Ti-Press
Economia
20.05.2019 - 12:190

Gli svizzeri sognano ancora di poter avere una casa propria

Meglio ancora se con un po' di giardino. La metà degli intervistati ha iniziato a risparmiare per cercare di concretizzare questo sogno

Il sogno di una casa tutta per sé, e magari con un po' di verde, è ben lungi dal tramontare. Stando a un sondaggio fra 1000 tra proprietari e affittuari eseguito dalla società Moneypark tra ottobre e febbraio scorso, quasi la metà degli intervistati vorrebbe traslocare in una casa unifamiliare indipendente con vista sulla campagna. Per realizzare questo desiderio, più della metà degli intervistati ha messo da parte un gruzzolo a tale scopo, come risulta dalla studio "Wohntraumstudie 2018/19" (Housing Dream Study 2018/19) pubblicato oggi. Dalla ricerca emerge anche un leggero divario tra proprietari e inquilini. Il 21% degli inquilini vorrebbe vivere in centro città, a fronte del 10% dei proprietari. Ciò si spiega col fatto che le proprietà ubicate in posizioni centrali non solo sono scarse, ma anche care: i prezzi di acquisto sono notevolmente cresciuti negli ultimi anni. Nel complesso, dal 2017 il tasso di proprietà in Svizzera è rimasto stagnante al 39% in un raffronto internazionale.

Le case a schiera sono "in"

Dal sondaggio risulta che un potenziale acquirente su tre è alla ricerca di una casa di proprietà da più di un anno: per il 49% si tratta di una casa unifamiliare indipendente, situata in una zona tranquilla con vista sulla campagna. Tuttavia, per ragioni finanziarie, i potenziali proprietari stanno considerando sempre più spesso l'acquisto di una casa unifamiliare a schiera. Rispetto all'anno scorso, questa opzione si è rafforzata.

Oltre alla presenza di un giardino, il potenziale acquirente considera anche la vicinanza ai mezzi pubblici, alle scuole e agli asili nido. Nella Svizzera tedesca la presenza di negozi e di aree ricreative nelle vicinanze è più importante rispetto alla Svizzera romanda. La metà delle persone contattate vorrebbe trascorrere il periodo della pensione nella propria casa. L'altra metà si immagina di traslocare in un appartamento adeguato alla propria età oppure di vivere anche all'estero.

Il desiderio di acquistare una casa secondaria non è molto pronunciato. Solo un quinto dei Romandi e il 7% degli svizzero tedeschi cullano questo sogno. A scoraggiare questo passo è soprattutto la mancanza di mezzi e il desiderio di legarsi eccessivamente a un determinato luogo. Dalla ricerca risulta anche l'importanza crescente degli agenti immobiliari. Un terzo degli svizzero tedeschi e un quarto dei romandi sarebbe pronta ad affidarsi ai consigli di un esperto in materia. Ciò vale anche per chi intende vendere un immobile.

Potrebbe interessarti anche
Tags
casa
metà
proprietari
metà intervistati
intervistati
casa unifamiliare
desiderio
ricerca
sogno
proprietà
© Regiopress, All rights reserved