Ucraina

È guerra alla Russia. Putin: ‘Ci difenderemo dai traditori’

Mentre i paramilitari della Wagner entrano a Rostov, il presidente russo fa appello alla nazione: ‘Saranno puniti’

Uno contro l’altro
(Keystone)
24 giugno 2023
|

Il leader del gruppo paramilitare Wagner ha affermato di essere giunto nelle prime ore di sabato al quartier generale dell'esercito russo a Rostov, centro chiave per l'assalto russo all'Ucraina, e di aver preso il controllo di siti militari, compreso un aeroporto.

"Siamo al quartier generale, sono le 7.30" (6.30 in Svizzera ndr), ha detto Yevgueni Prigozhin in un video trasmesso su Telegram, "i siti militari di Rostov sono sotto controllo, compreso l'aeroporto", aggiunge, mentre dietro lui si vedono camminare uomini in uniforme.

Il quartier generale militare russo a Rostov sul fiume Don è una base logistica chiave per l'offensiva in Ucraina.

"Abbiamo preso l'aeroporto sotto controllo in modo che l'aviazione d'attacco non colpisca noi, ma gli ucraini", ha detto Prigozhin. Ha quindi invitato i russi a non credere a ciò che viene detto dalla tv di Stato. "Quando vi dicono che la Wagner ha interferito con il lavoro ed è per questo che qualcosa sul fronte è crollato... Le cose sul fronte non sono crollate per questo motivo", ha proseguito.

"È stata persa un'enorme quantità di territorio. Il numero di soldati uccisi è di tre, quattro volte di più di quanto si legge nei documenti mostrati ai vertici", ha aggiunto. Prigozhin ha affermato che il capo di Stato Maggiore russo Valery Gerasimov "è scappato da qui quando ha scoperto che ci stavamo avvicinando all'edificio". Le autorità di Rostov hanno invitato i residenti a rimanere a casa.

Discorso in diretta tv

”Difenderemo il nostro popolo e il nostro Stato da qualsiasi tradimento". Lo ha detto il presidente russo, Vladimir Putin, in un discorso alla nazione in diretta tv dopo la ribellione del capo della Wagner, Yevgeny Prigozhin. "Adesso si decide il destino del nostro popolo", ha aggiunto.

"Tutti coloro che hanno scelto la via del tradimento saranno puniti e saranno ritenuti responsabili. Le forze armate hanno ricevuto gli ordini necessari". Mi rivolgo a "coloro che sono stati coinvolti in questo, vi invito a fermare le vostre azioni criminali", ha aggiunto Putin.

"Le azioni che hanno diviso la nostra unità sono il rinnegamento del nostro popolo, dei nostri compagni d'armi che ora stanno combattendo al fronte, questa è una pugnalata alle spalle per il nostro Paese e il nostro popolo", ha aggiunto il presidente russo.

"Questo colpo è stato dato al popolo russo anche nel 1917 quando combatteva la Prima guerra mondiale, quando la vittoria gli è stata praticamente rubata. La guerra civile, i russi uccidevano altri russi, i fratelli uccidevano altri fratelli. I vari avventurieri politici hanno tratto vantaggio da questa situazione. Noi non permetteremo la ripetizione di una situazione del genere", ha affermato Putin.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE