17.06.2021 - 12:17
Aggiornamento: 29.07.2021 - 17:23

Autismo, una guida per l'identificazione precoce del disturbo

Ramelli: ‘Fondamentale intervenire il prima possibile’. La pubblicazione ‘Campanelli rossi e verdi‘ è ora disponibile anche in francese e tedesco

autismo-una-guida-per-l-identificazione-precoce-del-disturbo
Depositphotos

Come capire se un bambino è affetto dal disturbo dello spettro autistico? Per rispondere a questa domanda la Fondazione Ares ha pubblicato anche in francese e tedesco il manuale ‘Campanelli verdi e rossi. Screening precoce nei disturbi dello spettro autistico per bambini da 0 a 3 anni’, in collaborazione con Lions Club e Rotary Club. «Una guida volta – viene spiegato durante l'incontro coi media – all'osservazione precoce dei comportamenti del bambino», che si rivolge a tutti gli operatori della prima infanzia. Essi sono «i riferimenti chiave per l'identificazione dei comportamenti atipici nello sviluppo del bambino».

Identificazione che è fondamentale venga fatta il prima possibile: «Oggi sappiamo, grazie alla letteratura internazionale e agli studi svolti anche a livello svizzero, quanto è importante l'intervento precoce nell'influenzare positivamente la qualità di vita nelle persone autistiche», ha affermato il direttore del Dipartimento sanità e socialità (Dss) Raffaele De Rosa.

«Le ricerche hanno mostrato che non si tratta di un problema psicologico, ma di un modo differente di maturazione di determinate aree cerebrali. È importante intervenire il prima possibile perché col passare degli anni la ricettività del cervello diminuisce», ha spiegato Gian Paolo Ramelli, specialista in pediatria e neuropediatria all'ospedale San Giovanni di Bellinzona. Grazie a un percorso specialistico molti bambini autistici possono oggi acquisire determinate competenze sociali e venir integrati nella scuola, ciò è dovuto a «un'apertura di quest'ultima. Spero che la sensibilità aumenti ancora, per permettere a questi ragazzi di entrare maggiormente nel mondo del lavoro», ha affermato Ramelli.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved