conti-cantonali-meglio-del-previsto
Situazione meno critica del previsto (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Economia
Economia
7 ore

Credit Suisse avrebbe per anni infranto i regolamenti

Tre domenicali svizzero tedeschi scrivono che i dirigenti della banca hanno ignorato più di cento segnalazioni di avvertimento su violazioni
Economia
2 gior

Swiss Life ‘fa pace’ con il Dipartimento di giustizia Usa

Multa da 70 milioni di franchi per le attività cross border con clienti statunitensi risalente agli anni scorsi. Importo già accantonato e imputato all’esercizio 2020
Economia
2 gior

Le criptovalute affascinano gli svizzeri, ticinesi compresi

Lo dice il portale finanziario Cash. Gli abitanti della Confederazione sono al decimo posto: al primo Nigeria, poi Slovenia, Olanda e Cipro.
Economia
2 gior

Elon Musk rinnega i bitcoin, la criptovaluta crolla del 16%

Il patron di Tesla fa retromarcia a causa della preoccupazione per l'utilizzo di fonti fossili nella produzione, annunciando che il gruppo non li accetterà più
Economia
3 gior

Il patron di Tesla abbandona i bitcoin

La criptovaluta non sarà più accettata come forma di pagamento. Per produrla si usa troppa energia fossile
Economia
5 gior

Previdenza, il coronavirus non ha intaccato le casse pensioni

La maggior parte degli istituti di previdenza professionale ha chiuso l’esercizio 2020 con tassi di copertura al rialzo raggiungendo il livello più alto dal 2012
Economia
6 gior

Il mercato dello sport ha retto bene al semi-lockdown

Nonostante lo stop dal 17 marzo all'11 maggio 2020, raggiunte le vendite di articoli sportivi dell'anno precedente. Boom fitness ed e-bike, giù sci e snowboard
Economia
1 sett

Ma le banconote svizzere non ‘scadono’ mai

I biglietti della sesta e ottava serie non sono più accettate come mezzo di pagamento forzoso, ma possono essere ancora scambiate uno a uno con quelle nuove
Economia
1 sett

Accordo BancaStato-Efg ‘concluso con successo’

Trasferiti oltre 5’400 clienti dal settore ‘retail e commerciale’ ticinese di Efg International a Banca Stato
Economia
1 sett

Credit Suisse limita l'esposizione al rischio

Dopo il caso Archegos, il livello di attivi ponderati in base al rischio e quello dell'indebitamento saranno limitati
Economia
1 sett

Implenia taglia nei Grigioni, ‘ballano’ 150 impieghi

Il gruppo edile zurighese chiude cinque siti per concentrarsi su ‘grandi e complessi progetti’. Consultazioni in corso con i sindacati, forse un piano sociale.
Economia
1 sett

Cambio di presidenza alla Banca del Sempione

Giovanni Crameri è stato eletto dall’assemblea degli azionisti alla guida del Consiglio di amministrazione. Subentra a Fiorenzo Perucchi
Economia
02.04.2021 - 21:000

Conti cantonali meglio del previsto

In 17 Cantoni superate le aspettative. Il Ticino per il prossimo anno calcola un rosso di quasi 231 milioni

Malgrado l'incidenza della pandemia da Covid-19 in generale i cantoni sono riusciti a contenere i costi l'anno scorso. Tra i 20 cantoni che hanno già pubblicato i conti del 2020, ben 17 hanno registrato risultati migliori del previsto. Le ragioni principali sono entrate fiscali e una quota dei benefici della Bns superiori alle previsioni.

Per il momento, solo Neuchâtel, Appenzello Esterno e Berna registrano utili inferiori a quelli preventivati. I conti neocastellani segnano un'eccedenza di 0,8 milioni di franchi secondo un risultato provvisorio, ovvero un calo di 4,6 milioni rispetto a quanto preventivato, mentre ad Appenzello Esterno - dove le entrate fiscali sono crollate a causa della crisi scatenata dalla pandemia - i conti si sono chiusi con 9,5 milioni di utile (-8 milioni).

A Berna si è registrato un attivo di 40 milioni di franchi: un risultato "peggio di quanto previsto nel preventivo, ma meglio di quanto temuto nel corso dell'anno", secondo il consiglio di Stato. In effetti, il preventivo parlava di un attivo di 218 milioni, mentre dopo l'inizio della pandemia si pensava a un importante deficit.  Il Ticino, invece, calcola per il prossimo anno un rosso di quasi 231 milioni, mentre il disavanzo del 2020, valutato a metà dicembre, si aggirava attorno ai 243 milioni.

Cifre rosse attese

Ginevra e Uri sono finora gli unici due cantoni a registrare cifre negative, anche se entrambi hanno avuto un deficit inferiore al previsto. Uri ha chiuso con una perdita di 8,2 milioni di franchi, contro i 13,8 milioni di franchi preventivati.

Nella città lemanica invece il deficit è di 486 milioni, ovvero 87 milioni in meno del previsto, grazie a entrate supplementari per 445 milioni di franchi, a cui si aggiungono importanti transazioni immobiliari, adeguamenti fiscali per alcune persone fisiche e una quota aggiuntiva degli utili della Bns.

A Zugo è record

Nel 2020 il canton Zugo ha registrato il miglior risultato finanziario di sempre: 285,5 milioni di franchi. A questo risultato eccezionale - che supera di 136,8 milioni le previsioni - ha contribuito la nuova quota cantonale dell'imposta federale diretta, che ha portato nelle casse cantonali 85,3 milioni di franchi in più. La Riforma fiscale e finanziamento dell'AVS, entrata in vigore il 1° gennaio 2020, ha infatti aumentato la quota cantonale dal 17% al 21,2%.

Ci sono stati anche tre effetti imprevisti con un impatto significativo: alcune aziende che hanno venduto proprietà intellettuali e diritti di partecipazione su larga scala e hanno ampliato la sede di Zugo, la distribuzione dell'utile da parte della BNS è stata quattro volte superiore al budget e le imposte cantonali hanno superato di 5 milioni di franchi le previsioni.

Vallese e Friburgo in equilibrio

In Vallese i conti per il 2020 risultano tutto sommato buoni, con un'eccedenza di 2,3 milioni di franchi (contro 0,1 milioni nel preventivo). Come per Berna, anche in Vallese è stato decisivo l'apporto della BNS, che ha raggiunto i 107,3 milioni, ovvero 80,8 milioni in più di quanto previsto. Il Cantone si è lanciato in diversi investimenti a sostegno dell'economia, ma anche per la rete stradale e lo sviluppo della strategia informatica.

Friburgo dal canto suo vanta un attivo di 0,8 milioni, contro gli 0,4 milioni previsti. Più consistenti i guadagni registrati a Zurigo 499 milioni (+438 milioni rispetto al preventivo), Basilea-Città 302 milioni (+286), Argovia 288,2 milioni (+236) e San Gallo 179 milioni (+153).

Prudenza

Diversi altri cantoni (Lu, So, Gl, Nw, Ow, Ai) hanno registrato un utile, mentre si aspettavano cifre rosse. Ad esempio i conti di Lucerna mostrano un'eccedenza di 67,5 milioni di franchi, mentre in preventivo aveva una perdita di 51,4 milioni. Soletta è passata da un deficit di 10,4 milioni a un'eccedenza di 59 milioni.

Per l'anno in corso, la prudenza è d'obbligo. La pandemia rende difficili le previsioni, avverte Basilea Città, mentre il Vallese ritiene che le ripercussioni a medio e lungo termine della crisi sanitaria ed economica rimangono "incerte".

Berna avverte che Covid-19 lascerà tracce "profonde" nei bilanci futuri e influenzerà fortemente le entrate fiscali nel 2021. Neuchâtel va oltre e prevede un deficit di 100 milioni tra il 2022 e il 2025.
 
 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved