ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
6 ore

‘Figli di E.’, un dono e un vuoto grandi come solo l’amore

Domenica a ‘Storie’ il percorso di Marta e Tazio dopo la tragica scomparsa del papà Erminio Ferrari, in un toccante documentario di Fabrizio Albertini
Musica
12 ore

A Carlo, il Conservatorio in Festival

È una lunga dedica al Ciceri che non c’è più la seconda edizione dell’evento, dal 6 al 12 febbraio tra aule, Lac e altre sale da concerto cittadine
Lac
12 ore

Ulisse Artico solo fra i ghiacci

Lina Prosa reinterpreta gesta e peripezie del mito classico in un futuro apocalittico. Ne abbiamo parlato con Carmelo Rifici, nel ruolo di regista.
Musica
15 ore

Bruno Maderna torna a casa con il suo ‘Satyricon’

Al Teatro Malibran di Venezia, un lavoro musicalmente perfetto, ben guidato da Alessandro Cappelletto. Non così lo spettacolo in generale.
Spettacoli
16 ore

Ornella Vanoni ha la febbre, salta il concerto di Lugano

Attesa il 3 febbraio al Palacongressi, la tappa luganese del tour ‘Le Donne e la musica 2023’ non ci sarà. I biglietti saranno rimborsati.
Spettacoli
16 ore

Israel Galván, il flamenco dell’Età dell’Oro

‘La Edad de Oro’ sabato 11 febbraio alle 20.30 al Lac, il grande bailador nel recupero di un’arte nel pieno del suo fulgore, qui infusa di modernità
Arte
17 ore

Gran Premio svizzero d’arte/Prix Meret Oppenheim, i vincitori

Premiati l’artista Uriel Orlow, il collettivo di architetti Parity Group e lo storico d’arte ed esperto di architettura Stanislaus von Moos
08.11.2022 - 18:53
Aggiornamento: 19:20

Daniel Harding torna a Lugano con la Nona di Mahler

Domenica 13 al Lac il direttore britannico, che è anche pilota di linea, sarà alla testa dell’Orchestra del Concertgebouw di Amsterdam

daniel-harding-torna-a-lugano-con-la-nona-di-mahler
Julian Hargreaves
Daniel Harding

È atteso il ritorno di Daniel Harding a Lugano, domenica 13 novembre (ore 20.30, Sala Teatro del Lac) con l’Orchestra del Concertgebouw di Amsterdam. Il direttore britannico, tra i più apprezzati e richiesti a livello internazionale, affronta la Sinfonia n. 9 in re maggiore di Gustav Mahler: l’ultimo lavoro sinfonico compiuto del compositore è considerato il punto di arrivo del sinfonismo nella storia della musica. «È la cosa più Splendida che Mahler abbia scritto, l’espressione di un amore inaudito per questa terra», scriveva Alban Berg.

Daniel Harding è una delle presenze più amate nelle stagioni di LuganoMusica, ancora di più da quando è diventato pilota di linea e i suoi concerti si sono fatti più rari. Nel corso di una stupefacente carriera Harding (nato nel 1975) ha maturato un’esperienza pluridecennale alla guida di alcune tra le migliori orchestre d’Europa: vent’anni con la Mahler Chamber Orchestra, quindici con la Swedish Radio Symphony Orchestra, e ancora dieci anni da direttore ospite principale della London Symphony. A soli 18 anni è stato chiamato da Simon Rattle, che lo aveva sentito dirigere Schönberg in una registrazione, come assistente per la City of Birmingham Symphony Orchestra, un anno dopo Claudio Abbado – che lo chiamava "il mio genio" – lo ha voluto al suo fianco con i Berliner Philharmoniker e ha debuttato come il più giovane direttore della storia dei celebri London Proms.

Daniel Harding non ha però rinunciato a una delle sue più grandi passioni: il volo. «Volevo farmi il regalo più grande, imparare qualcosa di nuovo e lanciarsi in una nuova sfida. Cosa perfetta per liberare il cervello» ha affermato in un’intervista. Ora trascorre 26 settimane all’anno come pilota di linea per Air France e altrettante sul podio. «Entrambe le attività sono stimolanti e bellissime. Richiedono lavoro di squadra, capacità di comunicare, consapevolezza, rigore, adattabilità, umiltà e immaginazione. […] Gli obiettivi e i rischi sono diversi, ma sono migliorato in entrambi i lavori proprio grazie a ciascuno di loro. La cosa meravigliosa che ho imparato dal volo è quanto sia fantastico correre rischi nel fare musica, perché è lì che troviamo la vera bellezza, e soprattutto non può accadere nulla di terribile!».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved