LUGANO

Angelo Casè in rima e in prosa

Martedì 5 dicembre alle 18 alla Biblioteca cantonale una serata dedicata allo scrittore locarnese

Inedito di Angelo Casè
1 dicembre 2023
|

Dopo la morte di Angelo Casè (2005) il suo archivio è stato custodito dal fratello Pierre. Si tratta di una ricchissima raccolta di testi inediti, varie stesure di opere poetiche e in prosa, numerosi articoli e opuscoli molto rari, oltre a fotografie, materiali biografici diversi, lettere tra lo scrittore e personaggi della cultura. La raccolta è ora confluita nell’Archivio Prezzolini. Per celebrare l’acquisizione, Flavio Catenazzi e Luca Saltini hanno curato la mostra ‘Angelo Casè. Opera in versi e prosa dalla raccolta dell’Archivio Prezzolini’ (aperta fino al 17 febbraio 2024). Essa racconta il percorso artistico dello scrittore a partire dal fondo appena costituito. I documenti permettono di addentrarsi dentro la fucina delle opere principali, da ‘Il silos’ a ‘I compagni del cribbio’, fino a ‘Le precarie certezze’, ‘Al Dunque’, ‘Taedium Vitae’, ‘La lunga memoria’, ‘La certezza del meglio’, ‘Il loculo’ e ‘La terra dei tic’: la testimonianza del percorso di uno scrittore che seppe parlare della sua terra e dell’animo umano, attingendo alla memoria con un tocco del tutto personale. La mostra è completata da alcune opere di Pierre Casè. Per l’occasione è stato pubblicato il racconto inedito di Angelo Casè ‘Il cielo nuovo’ (Edizioni dello Stato del Cantone Ticino). La mostra verrà presentata martedì 5 dicembre alle 18 alla Biblioteca cantonale di Lugano, con Flavio Catenazzi, Diego Erba, Flavio Medici e Luca Saltini.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE