ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
7 min

A tre giorni dalle elezioni Neymar sostiene Bolsonaro

In un video su TikTok il fuoriclasse brasiliano del Psg mima una canzona che invita a votare il presidente uscente, in ritardo nei sondaggi su Lula
Estero
2 ore

Usa: avvocati Trump, 200mila le carte sequestrate a Mar-a-Lago

I legali dell’ex presidente hanno rivelato l’entità della montagna di documenti che l’Fbi aveva sequestrato nella tenuta in Florida
la guerra in ucraina
2 ore

Quarta falla nel Nord Stream, la Nato in allerta

‘Risponderemo ad attacchi’. Mosca: ‘Non si sa se sarà riavviato’
america latina
2 ore

Ortega attacca la Chiesa cattolica: ‘È una tirannia’

Il padre padrone del Nicaragua si scaglia anche contro l’Ue. Il vescovo: ‘Solo bugie’
Estero
2 ore

Putin sfida il mondo e annette i territori ucraini

La firma al Cremlino. Dopo Polonia e Paesi baltici, anche la Finlandia chiude i confini ai russi. L’esodo di chi non vuole andare in guerra prosegue a est
Confine
4 ore

Sacerdote ciadiano trovato morto a Bresso. Era giunto da Locarno

Del religioso si erano perse le tracce da diversi giorni. Il suo corpo senza vita era appeso a una recinzione nei pressi del camposanto
Estero
6 ore

Elisabetta II è ufficialmente morta ‘di vecchiaia’

Pubblicato il certificato di morte della sovrana, che alla voce ‘professione’ riporta ‘Sua Maestà la Regina’
Estero
6 ore

I soldati russi al telefono: ‘Guerra inutile, pretesto falso’

Dalle intercettazioni verificate, tradotte e pubblicate dal Nyt emerge il morale a terra delle truppe e le critiche a Putin per l’invasione dell’Ucraina
Estero
8 ore

La Finlandia chiude le frontiere con la Russia

Ogni richiesta di ingresso verrà considerata individualmente, annuncia il ministro degli Interni. Sarà possibile entrare solo per motivi specifici
Stati Uniti d’America
15 ore

In Florida devastazione e milioni di persone senza elettricità

Gli effetti dell’uragano Ian, uno dei più violenti mai abbattutosi sugli Usa, con venti a 240 chilometri orari
italia
1 gior

Bossi è fuori, anzi no

Caos seggi, tra polemiche e riconteggi, che premia il fondatore della Lega
il dopo-voto in italia
1 gior

Incontro Meloni-Salvini: ‘Unità d’intenti’

Calenda scommette su un governo di pochi mesi. Il Pd prova a ricostruirsi dalle macerie: il 6 ottobre la Direzione convocata in vista del Congresso
il voto contestato
1 gior

I separatisti ucraini da Putin: ‘Pronti all’annessione’

Lunedì la plenaria della Duma. L’Occidente condanna e manda armi. Kiev: i numeri dati da Mosca sono gonfiati.
10.05.2021 - 09:28
Aggiornamento: 12:03

Nuovi scontri sulla Spianata delle Moschee, centinaia i feriti

Pietre e granate assordanti; tensione per gli sgomberi a Sheikh Jarrah. Re Abdallah di Giordania: ‘Basta violazioni’. Da Gaza lanciati due razzi dai palestinesi

nuovi-scontri-sulla-spianata-delle-moschee-centinaia-i-feriti
Keystone

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite (Unsc) dovrebbe riunirsi più tardi nel corso della giornata per discutere la situazione nella Città Santa, ma la situazione non dovrebbe essere risolta fino alla fine dell'anno.

In risposta all'escalation, una riunione del Consiglio di sicurezza dell'Onu è prevista più tardi in giornata sulla situazione a Gerusalemme, su richiesta della Tunisia.

La ripresa della violenza ha coinciso con il "Jerusalem Day", che segna la conquista di Gerusalemme Est da parte del calendario ebraico. La mattina presto, centinaia, se non migliaia, di palestinesi hanno lanciato proiettili contro le forze di sicurezza israeliane posizionate all'interno della Spianata delle Moschee, il terzo sito più sacro dell'Islam, chiamato dagli ebrei il Monte del Tempio.

Un reporter dell'Afp ha anche visto decine di feriti che venivano sfollati dalla spianata in ambulanze a sirene spiegate nelle vicinanze della città vecchia di Gerusalemme. “Ci sono centinaia di persone ferite negli scontri”, circa 50 delle quali hanno dovuto essere ricoverate in ospedale, ha detto la Mezzaluna Rossa palestinese in un breve messaggio ai giornalisti.

La polizia israeliana ha detto in un comunicato che stava lavorando per cercare di arginare la violenza sulla spianata ma anche “in altre aree della città vecchia di Gerusalemme”. Ha aggiunto che “la preghiera continua come al solito” al Muro del Pianto, che confina con la spianata, ma “non permetteremo agli estremisti di minacciare la sicurezza del pubblico”.

Venerdì sera, più di 200 persone, soprattutto palestinesi, sono state ferite in scontri tra polizia e palestinesi sulla Spianata delle Moschee. Sabato e domenica, la calma era tornata nella spianata, ma gli scontri sono continuati tra i palestinesi e la polizia israeliana in altre zone di Gerusalemme Est, lasciando più di cento palestinesi feriti, secondo la Mezzaluna Rossa palestinese. Anche la polizia israeliana ha riportato feriti tra le sue fila.

Sheikh Jarrah, Gaza

Ieri il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu aveva avvertito che lo stato ebraico “continuerà a garantire la libertà di culto, ma non permetterà rivolte violente”.

“Faremo rispettare la legge e l'ordine, con fermezza e responsabilità”, ha detto, difendendo lo sviluppo degli insediamenti ebraici a Gerusalemme Est. “Gerusalemme è la capitale di Israele. Mentre ogni nazione costruisce la sua capitale, anche noi abbiamo il diritto di costruire a Gerusalemme. Questo è quello che abbiamo fatto e questo è quello che continueremo a fare”.

Uno dei vettori di tensione a Gerusalemme Est nelle ultime settimane è stata la situazione delle famiglie palestinesi nel quartiere di Sheikh Jarrah che sono minacciate di sfratto a favore dei coloni ebrei. Un'udienza chiave della Corte Suprema nel caso era prevista per oggi, ma è stata rinviata “alla luce del contesto attuale”, ha detto la corte.

Nel frattempo nella Striscia di Gaza, un'enclave palestinese controllata dagli islamisti di Hamas, palloni incendiari e razzi sono stati lanciati contro Israele a sostegno dei manifestanti di Gerusalemme.

L'esercito israeliano ha annunciato il lancio di sette nuovi razzi domenica notte e lunedì presto da Gaza verso il sud di Israele, due dei quali sono stati intercettati dal sistema anti-missile israeliano ‘Iron Dome’ e tre sono atterrati in lotti liberi senza causare feriti o danni.

Per rappresaglia, i carri armati israeliani “hanno attaccato le postazioni militari di Hamas” nel sud della Striscia di Gaza, ha detto l'esercito, che ha anche chiuso il valico di Erez, l'unico che permette alla popolazione di Gaza di partire per Israele.

Inviti alla calma

Gli Stati Uniti, che sono il principale alleato di Israele, hanno invitato “i funzionari israeliani e palestinesi ad agire per porre fine alla violenza” e hanno espresso preoccupazione per “la potenziale espulsione delle famiglie palestinesi da Sheikh Jarrah”.

Gli Emirati Arabi Uniti, il Bahrein, il Marocco e il Sudan – quattro paesi arabi che hanno normalizzato le loro relazioni con Israele negli ultimi mesi – hanno espresso la loro “profonda preoccupazione” chiedendo a Israele di calmarsi. Lo stesso vale per il Quartetto del Medio Oriente (Usa, Russia, Onu, Unione Europea) che ha invitato Israele a mostrare “moderazione”. Da parte sua, il segretario generale delle Nazioni Unite ha espresso la sua “profonda preoccupazione” e ha esortato Israele a mostrare “la massima moderazione”.

In Giordania, un paese in pace con Israele dal 1994, centinaia di manifestanti ad Amman hanno chiesto la chiusura dell'ambasciata israeliana e l'espulsione del suo ambasciatore.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved