imprenditore-di-lucerna-in-dogana-con-120mila-franchi
A norma di legge, la metà dell'importo è stata sequestrata (Guardia di Finanza)
29.03.2021 - 14:37
Aggiornamento : 30.03.2021 - 14:18

Imprenditore di Lucerna in dogana con 120mila franchi

L'uomo, munito di autocertificazione per circolare in Lombardia, ha dichiarato di dover pagar della merce. Sequestrati 57mila franchi

di Marco Marelli

Quando la scorsa settimana, in dogana a Brogeda, gli hanno trovato 120mila franchi ha giustificato il possesso della discreta somma, non dichiarata, con il fatto che gli serviva per il pagamento della merce che aveva acquistato a Milano. Una giustificazione supportata con la documentazione che ha mostrato a funzionari di dogana e fiamme gialle della Guardia di Finanza di Ponte Chiasso, ma che, e non poteva essere diversamente, non ha evitato il sequestro di 57mila franchi.

L'uomo, un imprenditore di Lucerna, a conoscenza delle misure anti Covid, in dogana a Brogeda si è presentato con un'autocertificazione per poter circolare in Lombardia che, come noto, è in zona rossa. L'aver mostrato l'autocertificazione con la giustificazione “motivi di lavoro” ha incuriosito doganieri e fiamme gialle che, oltre a sequestrare il 50 per cento della somma trasportata, hanno acquisito anche la documentazione commerciale. L'acquisto della merce si sarebbe dovuto concludere a Como. Le misure restrittive in atto e il possesso di 120mila franchi avevano consigliato di non allontanarsi da Brogeda. Una preoccupazione che non è andata a buon fine, anche perché potrebbero esserci sviluppi: la Guardia di finanza al comando del tenente colonnello Andrea Alba ha avviato accertamenti sulla compravendita andata in fumo.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
120mila franchi autocertificazione dogana imprenditore lucerna
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved