Economia

Il 2023 per Axa Svizzera è stato un anno assai positivo

Agli archivi uno degli esercizi con la maggiore crescita degli ultimi due decenni. Il Ceo Petrillo: ‘Notevoli progressi in tutti i rami’

Fabrizio Petrillo
(Keystone)
22 febbraio 2024
|

Axa Svizzera archivia il 2023 con premi in sensibile crescita (+4,6% a 5,8 miliardi di franchi) e un utile netto quasi stabile (-0,5% a 808 milioni): la filiale elvetica del colosso assicurativo francese ha visto gli affari ampliarsi in tutti i segmenti di attività.

«Siamo riusciti a mettere a segno notevoli progressi in tutti i rami – afferma il Ceo Fabrizio Petrillo –. Il 2023 entrerà quindi negli annali di Axa Svizzera come uno degli esercizi a maggiore crescita degli ultimi due decenni. Anche i grandi investimenti che effettuiamo di anno in anno in nuovi ambiti operativi stanno dando i loro frutti. Il nostro comparto più recente, la promozione e prevenzione salute, avviato appena nel 2017 e che gestiamo come unico assicuratore privato, conta già oltre 150'000 clienti».

Complessivamente Axa Svizzera ha circa 2 milioni di clienti nella Confederazione. Dispone di una rete di 340 filiali, la più vasta nel settore assicurativo elvetico. In organico ha 4'500 dipendenti, a cui si aggiungono poi 3'000 venditori. La società trae le sue radici dalla Winterthur Assicurazioni, entità nata nel 1875 con la ragione sociale di Schweizerische Unfallversicherungs-Aktiengesellschaft e ribattezzata nel 1975. Dal 1997 l'azienda ha fatto parte di Credit Suisse e a metà 2006 è stata rilevata dal gruppo francese Axa.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE