alexey-navalny-arrestato-a-mosca-non-abbiate-paura
Appena a casa ed è già in prigione. (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
5 ore

L'Ue: accelerare coi vaccini e mantenere le restrizioni

I 27 Paesi hanno concordato la loro linea nella contro la pandemia. Pressioni sulle case farmaceutiche
Estero
15 ore

Italia, restrizioni anche per Pasqua e Pasquetta

Il nuovo Dpcm scatterà il 6 marzo. Si va verso una proroga del divieto di spostamento tra le regioni
Estero
16 ore

Pfizer e Biontech valutano terza dose di vaccino

Potrebbe essere utile per le varianti. Intanto l'Ue pensa a un passaporto europeo che certifichi il vaccino per poter viaggiare
Estero
17 ore

Armenia nel caos, l'esercito chiede al governo di dimettersi

Situazione fuori controllo. Il presidente grida al golpe, ma gli oppositori scendono in piazza a sostenere i militari
Estero
18 ore

Omicidio Caruana: arrestati tutti i responsabili

L’assassinio della giornalista d'inchiesta sconvolse Malta e l'intera Europa. Il tycoon Yorgen Fenech è accusato di essere il mandante
Estero
18 ore

Nuovo segretario generale Ocse, Philipp Hildebrand rinuncia

L'ex presidente della Banca nazionale svizzera (BNS), in corsa fra gli ultimi quattro candidati, ha informato della rinuncia via Twitter
Confine
19 ore

Coronavirus: in Lombardia boom di contagi

Nella regione di confine il tasso di positività è all'8,2%. L'area di Milano la più colpita, 44 i decessi in 24 ore
Confine
21 ore

L'attività è a Lainate, la sede fiscale a Mendrisio

Scoperta una società esterovestita nel settore dell'abbigliamento che non ha dichiarato ricavi per 12 milioni di euro
Estero
1 gior

Giappone, cene pagate alla politica dal figlio del premier

Menù fino a 74mila yen (600 euro): lunga la lista di politici colpevoli di avere accettato inviti in ristoranti di lusso da società di telecomunicazioni
Estero
1 gior

Scossa nel sud della Bosnia al confine con la Croazia

L'epicentro del sisma, stando ai media regionali, è stato localizzato ad una ventina di chilometri a nordovest di Dubrovnik. Nessun danno.
Estero
1 gior

Australia adotta legge su news a pagamento per giganti web

La nuova normativa è stata approvata dopo un accordo con Facebook, che aveva bloccato le news per protesta
Estero
1 gior

Covid, nuova variante si diffonde velocemente a New York

Battezzata B.1.526, contiene una mutazione che aiuta il virus a scavalcare il sistema immunitario, si teme per l'efficacia dei vaccini
Estero
17.01.2021 - 22:290

Alexey Navalny arrestato a Mosca, ‘Non abbiate paura’

Fermati in aeroporto anche i sostenitori dell'oppositore politico di Putin avvelenato ad agosto. Biden e UE chiedono che sia liberato

 Alexey Navalny è rientrato in Russia. Come aveva promesso. E gli agenti del nucleo operativo del Servizio Penitenziario Federale lo hanno preso in consegna al varco passaporti dello scalo di Sheremetyevo, come da programma. Dunque nessuna sorpresa, tranne il dirottamento del volo all'ultimo miglio (sarebbe dovuto atterrare a Vnukovo). "Questa è casa mia, sono felice di essere qui", ha detto a internet unificata poco prima del fermo. "Io non ho paura e non dovete averne nemmeno voi".

Il Navalny-day, a cinque mesi dall'avvelenamento, si è insomma concluso in modo familiare per il principe degli oppositori russi, che ormai entra ed esce dalle patrie galere con dimestichezza. La giornata potrebbe però rivelarsi campale, a seconda di come evolverà la situazione nei prossimi giorni. A bordo del volo Pobeda (vittoria, in russo) decollato da Berlino, oltre ad Alexey e alla moglie Yulia c'erano decine di giornalisti, che hanno trasmesso in diretta ogni singolo passo della coppia più celebre del web russo. "Ragazzo, portaci la vodka: stiamo tornano a casa", ha esordito Yulia prima del decollo in un video postato sul prfilo Instagram del marito (oltre 2 milioni di visualizzazioni in poche ore). Ad attenderli, a Vnukovo, c'era un nutrito gruppo di sostenitori - circa 300 persone - più un bel drappello di colleghi e amici (tra cui il fratello Oleg).

Le autorità avevano avvertito che non avrebbero tollerato un 'circo' al terminal degli arrivi e così è stato. La polizia, in assetto antisommossa, ha iniziato a sgomberare supporter e media - 'fascisti!' gridava la folla - quindi ha sbattuto sulle camionette i volti più noti dell'entourage navalniano (tra cui l'avvocata Lybov Sobol, nonché lo stesso Oleg).

In tutto, secondo la ong OVDinfo, almeno 60 persone sono state fermate dalla polizia. Ma siccome un bel manipolo d'irriducibili si è di fatto accampato fuori dal terminal (sfidando i -25 gradi di una serata polare) qualcuno, evidentemente, ha deciso di semplificarsi la vita. E ha ordinato al volo di Navalny di atterrare a Sheremetyevo.

Che qualcosa bollisse in pentola lo si era capito dalla strana traiettoria del jet descritta dal popolare sito di tracking Flightradar24. La fase di atterraggio è stata monitorata da quasi 500 mila utenti, tanto che lo stesso Flightradar24 ha twittato uno screenshot per gli increduli (sono numeri enormi).

Ad attendere i passeggeri, non il finger ma il bus navetta. Alexey, Yulia e il codazzo di reporter sono saliti sul primo arrivato e si sono diretti verso il terminal D, dove Navalny ha tenuto una specie di conferenza stampa improvvisata, a pochi passi dalla frontiera. Vuoi vedere che... ma no, la trama si è svolta come da copione pochi istanti dopo, quando gli agenti di polizia lo hanno bloccato ai controlli. "Alexey Navalny è stato condannato alla sospensione condizionale della pena ed è stato inserito nella lista dei ricercati il 29 dicembre 2020 per molteplici violazioni del periodo di prova", recitava una laconica nota del FSIN. "Ora sarà trattenuto fino alla decisione del tribunale". Che potrebbe comminargli oltre tre anni di carcere.

"È tutto fabbricato ad arte, la Corte di Strasburgo mi ha già dato ragione", ha messo le mani avanti Navalny al terminal D. I suoi però lamentano che il suo avvocato non ha potuto seguirlo dopo l'arresto, e al momento non si sa dove sia. Certo, ora il gioco, se possibile, si fa ancora più duro, per lui ma anche per il Cremlino, che rischia così di trasformare il crociato contro la corruzione in una sorta di Nelson Mandela in salsa russa.

"Sono molto grata a tutti voi per essere venuti. Hanno così paura di Alexey che hanno paralizzato quasi tutti i voli di Mosca stasera, semplicemente a causa di un uomo che è tornato nella sua patria", ha detto Yulia dopo il controllo passaporti. "La cosa più importante di oggi è ciò che ha detto Alexey: non abbiate paura".

In serata sono arrivate le prime proteste dall'Europa. Il presidente del Consiglio Ue Charles Michel ha definito "inaccettabile" l'arresto di Navalny chiedendone l'immediato rilasciato. Mentre la Lituania ha già avanzato la proposta di nuove sanzioni europee contro Mosca. Anche il presidente eletto Usa Joe Biden, per bocca del suo consigliere per la sicurezza nazionale, ha chiesto la sua scarcerazione immediata di Navalny. 

© Regiopress, All rights reserved