i-nuovi-colori-del-giallo-a-massagno-dal-22-al-26-novembre
ULTIME NOTIZIE Culture
Culture
10 ore

The Deep NEsT: è la volta di Doris Femminis

Dopo Aldina Crespi il professor Vecchioni, Diego Passoni e Giulia, tocca alla scrittrice ticinese accomodarsi nel nido di Bandecchi e La Rosa
L’intervista
13 ore

Gardi Hutter, c’è del comico nella catastrofe

‘L’esperta della morte allegra’ in scena il prossimo 3 dicembre al Cinema Teatro di Chiasso in ‘Gaia Gaudi’, spettacolo ‘intergenerazionale’ sul trapasso
Architettura
15 ore

Aurelio Galfetti, ‘Costruire lo spazio’ a Mendrisio

Mercoledì primo dicembre al Teatro dell’Architettura la presentazione dei tre saggi raccolti nel volume edito da Mendrisio Academy Press
Arte
16 ore

Dopo 25 anni, ‘Nudo maschile in piedi’ attribuito a Lucian Freud

Secondo alcuni, il dipinto sarebbe addirittura un autoritratto che l’artista voleva nascondere per imbarazzo, forse destinato a Francis Bacon
Culture
16 ore

Casa della Letteratura, Alberto Nessi con Zeno Gabaglio

È l’evento che giovedì 2 dicembre alle 18.30 chiude a Lugano la stagione 2021. Introduce e modera Fabiano Alborghetti
Covid e Cultura
17 ore

Sì alla Legge Covid-19: ‘La Taskforce Culture è soddisfatta’

Alla fiducia popolare segua, da parte del Parlamento, l’estensione delle misure di compensazione e lo scudo protettivo a sostegno del settore culturale
La recensione
18 ore

Osi al Lac: il romanticismo tedesco

François Leleux non oltre una piatta lettura delle tre opere in programma. Serva da stimolo per un cambiamento di rotta. Ma Sergej Krylov è poesia
Culture
18 ore

Dalla mostra al romanzo, da ‘Real bodies’ a ‘Guasti’

‘Real bodies, i corpi del mistero’, mostra a Lugano dal 16.12, è lo spunto per la lettura del romanzo di Giorgia Tribuiani, nato da un’analoga esposizione
Musica
21 ore

Al Jazz Cat Club le magie musicali di ‘Mr. Beautiful’

George Cables, leggendario pianista, in quartetto lunedì 29 novembre al Jazz Cat Club di Ascona. Con lui, al sax, Piero Odorici, che abbiamo incontrato
Spettacoli
22 ore

Bonomi, Sanzari e la magia del Natale con l’Insubria Brass

Domenica 5 dicembre alle 18 ad Arbedo, nella chiesa di San Giuseppe, per l’ottavo e l’ultimo appuntamento del Festival della musica
Figli delle stelle
23 ore

I pesci sotto ‘The Bridge’ e il pescatore Sting

Sting - ‘The Bridge’ (A&M) - ★★★✩✩ - Anche l’ex Police ha il suo disco della pandemia, nato (ipse dixit) ‘come si pesca’
Culture
23 ore

Parigi: Josephine Baker prima afroamericana nel Pantheon

Ma anche prima figura dello spettacolo nel mausoleo francese insieme a Victor Hugo, Emile Zola e Marie Curie. L’ufficializzazione martedì 30 novembre
Spettacoli
1 gior

Addio a Stephen Sondheim, leggenda di Broadway

Le parole di ‘West Side Story’, e una pioggia di Tony e Pulitzer. Il compositore più influente nella storia del Musical si è spento nel sonno a 91 anni
Letteratura
1 gior

Addio ad Almudena Grandes, ‘voce degli sconfitti’

La 61enne, che conquistò il pubblico con il suo romanzo ‘Le età di Lulù’, ottenne il Premio Nazionale di Narrativa nel 2018
Teatro Sociale
1 gior

Chi fa la mamma tra ‘Boef & Asen’?

Ferruccio Cainero adatta lo spettacolo natalizio scritto da Norbert Ebel nel ’99, sempre attuale. Domenica 28 novembre, con attori di Barabba’s Clowns.
Spettacoli
11.11.2021 - 07:550
Aggiornamento : 09:23

I nuovi colori del giallo a Massagno dal 22 al 26 novembre

Il neodirettore Luca Crovi ha presentato il programma dettagliato del festival dedicato al noir e poliziesco

Non è un colpo di scena, di quelli “fondamentali per costruire un buon thriller” (parole dello scrittore Jeffery Deaver), ma quasi: finalmente arriva l’edizione numero 17 di Tutti i colori del giallo, la rassegna massagnese che dopo l’annullamento nel 2020 e il rinvio dalla scorsa primavera all’autunno, ha presentato ieri il programma completo degli eventi che si terranno dal 22 al 26 novembre nel rinnovato cinema Lux di Massagno.

I nomi degli ospiti erano stati anticipati già nelle scorse settimane: l’appena ricordato Deaver, prolifico autore di best seller che parteciperà in video alla serata inaugurale di lunedì 22, poi la violinista russa Natasha Korsakova che, sulle tracce di un prezioso Stradivari, ha sperimentato la scrittura con un giallo, ‘L’ultima nota di violino’, tradotto in italiano da Piemme e che sarà presentato il 23. Il 24 avremo poi una “strana coppia” italiana: il giallista lariano Andrea Vitali con ‘Una gita in barchetta’ (Garzanti) e il regista, qui nei panni dello scrittore, Enrico Vanzina, accompagnati dalle letture dell’attore Antonio Ballerio; infine il 26 i tedeschi Wulf Dorn e Harald Gilbers con i loro romanzi ‘L’ossessione’ (Corbaccio) e ‘L’inverno della fame’ (Emons).

A questi si aggiunge, annuncio di ieri, Donato Carrisi che, il 25 novembre in collegamento dal set del suo film ‘Io sono l’abisso’, presenterà in anteprima il romanzo ‘La casa senza ricordi’, in uscita il 29 novembre per Longanesi.

Novità che sono qui per restare. E altre no

Tutti i colori del giallo torna con diverse novità. Alcune, per riprendere un modo di dire divenuto popolare, “qui per restare” mentre altre si spera spariranno velocemente. È stato il sindaco Giovanni Bruschetti a presentare le prime due di quelle “per restare”: il rinnovato Lux che, operativo già da qualche settimana, si inaugurerà ufficialmente con una proposta del festival, la mostra ‘Elementi di Urbanistica Noir’ curata da Gianni Biondillo e Maria Luisa Montanari; e il nuovo direttore artistico di Tutti i colori del giallo Luca Crovi.

Non resterà invece la collocazione autunnale del festival: l’obiettivo, hanno chiarito Bruschetti e Crovi, è tornare a maggio già dal prossimo anno. E non resterà neanche l’assenza delle cene conviviali che nelle precedenti edizioni separavano l’incontro con l’autore dalla proiezione del film, assenti quest’anno per le restrizioni sanitarie: «Abbiamo anche valutato la possibilità di un “pasto da asporto” da dare ai partecipanti, ma sarebbe venuto meno il momento di incontro» ha spiegato Crovi.

Resterà invece la nuova formula su cinque giorni: per evitare di avere serate troppo cariche, Crovi ha deciso di separare i momenti cinematografici da quelli di dialogo con autori. Soluzione che tra l’altro permette di arricchire la proiezione del film con “effetti speciali”. Così l’ultimo film di James Bond, ‘No time to die’, sarà proiettato il 22 novembre accompagnato dal video musicale della canzone di Billie Eilish – «e negli 007 la musica è sempre stata un elemento fondamentale» ha spiegato Crovi – e accompagnato sul palco dal presidente dello ‘007 Admiral Club’ Edward Coffrini Dell’Orto e dal critico Manlio Gomarasca. E sorprese – oltre alla già annunciata presentazione di Carrisi – vi saranno anche il 25 novembre con la proiezione di ‘Last Night In Soho’, il film del geniale regista britannico Edgar Howard Wright, quello della “trilogia del cornetto” con Simon Pegg, rivisitazione comica di film di zombie (‘L’alba dei morti dementi’), polizieschi (‘Hot Fuzz’) e di fantascienza (‘La fine del mondo’). Due produzioni recenti e, soprattutto per quanto riguarda 007, da blockbuster: un po’ in controtendenza con l’offerta tradizionale di Tutti i colori del giallo che ha privilegiato un’offerta più ricercata. Certo l’attuale situazione del mercato cinematografico ci ha messo lo zampino ma, ha spiegato Crovi, anche questa è una novità “qui per restare”: film più “pop”, fatta salva la qualità e senza escludere la possibilità di avere qualche classico. Anzi, si è lasciato intendere che Tutti i colori del giallo potrebbe avere qualche proposta cinematografica anche durante l’anno, affiancando la programmazione normale del Lux…

Altre novità “per restare”: i rinnovati veste grafica, logo e sito (che ospiterà gli archivi, con le riprese e altro materiale degli incontri delle passate edizioni). Tutte le serate saranno poi riprese in streaming dall’Associazione Rec che si occuperà anche degli interventi video realizzati da Olmo Cerri.

Chiudiamo con la mostra di Elementi di Urbanistica Noir di Biondillo e Montanari, presente nel Salone Cosmo (adesso collegato direttamente al cinema Lux). L’idea di partenza è semplice: il giallo è un genere narrativo legato alla città, e quindi perché non scoprire alcune città (Napoli, Roma, Firenze, Bologna, Parma, Milano e per l’occasione anche Massagno) attraverso le parole di alcuni scrittori (rispettivamente Maurizio De Giovanni, Roberto Costantini, Marco Vichi, Carlo Lucarelli, Valerio Varesi e lo stesso Biondillo, più per Massagno Andrea Fazioli), scoprendo anche architetture immaginarie con alcuni suggestivi fotomontaggi architettonici.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved