ma che caldo farà, in Svizzera? Tanto, e sempre di più

Su laRegione oggi: scenari climatici ‘roventi’ per il futuro; violenza giovanile a Locarno, il punto; Nolan Quinn premiato a Jazz Ascona
Newsletter
1 sett

Permessi di soggiorno: la polizia mette il naso nei cassetti

I 50 di Zidane, la lontana parità salariale per le calciatrici svizzere, un concorso per un grado di polizia non previsto, fini e mezzi della politica
Newsletter
1 sett

La guerra del whisky, senza feriti e senza morti

Su LaRegione: chiusa la contesa territoriale fra Canada e Danimarca; PolCom Locarno, ipotesi interim; l’Ungheria e il calcio d’oggi; Wimbledon e potere
17.12.2020 - 06:00

Discesa libera verso il lockdown?

A chiedere misure drastiche sono in tanti, dagli ospedali di Zurigo al mondo sanitario ai sindacati. E intanto il Covid entra ancora negli ospedali ticinesi

Chiudere, disporre un lockdown, fare qualcosa prima che sia troppo tardi. Questo l'appello che ha tenuto banco per tutta la giornata di ieri: dagli ospedali di Zurigo, al personale sanitario, fino all'Unione Sindacale Svizzera, in tanti chiedono che il Consiglio federale prenda misure drastiche, prima che il sistema sanitario giunga al collasso. E alla ormai quasi disperata richiesta di un intervento deciso si unisce quella per la chiusura delle piste da sci, avanzata fra gli altri dal Canton Zurigo e, dalle nostre parti, del vice capo area medica dell'Eoc dr. Andrea Lepori, con una motivazione tanto drammatica quanto semplice: non è possibile assorbire negli ospedali anche gli eventuali, o meglio, inevitabili infortunati sulle piste da sci.

Ed è una valanga di contagi quella che ha investito, sempre ieri, le strutture sanitarie e assistenziali del Canton Ticino: 16 contagi alla clinica Santa Chiara di Locarno, l'intero decimo piano del Civico chiuso per Covid, contagi anche all'Ospedale Italiano. E se aggiungiamo anche i contagiati di Casa San Carlo a Locarno, il panorama appare decisamente gelido.

A chiudere la giornata, la notizia di un lutto nel mondo politico ticinese e svizzero: ci ha lasciati Flavio Cotti, già consigliere federale, deceduto a Locarno per le complicazioni del Covid.

Leggi anche:

'Chiudere tutto da venerdì'. L'appello di Zurigo a Berna

Gli operatori sanitari: 'Adottare misure drastiche'

Uss: 'Troppi contagi, troppi morti: lockdown necessario'

Il canton Zurigo: 'Chiudere piste da sci in tutta la Svizzera'

Coronavirus, focolaio alla Clinica Santa Chiara

Lugano: chiuso il decimo piano del Civico per Covid

È morto Flavio Cotti, già consigliere federale

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
flavio cotti lockdown
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved