laR+ Musica

La Classica sotto l’albero

Con ampia rappresentanza di musicisti ticinesi, ecco le nostre strenne classiche, cd da ascoltare, acquistare e, perché no, regalare nelle Festività

In tutto, sedici buoni motivi
(Depositphotos)
9 dicembre 2023
|

Divino – Monteverdi, Vespro di Natale, La Cetra, DG

Il grande specialista Andrea Marcon ci presenta la ricostruzione di un vespro natalizio con la musica del divino Claudio Monteverdi. La sonorità è plasmata sull’organo monumentale presente nella chiesa di S. Caterina, ora museo, di Treviso, accordato con il temperamento utilizzato nel primo Seicento. L’ensemble svizzero La Cetra è in gran forma, per un repertorio di grande modernità.

Stupefacente – Saint-Saëns, Poèmes symphoniques, Carnaval, Assassinat, Les Siècles, HM

François-Xavier Roth propone partiture dell’Ottocento e di inizio Novecento sugli strumenti per i quali i compositori hanno pensato e realizzato le proprie partiture. Qui la proposta concerne il grande Saint-Saëns, con i quattro Poemi sinfonici, tra i primissimi composti in Francia (celeberrima la Danse macabre), il Carnevale degli animali, partitura ludica e coltissima, e la prima colonna sonora d’autore: l’Assassinat du Duc de Guise è un incunabolo del cinema del 1908.

Esemplare – Schumann, Quartetto op.47, Quintetto op.44, Isabelle Faust, HM

Dotati di consapevolezza storica e stilistica, eseguiti con grande cura per la prassi esecutiva, i due celebri brani cameristici per pianoforte e archi di Schumann brillano qui di luce intensa, messi finalmente a fuoco da Isabelle Faust, senza inutili vibrati onnipresenti e fastidiosi guizzi ipersolistici.

ScandalosoMaria Mater Meretrix, Camerata Bern, Alpha

Impaginazione geniale, accostamenti audacissimi e stimolanti, contrasti di grande impatto emotivo: è il programma studiato da due musiciste di talento, fantasia e ingegno, Patricia Kopatchinskaja, violino, e Anna Prohaska, voce, per far esplodere, o implodere, il concetto di programma musicale: il viaggio si dipana lungo mille anni di storia, da Ildegarda fino alla stessa Kopatchinskaja; sullo sfondo la figura femminile, declinata per tre: santa, madre, puttana.

ImperialeMassimiliano Neri, Sonate, Concerto Scirocco, Arcana

L’ultimo nato dai flauti e dulciane di Giulia Genini è un CD di rara bellezza: continua l’esplorazione della superlativa musicista ticinese nel territorio secentesco, questa volta con il poco conosciuto Massimiliano Neri. Le sonorità di Concerto Scirocco e Voces Suaves che rivestono le partiture di Neri sono squisite e ricercate; fondamentale il lavoro pionieristico della rivalutazione di antiche partiture.

TrendyArvo Pärt, Tractus, Estonian Philharmonic Chamber Choir, ECM

Le composizioni di Arvo Pärt appaiono come scolpite in blocchi di bianca sonorità marmorea. Qui otto composizioni, affidate a coro e archi, con i complessi estoni diretti dallo specialista Toñu Kaljuste: le sette Grandi Antifone sintetizzano lo stile “tintinnabuli”, personalissimo, inconfondibile, marchio di fabbrica che lo rende unico e geniale.

La Senna in LagunaVivaldi, La Senna festeggiante, Diego Fasolis, Château de Versailles

Il destinatario di questa lunga e articolata, piacevolissima serenata del Prete Rosso è Luigi XV, e tra le pieghe della squisita partitura di Vivaldi affiora talvolta lo stile francese, come nell’elegante aria “Al mio seno il pargoletto”. Diego Fasolis dirige in modo impeccabile, da grande maestro del primo Settecento, l’Orchestre de l’Opéra Royal de Versailles: il cast è stellare, con Lucile Richardot, tra i migliori mezzisoprani sulla scena internazionale.

ParadisiacoBach, Transcriptions, Stefano Molardi, Brilliant (2 cd)

Stefano Molardi stupisce sempre: qui si tratta essenzialmente di trascrizioni, alcune di Bach, un paio ottocentesche e sette dello stesso Molardi, con tour de force esecutivi impressionanti, che ci fanno gioire per la sapienza dell’interpretazione e per le sonorità del magico strumento. In un ipotetico paradiso musicale, vorremmo essere accolti da Molardi: quando arriviamo a “Komm, süsses Kreuz” dalla Passione secondo Matteo non sappiamo se piangere per la commozione o per la gioia di tanta bellezza.

TrascendentaleLiszt, Studi, Sonata, Francesco Piemontesi, Pentatone (2 cd)

Francesco Piemontesi si conferma tra i migliori pianisti in assoluto. Dopo averci offerto le due serie di Années de pèlerinage e le due Leggende di Liszt, ecco Piemontesi perfettamente a suo agio con gli Studi d’esecuzione trascendentale affiancati alla Sonata in si. Siamo sull’Everest della scrittura virtuosistica per pianoforte e della visione estetica di Liszt. Pochi interpreti come Piemontesi hanno saputo coniugare talento, tecnica, e cultura: ne cogliamo i frutti in questa registrazione mirabolante.

Ladies firstCompositrices, Palazzetto Bru Zane (8 cd)

Anni di sforzi, ricerche, energie focalizzate sulle compositrici francesi attive tra Ottocento e inizio Novecento si concretizzano in un cofanetto di ben dieci ore di registrazioni: presenti musiciste più e meno conosciute, dalle sorelle Boulanger a Louise Farrenc, da Augusta Holmès a Marie Jaëll e Pauline Viardot. Il Centre de musique romantique française di Venezia aiuta a fare giustizia, e riscoprire compositrici di grande valore, e ne siamo molto felici.

SolareFrescobaldi and the South, Francesco Corti, Arcana

Ottimo clavicembalista, Francesco Corti è musicista noto nella Svizzera italiana, ospite dei Concerti delle Camelie: qui ci regala un viaggio musicale intorno a Girolamo Frescobaldi. Lucido e stupefacente esegeta del repertorio italiano del primo Seicento, Corti convince e affascina. Superlativa la Toccata nona, imperdibili le Cento partite; borrominiano il Capriccio di durezze, scatenata la Ciaccona di Storace.

Sregolata bellezzaBeethoven, Quartetti op.74 e 130, Chiaroscuro, BIS

Ogni uscita discografica del Quartetto Chiaroscuro è un evento: suo terreno d’elezione è il repertorio “classico”, Mozart, Haydn, Beethoven. Qui il magico ensemble presenta due capisaldi, le op.74 e 130 di Beethoven: Chiaroscuro, insieme a pochissimi altri quartetti d’archi, fa tabula rasa di ciò che siamo stati abituati a sentire dalle formazioni tradizionali e canoniche, viziate da manie di protagonismo solistico e vibrato davvero insopportabili.

RegaleLully, Grands Motets vol.3, Les Épopées, Château de Versailles

Stéphane Fuget, direttore dell’ensemble Les Épopées, ci offre il terzo volume della registrazione integrale dei Grands Motets di Lully: musica di grande valore, bellezza, solennità e nel contempo raffinatezza. Musica che ci esalta e che vorremmo ascoltare per l’eternità.

InquietanteStravinskij, Concerto per violino, Musica da camera, Isabelle Faust, HM

Oltre al Concerto per violino, Isabelle Faust, insieme a Les Siècles, François-Xavier Roth e altri musicisti sodali, presenta un estratto da Apollon Musagète, Tre pezzi per quartetto, Concertino, Pastorale e Canone doppio. Un grande omaggio a Stravinskij, alla sua sagacia musicale, alla complicità instaurata con noi fruitori. Sconvolgente l’esecuzione, inaudita: visione interpretativa provocatoria + arguta = intelligente.

Milano sinfonicaSinfonie milanesi, Atalanta fugiens, Urania

Vanni Moretto si sta impegnando con convinzione e caparbietà alla riscoperta di una felicissima stagione, quella della sinfonia milanese del primo Ottocento. Tra le riuscite più impressionanti, per importanza del materiale musicale, e per somma qualità del risultato sonoro, è questo terzo volume dell’Archivio della sinfonia milanese, con sorprendenti pagine di Asioli, Gazzaniga, Rolla, Nicolini e Pavesi. La registrazione è frutto della magica collaborazione con I Barocchisti: violino di spalla è Fiorenza De Donatis.

Perle baroccheNarcisse au Parnasse, Luca Pianca, Passacaille

Con questa pubblicazione fresca di stampa, Luca Pianca completa una trilogia di registrazioni solistiche che coronano la sua formidabile carriera: l’Italia del Cinquecento, l’Italia del Seicento, e qui la Francia tra Sei e Settecento. A partire da Gaultier “le Vieux”, un florilegio di un repertorio tra i più voluttuosi: trionfano la chaconne e la passacaille di Robert de Visée, come dire foie gras e Sauternes.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE