Bologna
0
Roma
0
1. tempo
(0-0)
Inter
0
Spezia
0
1. tempo
(0-0)
DJOKOVIC N. (SRB)
BUBLIK A. (KAZ)
19:30
 
LENZ J. (GER)
1
STRICKER D. (SUI)
0
2 set
(7-5 : 4-5)
Langenthal
Visp
19:46
 
telelavoro-poco-sensato-ristoranti-voglia-di-incontrarsi
Depositphotos
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
10 min

‘Pandemia dei dati’. Evento annullato

L’incontro pubblico organizzato dall’Acsi non si terrà né in presenza, né in streaming
Luganese
41 min

Incendio a Lugano, palazzo evacuato

In via Maderno, non dovrebbero esserci stati feriti o intossicati
Luganese
49 min

Agno, la filarmonica in concerto di gala

L’appuntamento è per domenica pomeriggio alle scuole comunali. Ingresso gratuito, con Certificato Covid e mascherina
Luganese
51 min

Mps, no all’aumento delle tariffe dell’acqua potabile

Lanciata a Lugano una petizione dopo la decisione annunciata dal Municipio cittadino di un rincaro del 20%
Mendrisiotto
59 min

‘Natale a Chiasso’ sarà il Natale del territorio

Presentato il calendario di manifestazioni che, disposizioni sanitarie permettendo, animerà la cittadina dall’8 al 24 dicembre
Grigioni
1 ora

Domenica 5 dicembre San Nicolao a San Bernardino

Nel pomeriggio distribuzione di doni ai bambini, con pista di ghiaccio aperta al pubblico
Locarnese
1 ora

Ppd di Locarno, lanciata la volata di Marco Pellegrini

Dopo le dimissioni improvvise del presidente sezionale Alberto Akai, l’ex municipale dà la sua disponibilità a succedergli
Mendrisiotto
1 ora

Mendrisio: in attesa di Campione, il casinò ‘affila le armi’

Due novità – Poker Room e Jackpot – all’Admiral, che si prepara per affrontare il ritorno della concorrenza della sala da gioco dell’enclave
Locarnese
1 ora

Locarno, porte aperte al centro del movimento VitaAttiva

All’interno del nuovo Polo Isolino in via Galli, la giornata inaugurale è in calendario sabato 4 dicembre
Ticino
26.05.2021 - 18:230
Aggiornamento : 19:53

Telelavoro ‘poco sensato’. Ristoranti: ‘voglia di incontrarsi’

Le discoteche, ancora obbligate a restare chiuse, sono pronte a riprendere le attività non appena sarà possibile

Per passare dall’obbligo alla raccomandazione di telelavoro è necessario che l’azienda in questione effettui test ripetuti e che sia integrata in un programma cantonale in materia. Secondo Luca Albertoni, direttore della Camera di commercio del canton Ticino, è una decisione «poco sensata». «Da una parte si apre, giustamente, e dall’altra si mantiene, un po’ artificialmente, questa misura del telelavoro. Inoltre il fatto di evitare le quarantene a chi è vaccinato o ha fatto la malattia stride con il mantenimento della direttiva sul lavoro da casa. Anche perché, ipoteticamente, un’azienda potrebbe avere anche tutti i dipendenti vaccinati, ma se non fa i test deve mantenerli in telelavoro».

Le aziende aderiranno? «È possibile, anche se attualmente l’attenzione di tutti è rivolta verso i vaccini», prosegue Albertoni che dice: «Non voglio demonizzare il telelavoro, può essere molto utile, ma credo che sia un’alternativa complementare, non un sostituto al lavoro in presenza. Abbiamo notato che prima della pandemia c’era forte richiesta di telelavoro, ora le persone chiedono invece di tornare in sede».

Discoteche in attesa e pronte a riaprire

Un settore ancora fermo, e che non può affidarsi al telelavoro, è quello delle discoteche. «È una situazione abbastanza problematica. L’unica cosa che c’è da fare, mentre aspettiamo di poter riaprire, è di pensare agli eventi pilota. Per poter fare dei test e capire come ripartire al più presto», ci spiega Daniel Perri, responsabile di alcuni locali notturni del Locarnese. «Una delle difficoltà è quella di non poter programmare gli eventi a medio e lungo temine. Adesso possiamo solo muoverci giorno per giorno. Non appena si potrà ripartire lo faremo, anche se per alcuni locali non è usuale aprire in estate non ci tireremo indietro. Attualmente non è possibile seguire le logiche di programmazione precedenti al Covid».

Allentamenti per la ristorazione: ‘tappe necessarie’

Perri, responsabile anche di un bar, prende posizione riguardo alle riaperture della ristorazione: «Non è ancora una situazione pienamente soddisfacente, ma sono dei piccoli passi necessari per arrivare a un’apertura totale». E per quanto riguarda il personale? «I dipendenti fissi sono rimasti, poi a seconda della situazione è possibile ricorrere ad aiuti in modalità a ore». Nessun dubbio rispetto al desiderio delle persone di tornare a incontrarsi: «La voglia di uscire è grandissima. Si vede sui social, ma anche in strada, non appena c'è un po’ di bel tempo sono tutti fuori. Speriamo in una risposta immediata a seguito dei nuovi allentamenti, anche se magari qualcuno può essere ancora un po’ titubante a incontrare altre persone per paura di contrarre il virus».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved