Iran
02.10.2022 - 14:44
Aggiornamento: 17:09

Caso Mahsa Amini: da inizio proteste morte almeno 92 persone

L’Ong Iran Human Rights ha accusato le forze di sicurezza di aver ‘represso in modo sanguinario’ le rivolte

Ats, a cura di Red.Web
caso-mahsa-amini-da-inizio-proteste-morte-almeno-92-persone
Keystone

"Almeno 92 persone sono state uccise durante la repressione delle proteste in Iran dopo la morte della giovane Mahsa Amini", lo afferma la Ong Ihr. Venerdì 41 persone sono state uccise dalle forze di sicurezza iraniane a Zahedan.

L’Ong Iran Human Rights (Ihr), con sede in Norvegia, ha accusato le forze di sicurezza dell’Iran di aver "represso in modo sanguinario" una protesta scoppiata venerdì dopo le preghiere a Zahedan, nella provincia sud-orientale del Sistan-Baluchistan. La protesta era legata alle accuse a un capo della polizia della città portuale di Chabahar, sempre nella provincia del Sistan-Baluchistan, di aver violentato una ragazza di 15 anni appartenente alla minoranza sunnita dei Baluch. Almeno 41 persone sono state uccise.

L’Iran afferma che cinque membri delle Guardie Rivoluzionarie sono stati uccisi a Zahedan in quello che i media ufficiali hanno descritto come un "incidente terroristico".

Leggi anche:

La rivoluzione contro il velo

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved