scuole-post-obbligatorie-riconosciuta-la-parita-formale
Ti-Press
Zaino in spalla... verso il futuro
06.07.2022 - 19:28

Scuole post obbligatorie, riconosciuta la parità formale

Le licenze di scuola media non avranno più la ‘menzione Sms’, che creava un’asimmetria per l’accesso alle scuole professionali e a quelle medio superiori

Dal prossimo anno ci sarà una novità nei diplomi di scuola media. "Attualmente la licenza di scuola media prevede la possibilità della cosiddetta ‘menzione Sms’, nella quale figura espressamente il concetto che l’allievo, se soddisfa determinati criteri, può frequentare le scuole medie superiori (Sms) senza esame di ammissione", fa sapere il Consiglio di Stato. "Per ragioni storiche questa ‘menzione’ si riferisce solo alla via degli studi che, dopo la scuola media, porta al liceo o alla scuola cantonale di commercio, mentre non fa riferimento alle scuole professionali". Una decisione del Consiglio di Stato ha però eliminato questa differenza.

"Dal giugno 2023 la licenza di scuola media non conterrà più quindi questa ‘menzione’, come non contiene da sempre indicazioni sui criteri per iscriversi alle varie scuole professionali senza esami di ammissione", si legge nel comunicato. "Sarà compito della scuola e in particolare dell’orientatore scolastico e professionale, rispettivamente del docente di classe, informare adeguatamente gli allievi del quarto anno di scuola media sui criteri fissati dai regolamenti scolastici per le diverse ammissioni alle diverse scuole post obbligatorie senza esami di ammissione".

Questo "riordino formale", sottolineano le autorità, non cambia i criteri di passaggio. "Vengono tuttavia soppresse due deroghe non cumulabili ai criteri minimi per accedere alle Sms che oggi può concedere il Consiglio di classe di quarta media (in caso di non raggiungimento della media generale minima delle note del 4.65 oppure in caso di non raggiungimento del 4.5 in italiano)".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
consiglio di stato scuole post obbligatorie sms
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved